Legittimo il pignoramento di mobili presso lo studio professionale del debitore

Per quanto attiene il pignoramento delle "cose mobili" di proprietà del debitore, l'articolo 515 del codice di procedura civile prescrive, al comma terzo, che gli strumenti, gli oggetti e i libri indispensabili per l'esercizio della professione, dell'arte o del mestiere del debitore possono essere pignorati nei limiti di un quinto, quando il presumibile valore di realizzo degli altri beni rinvenuti dall'ufficiale giudiziario o indicati dal debitore non appare sufficiente per la soddisfazione del credito; il predetto limite non si applica per i debitori costituiti in forma societaria e in ogni caso se nelle attività del debitore risulta una prevalenza del capitale investito sul lavoro.

La Corte di Cassazione, con la sentenza numero 17900 del 18 ottobre 2012 ha ritenuto che il comma terzo, del citato articolo del codice di procedura civile, non si applichi agli arredi dello studio del professionista debitore sottoposto ad esecuzione.

Secondo i giudici di piazza Cavour, infatti, il limite previsto dal codice di procedura civile per il pignoramento di strumenti, oggetti e libri indispensabili per l'esercizio della professione, arte o mestiere del debitore fissato nella misura del 20% (e a condizione che il presumibile valore di realizzo degli altri beni pignorati dall'ufficiale giudiziario non appaia sufficiente a rimborsare il credito per cui si procede) non può essere esteso a mobili e complementi d'arredo dello studio del debitore professionista, in quanto questi non possono essere considerati beni indispensabili all'esercizio della professione.

Nella vicenda specifica che ha portato alla sentenza, la coniuge legalmente separata del professionista sottoposto ad esecuzione è riuscita ad ottenere la pronuncia di legittimità del pignoramento dei mobili (le sedie, una poltrona, un tavolo e una libreria) che attrezzavano lo studio professionale dell'ex marito.

Insomma, per evitare il pignoramento, il soggetto passivo dell'esecuzione forzata dovrebbe dimostrare che i beni individuati dall'ufficiale giudiziario sono direttamente collegati all'attività lavorativa e che senza di essi non sarebbe possibile proseguire regolarmente l'esercizio della professione.

L'indispensabilità dei beni pignorati potrebbe sussistere, presumibilmente, per un computer o una stampante, tanto per fare un esempio; ma certamente non è eccepibile per gli arredi dello studio professionale.

21 ottobre 2012 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Opposizione a pignoramento esattoriale presso residenza o azienda del debitore
Il terzo che pretende avere la proprietà o altro diritto reale sui beni pignorati dal concessionario della riscossione può proporre opposizione con ricorso al giudice dell'esecuzione, prima che sia disposta la vendita o l'assegnazione dei beni, ovvero, prima della data fissata per il primo incanto. L'opposizione non può essere proposta ...
Pignoramento dei beni mobili in comodato all'inquilino
Contratto di comodato e debiti dell'affittuario: esiste la possibilità che un ufficiale giudiziario effettui il pignoramento dei beni dell'inquilino, anche se sono di proprietà del padrone di casa? La normativa vigente, avvalorata da giurisprudenza consolidata, ritiene che il creditore possa tranquillamente procedere ad un pignoramento mobiliare anche quando i beni ...
Quando Equitalia può pignorare gli strumenti indispensabili all'esercizio della professione
Gli strumenti, gli oggetti e i libri indispensabili per l'esercizio della professione, dell'arte o del mestiere del debitore possono essere pignorati da Equitalia nei limiti di un quinto, quando il presumibile valore di realizzo degli altri beni rinvenuti dall'ufficiale esattoriale o indicati dal debitore non appare sufficiente per la soddisfazione ...
Pignoramento a casa
Il mio compagno ha un problema con un debito nei confronti di un privato. Qualche anno fa la persona che aveva fatto il prestito ha minacciato il mio compagno, c'era stata una conseguente denuncia in seguito ritirata per accordo vervale di entrambe le parti a patto che anche il debito ...
Valenza giuridica di un contratto di comodato dei beni presenti presso la residenza del debitore in caso di pignoramento
In occasione di un pignoramento presso la propria residenza, il debitore esibisce all'ufficiale giudiziario un contratto di comodato, registrato in data anteriore al pignoramento, dal quale risulta che tutti i beni mobili, ivi presenti, appartengono ad un terzo. L'ufficiale giudiziario, alla luce della sentenza della Corte di Cassazione numero 23625 ...

Spunti di discussione dal forum

Pignoramento macchinario essenziale lavoro
Sono titolare di un piccolo colorificio che a seguito di un debito non pagato con un fornitore ho ricevuto prima l'ingiunzione di pagamento (con rifiuto del creditore di accettare un pagamento rateizzato) e in seguito la visita dell'ufficiale giudiziario che mi ha pignorato, seppur in presenza di svariata altra merce,…
Avviso di ritiro dei beni pignorati dopo la visita dell’ufficiale giudiziario presso la residenza del debitore – Davvero asportano anche TV, PC e stampanti di poco valore?
Dopo aver ricevuto la visita due volte dell'ufficiale giudiziario e sottoposto al pignoramento due tv un pc una stampante una macchina del 2004 mi è stata recapitata una lettera semplice (non A/R) in cui mi si dice che il 16 gennaio 2017 alle ore 9 si procederà al sopralluogo per…
L’automobile strumentale ad attività professionale è impignorabile?
Sono un'agente immobiliare, quindi un libero professionista, risulto per altro un cattivo pagatore, rate insolute finanziarie e compagnia bella: dovrei comprare un'auto intestandola a me. Quella che ho ora (vecchia di 19 anni) è intestata a mia madre. Ovviamente corro il grosso rischio del pignoramento, anche se non si tratta…
L’ufficiale giudiziario può chiudere un pignoramento come infruttuoso in base a documenti esibiti dal debitore?
Ho vinto una causa contro il mio ex datore di lavoro e non volendo saldare il conto, abbiamo proceduto a pignorare i beni della sua società. Purtroppo il pignoramento è stato chiuso dando un esito negativo, in quanto il mio datore di lavoro ha riferito all'ufficiale giudiziario di aver venduto…
Come funziona il pignoramento di beni mobili non registrati (oggetti di casa)?
Coniugato, in regime di separazione dei beni, residente a indirizzo /città diversi dalla moglie, non separato legalmente. Come può il creditore dimostrare che il centro di interessi del debitore sarebbe il domicilio della moglie e non il luogo di residenza? Può il creditore attivare il pignoramento al domicilio del coniuge…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su legittimo il pignoramento di mobili presso lo studio professionale del debitore. Clicca qui.

Stai leggendo Legittimo il pignoramento di mobili presso lo studio professionale del debitore Autore Genny Manfredi Articolo pubblicato il giorno 21 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria pignoramento presso residenza debitore - presunzione legale proprietà Inserito nella sezione pignoramento.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Domande?