lettera diffida ad adempiere

Il fatto che Lei non abbia mai ritirato raccomandate purtroppo non aiuta, difatti la raccomandata non ritirata e ritornata al mittente dopo il periodo di compiuta giacenza, vale a tutti gli effetti come compiuta notifica al debitore. In caso di un sollecito di pagamento non ritirato, questo interrompe ugualmente i termini di prescrizione del debito (che comunque nel caso in questione sono decennali).

Riguardo al debito, il Suo debito è stato ceduto, e con le società cessionarie si possono notoriamente concludere ottime trattative per il rientro.  Sicuramente non avrà difficoltà a farsi approvare un piano di rientro, tuttavia Le sarebbe più conveniente, potendo, un saldo e stralcio.

10 febbraio 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su lettera diffida ad adempiere. Clicca qui.

Stai leggendo lettera diffida ad adempiere Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 10 febbraio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 12 dicembre 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca