I diritti dei fideiussori

Quando i fideiussori vengono sollecitati dai creditori a provvedere al pagamento possono opporre motivi di diritto o di fatto al pari degli effettivi debitori. Ciò significa che i fideiussori per principio possono sollevare contro i creditori tutte le opposizioni che potrebbero essere fatte valere dai debitori principali. Ad es. i fideiussori possono richiamarsi alla caduta in prescrizione della richiesta.

Se i fideiussori devono pagare i creditori hanno però il diritto di rivalersi nei confronti degli effettivi debitori (diritto di regresso)

Consiglio: I fideiussori devono sempre esaminare il contratto di fideiussione e la richiesta che vi è alla base, lasciandosi consigliare in caso di dubbio prima di provvedere al pagamento.

Esempio:

La signora X sottoscrive un atto di fideiussione in favore del marito, il quale è un piccolo imprenditore. Dato che in questo periodo la signora X non dispone di alcun patrimonio, sottoscrive senza pensare alle eventuali conseguenze. Dopo qualche tempo muore il padre della signora X e le lascia in eredità - quale unica figlia - un appartamento. Nel frattempo i coniugi si sono divisi ed intendono separarsi. Inoltre l'ex-marito è costretto a chiudere la propria attività e diviene insolvibile. Pertanto la banca risale alla fideiussione prestata dalla signora X e chiede il pignoramento del suo appartamento.

Consiglio: In caso di separazione informate i creditori degli accordi  giudiziali e stragiudiziali, intercorsi con il vostro ex-coniuge. Ove necessario fateli trascrivere anche in registri pubblici. Solo in questo modo potrete opporli ai creditori.

Per porre una domanda  sulla fideiussione, sulla portata della fideiussione, sulla revoca e risoluzione del contratto di fideiussione, sui diritti dei fideiussori, sulle cause di sovraindebitamento, sul come uscire da una situazione di sovraindebitamento, sui debiti in generale, sull'usura e su tutti gli argomenti correlati, clicca qui.

29 giugno 2013 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

  • umberto 9 dicembre 2009 at 18:36

    Salve,sono dell’aquila umberto,per fare venire la figlia di mia moglie colombiana ,in italia come turista,ho dovuto fare una fidejussione bancaria a favore della ragazza.Trascorsi i tre mesi,la ragazza è voluta rimanere in italia,sto facendo tutta la documentazione neccesaria per la permanenza in italia.
    Domanda: dal momento che la ragazza sarà regolarizzata,mi sarà possibilerecuperare la somma versata? Grazie per la disponibilità. cordiali saluti

    • c0cc0bill 9 dicembre 2009 at 20:05

      E’ ovvio che potrà rientrare in possesso della cifra stanziata a fideiussione nel momento in cui la ragazza sarà regolarizzata. La fideiussione è una cauzione di cui lei risponde nel caso in cui la figlia di sua moglie si desse alla clandestinità.




Cerca