Legittima la cartella esattoriale priva di motivazione se essa trae origine da dati forniti dal contribuente

"Legittima la cartella di pagamento priva di motivazione, emessa a seguito di un controllo automatizzato, se l'imposta è liquidata sulla base dei dati forniti dal contribuente. In tal caso, infatti, la pretesa impositiva non scaturisce dalla rettifica della dichiarazione, ma direttamente dalla liquidazione della dichiarazione presentata dal contribuente"

. Questo quanto disposto dalla Corte di Cassazione con Ordinanza numero 16983 del 4 agosto 2011.

3 settembre 2011 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su legittima la cartella esattoriale priva di motivazione se essa trae origine da dati forniti dal contribuente. Clicca qui.

Stai leggendo Legittima la cartella esattoriale priva di motivazione se essa trae origine da dati forniti dal contribuente Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 3 settembre 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 18 luglio 2017 Classificato nella categoria sentenze e ordinanze della Corte di cassazione in tema di cartella esattoriale o di pagamento Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare qui. Per accedere con credenziali Facebook puoi cliccare qui.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca