La sostituzione del mutuo

La sostituzione del mutuo è la facoltà che il mutuatario esercita al fine di usufruire di condizioni finanziarie più favorevoli ed eventualmente di ottenere anche liquidità ulteriore per soddisfare sopraggiunte necessità finanziarie. In questo caso è possibile estinguere il vecchio mutuo per accenderne uno nuovo presso la stessa o un'altra banca (mutuo di sostituzione).

In tale caso, occorrerà tener conto sia dei costi connessi con l'anticipata estinzione, sia di quelli derivanti dall'accensione di un nuovo contratto di finanziamento.

Resta fermo il seguente principio di legge: il mutuatario può accordarsi con una nuova banca per avere un altro mutuo con cui estinguere quello con la banca originaria che non può opporsi.

Alla sostituzione del mutuo ci si riferisce spesso come al cambio del mutuo.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la sostituzione del mutuo. Clicca qui.

Stai leggendo La sostituzione del mutuo Autore Piero Ciottoli Articolo pubblicato il giorno 2 giugno 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 2 agosto 2017 Classificato nella categoria sostituzione cambio mutuo Inserito nella sezione mutui per acquisto casa e affitti.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • maria matte laporta 2 marzo 2010 at 14:24

    oggi ho formalizzato la richiesta di surroga.
    la nuova banca mi ha anticipato che le spese di periia e di istruttoria saranno a mio carico.
    a me non sembra così?
    che mi dite?
    maria mattea

    • cocco bill 2 marzo 2010 at 14:43

      Abuso allo stato puro. Inosservanza di una legge di Stato, la “Bersani”.

      L’articolo 3 bis del decreto legge Bersani, così come integrato dalla legge finanziaria, stabilisce che: ”La surrogazione di cui al comma 1 comporta il trasferimento del contratto di mutuo esistente, alle condizioni stipulate tra il cliente e la banca subentrante, con l’esclusione di penali o di altri oneri di qualsiasi natura. Non possono essere imposte al cliente spese o commissioni per la concessione del nuovo mutuo, per l’istruttoria e per gli accertamenti catastali, che si svolgono secondo procedure di collaborazione interbancaria improntate a criteri di massima riduzione dei tempi, degli adempimenti e dei costi connessi”.

      Segnali immediatamente il caso all’ANTITRUST, chiamando il numero verde 800.166.661 – dedicato alla tutela del consumatore – per denunciare la pratica scorretta messa in atto dalla banca e l’ostacolo alla portabilità del mutuo..

      Riceverà poi dai funzionari dell’Autorità le indicazioni necessarie per formalizzare, in forma scritta, la denuncia.

  • lella 21 giugno 2009 at 18:47

    la surroga di un mutuo dove essere fatta per forza per gli anni rimanenti da pagare o deve avere un minimo di 10 anni per essere surrogata?

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca