L’Ambulatorio Antiusura

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Cos’è l’Ambulatorio Antiusura?

L’Ambulatorio Antiusura è un’Associazione Onlus nata nel 1996 con lo scopo di contrastare la criminalità economica ed aiutare le vittime dell’usura, che necessitano di essere supportate per un pieno reinserimento socio-economico. L’Ambulatorio assiste inoltre soggetti sovraindebitati, potenziali vittime dell’usura, con i quali viene svolta un’attività di prevenzione, finalizzata a promuovere un uso consapevole del denaro.

A chi si rivolge?

Si possono distinguere tre categorie di persone in favore delle quali gli interventi dell’Ambulatorio sono rivolti:
– soggetti sovraindebitati a rischio d’usura (fase preventiva);
– vittime dell’usura che non hanno ancora sporto denuncia (fase repressiva);
– vittime dell’usura che hanno sporto denuncia e vogliono reinserirsi nel mercato economico (fase riabilitativa).

Quali sono le attività dell’Ambulatorio?

Obiettivo primario è favorire il ritorno della vittima dell’usura alla normalità: in campo economico, sociale, familiare. La denuncia dell’usuraio è, e deve essere vissuta, come il primo ed imprescindibile passo di un percorso di riconquista della propria esistenza. L’Ambulatorio persegue questa finalità attraverso équipe di almeno cinque soggetti in cui operano avvocati, commercialisti, psicologi ed esperti bancari in grado di suggerire la soluzione più adatta per ogni caso. I livelli di intervento sono tre:

  1. economico: in base ad una valutazione dell’attività lavorativa del soggetto, si prospettano sviluppi e possibilità di ristrutturazioni dei debiti;
  2. legale: si fornisce assistenza penale nella fase della denuncia, delle indagini preliminari e del processo, ma anche consulenza civilistica;
  3. psicologico e relazionale: si lavora per un recupero del pieno equilibrio psicologico e di una serena interazione con la società.

Un’altra attività dell’Ambulatorio Antiusura è la gestione dei fondi di garanzia per la concessione di prestiti a soggetti con difficoltà di accesso al credito.

9 Novembre 2007 · Loredana Pavolini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Usura – i fondi antiusura
Si tratta di un prestito ad interesse zero da restituire in dieci anni, il cui importo è commisurato al danno subito dal debitore nel rapporto usurario. Questo fondo è destinato a consentire il reinserimento delle vittime nel circuito dell'economia legale. Il termine per la presentazione della domanda di accesso al fondo è di sei mesi, calcolati dal giorno in cui la vittima ha notizia dell'inizio delle indagini per il delitto di usura. La domanda va presentata alla Prefettura della località in cui si è verificato il reato di usura. Il mutuo è destinato a tutti coloro che esercitano un'attività imprenditoriale, ...

Sinistro stradale causato da veicolo non identificato - La denuncia all'Auorità non è prerequisito per ottenere il risarcimento da parte dell'impresa designata per conto del Fondo di garanzia vittime della strada (FGVS)
Nel caso di sinistro stradale causato da veicolo non identificato, l'omessa denuncia dell'accaduto all'autorità di polizia od inquirente non è sufficiente, in sé, a rigettare la domanda di risarcimento proposta, nei confronti dell'impresa designata dal Fondo di Garanzia per le vittime della strada. Allo stesso modo, la presentazione di denuncia o querela contro ignoti non vale, in sé stessa, a dimostrare che il sinistro sia senz'altro accaduto. Entrambe le suddette circostanze possono, al più, costituire meri indizi dell'effettivo avveramento del sinistro. Dunque, la vittima di un sinistro stradale causato da un veicolo non identificato non ha alcun obbligo, per ottenere ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su l’ambulatorio antiusura. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • PIO 15 Maggio 2009 at 22:15

    CREDULONI LO STATO NON AIUTA

  • giuseppe 13 Novembre 2008 at 13:19

    Salve io ho un attivita’ da 4 anni,per una serie di motivi e di imprevisti mi sono protestato,oggi ho pagato quasi tutti gli assegni per cui ero protestato ma non risesco a soddisfere tutti i miei creditori,vorrei fare un prestito anche di 15.000,00 euro per pagare tutti lavorare tranquillo e togliermi il protesto ma nessuna banca mi permette di accedere a un finanziamento;come posso fare? grazie giuseppe da taranto

  • GIUSEPPE 13 Ottobre 2008 at 22:36

    O DENUNCIATO I MIEI AGUZZINI IL09/09/2005 PRESSO LA POLIZIA DI STATO NEL SETTEMBRE 2006 IN UN OPERAZIONE DI POLIZIA DENOMINATA ODISSEA VANNO IN MANETTE 45 PERSONE COSTRETTO AD ANDARE IN LOCALITA PROTETTA PER AVERE UN AIUTO IL SERVIZIO CENTRALE DI PROTEZIONE MI PIGNORA IL QUINTO DEL CONTRIBUTO DOPO AVERE FIRMATO DI USCIRE DALLA PROTEZIONE FACCIO RIENTRO A VIBO VALENTIA DOVE ASPETTAVO UN PRESTITO DALLA PREFETTURA CENTOMILAEURO.AD OGGI NON HO RICEVUTO NESSUN AIUTO DALLE AUTORITA COMPETENTI,SE NON DAI MIEI FAMILIARI.LA MIA ATTIVITA VA AVANTI.PERCHE DITE CHE AIUTATE LE PERSONE INDIFFICOLTA E POI LI PRENDETE INGIRO.DISTINTI SALUTI FRANCOLINO GIUSEPPE.ASPETTO UN RISCOTRO