Cosa significano i termini fideiussione e prestare fideiussione

Fideiussione e "prestare fideiussione" significa impegnarsi con un creditore di un‘altra persona garantendogli di pagare i debiti di quest’ultima, rispon­dendo dell'adempimento di un‘obbligazione altrui.

“Fideiussione - ecco c' è un guaio” dice una massima dell'antica Grecia tratta da uno dei sette saggi di Talete di Mileto. La fideiussione è rischiosa, perché spesso i fide­iussori danno la propria parola sulla base della sola simpatia personale, senza aver preso seriamente in considerazione che, in concreto, si stanno obbligando a pagare.

La fideiussione viene frequentemente prestata da parte di un familiare (coniuge, ge­nitori, fratelli) o da un amico quando viene concesso un prestito ed apposta in sede di stipula del contratto come se si trattasse di una semplice formalità. Spesso i futuri garanti sono fatti oggetto anche di una considerevole pressione morale a prestare la garanzia.

Purtroppo è diffusa la speranza del tutto illusoria che la responsabilità non subentrerà mai. Al contrario i fideiussori si vengono a trovare nella situazione di non poter fare nulla vedendo i debitori rimanere del tutto inerti ed i loro debiti crescere sempre di più. Quando poi il debitore diviene insolvibile o non ha intenzione di pagare ecco che la banca si rivolge ai garanti.

Questi ultimi pertanto devono pagare non solo i debiti ma anche la “montagna” di interessi passivi maturati. Per questo il legislatore italiano richiede la forma contrattuale per prestare fideiussione in modo che si possa comprendere che si tratta di una cosa seria e che può prendere una brutta piega.

L'articolo 196 del codice civile recita “ È fideiussore colui che obbligandosi personalmente verso il creditore, garantisce l'adempimento di un'obbligazione altrui”. Si tenga presente anche l'articolo 197 del codice civile: “La volontà di prestare fideiussione deve essere espressa”. L'espressione della volontà si esplica attraverso la sottoscrizione dell'atto di fideiussione.

Consiglio: Prestate fideiussione - se proprio necessario - solo dopo essere stati consigliati ed avere effettuato un esame approfondito delle vostre possibilità e di quelle del debitore principale. Chiarite a voi stessi prima di tutto se effettivamente volete o potete prestare fideiussione, perché rischiate di incorrere in difficoltà finanziarie se garantite con leggerezza o per costrizione.

Consiglio: Fate valere i vostri diritti al fine di ottenere copia integrale del testo del contratto prima di procedere alla sottoscrizione. Attenzione: Se nell'atto di fideiussione non è scritto espressamente qualcosa di diverso, i cre­ditori possono rivolgersi direttamente ai fideiussori in caso di ritardo nei pagamenti da parte del debitore, senza dover richiedere la prestazione prima a quest’ultimo. Ci ò avviene soprattutto qualora i creditori possano in tal modo ottenere pi ù veloce­mente il proprio denaro.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cosa significano i termini fideiussione e prestare fideiussione. Clicca qui.

Stai leggendo Cosa significano i termini fideiussione e prestare fideiussione Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 29 giugno 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria garanzie e fideiussioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

  • umberto 9 dicembre 2009 at 18:36

    Salve,sono dell’aquila umberto,per fare venire la figlia di mia moglie colombiana ,in italia come turista,ho dovuto fare una fidejussione bancaria a favore della ragazza.Trascorsi i tre mesi,la ragazza è voluta rimanere in italia,sto facendo tutta la documentazione neccesaria per la permanenza in italia.
    Domanda: dal momento che la ragazza sarà regolarizzata,mi sarà possibilerecuperare la somma versata? Grazie per la disponibilità. cordiali saluti

    • c0cc0bill 9 dicembre 2009 at 20:05

      E’ ovvio che potrà rientrare in possesso della cifra stanziata a fideiussione nel momento in cui la ragazza sarà regolarizzata. La fideiussione è una cauzione di cui lei risponde nel caso in cui la figlia di sua moglie si desse alla clandestinità.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca