Come funziona la patente a punti

Indice dei contenuti dell'articolo


Tutti i titolari di patente o di patentino hanno in dotazione 20 punti.

Chi non commette nessuna infrazione, ad ogni biennio avrà due punti in più, fino ad un massimo di 30 punti complessivi.

Nel caso di perdita parziale di punteggio il titolare può decidere di attendere, senza commettere altre infrazioni che comportano la perdita di punti, e dopo 2 anni recupererà il punteggio iniziale di 20 punti; oppure l’interessato può frequentare un corso, dopo aver ricevuto la lettera di comunicazione della decurtazione punti, che permette il recupero di 6 punti per i titolari di patente A1, A, B, BE e 9 punti per i titolari di patente C,D,CE,DE,KA, KB; fino ad recuperare comunque un punteggio massimo non superiore a 20 punti.

Nel caso di perdita totale di punteggio , il conducente potrà comunque circolare ma a suo carico verrà disposta la revisione della patente di guida che comporta di sottoporsi, entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento, ad un nuovo esame di teoria e di guida.

Se l’esame di revisione viene superato, la patente viene ricaricata dei 20 punti iniziali.

Se l’esame di revisione non viene superato, la patente di guida viene revocata (Annullata). Se il titolare, entro i 30 giorni, non si sottopone all’esame di revisione, la patente viene sospesa a tempo indeterminato dall’ufficio provinciale del D.T.T.(Direzione Trasporti Terrestre) e ritirata dagli organi di polizia stradale.

Ai neopatentati la decurtazione punti, per ogni infrazione commessa, viene raddoppiata (per un massimo comunque di 15 punti, se non sono state commesse infrazioni che comportano sospensione o revoca di patente).

È neopatentato chi, successivamente alla data del 1° ottobre 2003, ottiene per la prima volta la patente B (anche se già titolare di patente A) oppure la patente A (se non è titolare di patente B).

Non è considerato neopatentato chi ha conseguito la patente B prima del 1° ottobre 2003, né chi consegue una patente superiore se già titolare di patente B da almeno 3 anni.

La condizione di neopatentato perdura per i 3 anni successivi alla data di rilascio della patente.

Non è possibile ricorrere contro la decurtazione di punti, l’unica possibilità è presentare ricorso avverso l’infrazione contestata e in caso di accoglimento, unitamente all’archiviazione del verbale, decadranno tutte le sanzioni accessorie compresa la decurtazione punti.

Per conoscere il saldo dei propri punti chiamare il numero 848.782.782.

Una voce registrata vi guiderà e bisognerà digitare il numero della propria patente di guida.

31 Maggio 2013 · Tullio Solinas

Indice dei contenuti dell'articolo




Condividi il post e dona


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su come funziona la patente a punti. Clicca qui.

Stai leggendo Come funziona la patente a punti Autore Tullio Solinas Articolo pubblicato il giorno 31 Maggio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 16 Ottobre 2017 Classificato nella categoria multe accertamento infrazione notifica verbale pagamento sanzione o ricorso » mini guide

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)