Le tipologie di frode creditizia

Le forme di frode più diffuse sono quelle associate al furto di identità, che possono essere raggruppate nelle seguenti tipologie:

  • impersonificazione totale: si tratta dell'appropriazione indebita dell'identità altrui attraverso l'uso di nome e caratteri di altre persone; è il caso per esempio del frodatore che vuole acquistare un bene a rate e si reca presso un dealer utilizzando i dati anagrafici di un'altra persona. L'impersonificazione può riguardare un soggetto realmente esistente così come un soggetto inesistente o deceduto.
  • impersonificazione parziale: in tale tipologia di frode il soggetto maschera parzialmente la propria identità attraverso l'utilizzo di dati anagrafici falsi e di recapiti veri. È il caso tipico del frodatore che richiede una carta di credito ad un istituto finanziario e dichiara i propri dati anagrafici falsi ed indirizzo vero. L'obiettivo della frode è di far pervenire direttamente a casa propria la carta di credito.
  • dichiarazione di caratteri falsi: tale tipologia di frode avviene attraverso l'utilizzo di dati anagrafici e recapiti veri e caratteri falsi (per es. attività lavorativa, stipendio, ecc).

La frode creditizia attribuibile al furto di identità apre oggi un importante dibattito tra gli enti finanziatori sulla necessità di dotarsi di sistemi di prevenzioni di frodi e di condividere le informazioni sul fenomeno. Quali dovrebbero essere gli obiettivi di un modello di prevenzione/controllo delle frodi? Principalmente tre:
1. Prevenire il fenomeno delle frodi attraverso strumenti di accertamento dell'identità del soggetto richiedente credito
2. Dissuadere i potenziali frodatori dal compiere dei tentativi di frode
3. Ridurre la necessità di azioni civili o penali

Per assolvere agli obiettivi di cui sopra, un sistema di prevenzione delle frodi dovrebbe fornire un contributo dal punto di vista della identificazione e autenticazione. Possiamo definire il processo di identificazione come il primo step di verifica della validità dei dati dichiarati dal soggetto (quali ad esempio la verifica dell'esistenza dell'indirizzo, del nome e cognome ecc). Possiamo invece, definire il processo di autenticazione come il processo che mira a verificare con un elevato livello di affidabilità l'identità del soggetto.

Il servizio antifrode realizzato da CRIF, effettua la verifica su un set allargato di dati anagrafici dichiarati dal soggetto richiedente credito su diverse banche dati specifiche, controllandone la congruenza. In particolare, tra le informazioni utilizzate vi sono quelle tratte dalle liste elettorali, dagli elenchi telefonici, dall'archivio dei documenti smarriti e rubati sul territorio italiano gestito dal Ministero dell'Interno. Si può affermare che un'efficace azione preventiva contro le frodi di identità può avvenire solo in presenza di un'elevata quantità e qualità di verifiche che ciascun ente finanziatore sia in condizione di approfondire a fronte dell'erogazione di un finanziamento.

25 giugno 2013 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La frode creditizia
Un fenomeno che si sviluppa di pari passo con la crescita del credito al consumo e che è in costante aumento anche nel nostro Paese. Campania, Sicilia e Lazio le regioni più a rischio Il fenomeno delle frodi creditizie è in preoccupante aumento anche in Italia. Secondo l'Osservatorio sulle frodi ...
Prevenzione della frode nel credito al consumo
In seguito all'entrata in vigore della legge 17 agosto 2005, numero 166, recante “Istituzione di un sistema di prevenzione dalle frodi sulle carte di pagamento”, l'UCAMP esercita le funzioni di competenza statale in materia di prevenzione, sul piano amministrativo, delle frodi sui mezzi di pagamento e sugli strumenti deputati all'erogazione ...
Prestiti e assegni, frode creditizia in agguato
Falsificare, rubare, utilizzare documenti smarriti o copie poco leggibili degli stessi sono tra le tecniche più diffuse oggi da chi compie frodi creditizie. Si tratta di un fenomeno in ampia ascesa (17mila tentativi nel 2006, il 55% in più rispetto a un anno prima) che ha messo a rischio nell'ultimo ...
Furto di identità - come difendersi
Oltre 17mila i tentativi di frode creditizia per un ammontare di circa 80mln di euro stimati nel 2006: il 55% in più rispetto all'anno precedente. Una crescita esponenziale che in realtà «rappresenta soltanto la punta dell'iceberg». Lo spiega Enrico Lodi, direttore del Credit beaureau services di Crif, gruppo italiano, presente ...
Furto identità » Dal garante privacy via libera al sistema di prevenzione
Furto identità: via libera al sistema di prevenzione. Parere favorevole su due convenzioni che ne regoleranno il funzionamento. Il garante privacy ha espresso parere favorevole su due schemi di convenzione che consentiranno il funzionamento del sistema di prevenzione delle frodi nel settore del credito al consumo, con particolare riferimento al ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su le tipologie di frode creditizia. Clicca qui.

Stai leggendo Le tipologie di frode creditizia Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 25 giugno 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 16 novembre 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - frode creditizia e furto di identità Inserito nella sezione tutela consumatori.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca