La pensione non basta e rischio di finire per strada

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!



Come si fa a cercare casa a ottant’anni? Se lo chiede ogni giorno Amedea Cannuccia, senza trovare risposta né pace. Lei per la verità una casa ce l’ha – ad Ardea in provincia di Roma – ma rischia di perderla perché «pagare un mutuo di 500 euro con una pensione di 550 euro e un’indennità di accompagnamento di 450 è impossibile». Per saldare le ultime rate Amedea ha prima venduto i gioielli d’oro che conservava da una vita, e poi ha chiesto un prestito a una vicina di casa, alla quale ha garantito – firmando una scrittura privata – la restituzione dell’intera somma in piccole tranche. «Ogni mese le do quello che riesco a risparmiare – racconta – ma non è facile. Ci sono le bollette, e poi c’è la badante che viene a giorni alterni, perché da sola non ce la faccio».

Ottanta anni, il morbo di Parkinson, una figlia rimasta sola e un nipote che ha avuto un grave incidente. Amedea non ci dorme la notte, ma la risposta alla domanda «come pagherò la prossima rata» non la trova e come lei non la trovano le tante persone a cui hanno pignorato o stanno per pignorare l’abitazione.

«Per sette anni ho sempre pagato il debito alla banca – spiega – ma adesso sono rimasta sola e in più ho dovuto prendere una persona che mi aiutasse in casa». La situazione è cambiata repentinamente, ma la banca non vuole sentire ragioni, ci sono altri otto anni da pagare prima che il mutuo si estingua.«Mi sono rivolta all’Adusbef – continua -, poi sono andata al Comune ma mi hanno risposto che non ci sono fondi».

Da cinque giorni l’anziana signora è senza gas. Non ha i soldi per pagarlo perché quelli che ha li sta conservando per la rata del mutuo. «Senza gas posso stare – dice – ma se mi pignorano la casa dove vado?». Nessuno le sa rispondere. «Io vorrei pagare – replica – ma come faccio? Mica posso andare in mezzo a una strada, sono malata, e poi tra un po’ viene l’inverno». Forse se la rata venisse un po’ ridotta…

di Francesca Milano

 

14 Ottobre 2008 · Patrizio Oliva



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Cosa sto leggendo

Stai leggendo La pensione non basta e rischio di finire per strada Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 14 Ottobre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 22 Gennaio 2017 Classificato nella categoria attualità gossip politica

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)





Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!