Maggiorazioni semestrali del 10% per le multe pagate in ritardo – La Cassazione sancisce che si tratta di una sanzione aggiuntiva legittima e non di interessi

In materia di sanzioni amministrative (nella specie per violazioni stradali), la maggiorazione del dieci per cento semestrale, ex articolo 27 della legge 689/1981, per il caso di ritardo nel pagamento della somma dovuta, ha natura di sanzione aggiuntiva, che sorge dal momento in cui diviene esigibile la sanzione principale.

Pertanto, è legittima l’iscrizione a ruolo, e l’emissione della relativa cartella esattoriale, per un importo che includa, oltre a quanto dovuto per la sanzione principale e per le spese del procedimento, anche l’aumento derivante dalla sanzione aggiuntiva.

Così i giudici della Corte di cassazione, con la sentenza 21259/2016 hanno definitivamente archiviato come superato l’orientamento assunto in occasione della pubblicazione della sentenza 22100/2007, secondo la quale gli interessi semestrali del 10%, in caso di pagamento in ritardo della sanzione amministrativa per violazione al Codice della strada, non fossero dovuti (almeno nel caso in cui la riscossione fosse avvenuta attraverso ingiunzione fiscale e non con la procedura di iscrizione a ruolo e successiva emissione di cartella esattoriale).

22 Ottobre 2016 · Giuseppe Pennuto



Condividi il post e dona


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Argomenti correlati: 

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su maggiorazioni semestrali del 10% per le multe pagate in ritardo – la cassazione sancisce che si tratta di una sanzione aggiuntiva legittima e non di interessi. Clicca qui.

Stai leggendo Maggiorazioni semestrali del 10% per le multe pagate in ritardo – La Cassazione sancisce che si tratta di una sanzione aggiuntiva legittima e non di interessi Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 22 Ottobre 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 21 Settembre 2017 Classificato nella categoria contenzioso e impugnazione cartelle esattoriali originate da multe

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)