Ipoteca con surroga - valore dell'ipoteca

La surroga di ipoteca

La surroga mi tutelerebbe indipendentemente da ciò che potrebbe eventualemente succedere all'immobile se ho ben capito, chiunque lo volesse vendere od acquistare dovrebbe rendermi il vaolre dell'ipoteca.

Riguardo alla importo del valore dell'ipoteca di cui avrei surroga deve corrispondere a quello che ha la banca attualmente o il valore può essere superiore in modo da comprende anche le spese notarili e mi pare l'iposta di registro e/o eventuali interessi?

Visto che è un favore non mi parrebbe il caso comunque di rimetterci...

Il valore dell'ipoteca è di solito fissato ad una soglia superiore al valore commerciale del bene ipotecato

L'ipoteca è fra le garanzie, una delle più solide. Segue a ruota solo la libbra di carne che pretendeva Shylock nel "Mercante di Venezia".

Il valore dell'ipoteca è di solito fissato ad una soglia superiore al valore commerciale del bene ipotecato. Questo perché, sia chiaro, il bene ipotecato può subire deprezzamenti (andamento del mercato immobiliare, danneggiamenti non coperti da assicurazione e via di seguito ...). Ed il debito, in presenza di interessi a tasso variabile, può invece crescere.

Una eventuale credito residuo che ecceda il ricavato conseguito attraverso la vendita coattiva del bene viene tutelato, rispetto a creditori concorrenti, dalla capienza del valore dell'ipoteca.

8 novembre 2012 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ipoteca con surroga - valore dell'ipoteca. Clicca qui.

Stai leggendo Ipoteca con surroga - valore dell'ipoteca Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 8 novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte Inserito nella sezione giurisprudenza del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca