Iscrizione di ipoteca - è illegittima se il credito è prescritto

L'iscrizione ipotecaria è illegittima e va cancellata se Equitalia pretende il pagamento di crediti ormai prescritti.

Sono queste le conclusioni a cui è giunto recentemente il Giudice di Pace di Lecce, Avv. Giuseppe Paparella (Sent. Gdp di Lecce numero 1574/11)  secondo il quale, essendo trascorsi più di cinque anni dalla notifica della cartella alla notifica dell'ipoteca al contribuente, “l'iscrizione ipotecaria … è illegittima in quanto a quella data si era già prescritto il credito posto a fondamento della cartella esattoriale”.

In merito a ciò, occorre ovviamente chiarire che l'oggetto della pretesa riguardava una cartella esattoriale notificata in data 26/10/2004 e relativa ad una serie di sanzioni amministrative (verbali della Polizia Municipale).

Trattandosi di sanzioni, è bene esaminare con attenzione l'articolo 28 della legge numero 689/81, il quale prevede che “Il diritto a riscuotere le somme dovute per le violazioni indicate dalla presente legge si prescrive nel termine di cinque anni dal giorno in cui è stata commessa la violazione”.

Per questo motivo, dunque, l'iscrizione ipotecaria notificata in data 15/04/2010 è risultata ormai tardiva poiché il credito di Equitalia era già prescritto (notifica della cartella il 26/10/2004 - termine ultimo il 27/10/2009 = 5 anni).

Infine, occorre evidenziare come prive di rilievo risultano eventuali contestazioni del concessionario volte ad eccepire la modifica della prescrizione da ordinaria (in questo caso 5 anni) in quella decennale a seguito della notifica della cartella esattoriale.

Infatti, la Corte di Cassazione ha avuto modo di rilevare che la cartella di pagamento è un atto amministrativo che risulta privo dell'attitudine a modificare il termine di prescrizione (come nel caso di una sentenza passata in giudicato, si veda l'articolo 2953 cc) con la conseguenza che il precedente termine prescrizionale ricomincia nuovamente a decorrere dalla notifica della cartella (sentenza della Corte di Cassazione numero 12263 del 25/05/2007).

Pertanto, solo nel caso in cui ci si trova dinanzi ad una sentenza passata in giudicato il termine di prescrizione muta da quello ordinario precedente, previsto per il singolo tributo, in quello decennale, diversamente la notifica della cartella non fa altro che interrompere il precedente termine di prescrizione il quale ricomincerà a decorrere dal giorno successivo.

di Matteo Sances

Per fare una domanda agli esperti vai al forum.

Per approfondimenti, accedi alle sezioni tematiche del blog.

11 aprile 2011 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Ipoteca illegittima se Equitalia non produce copia delle cartelle e delle relate di notifica
Tale prova si ottiene solo con l'esibizione in giudizio, da parte del concessionario della riscossione, delle copie delle cartelle insieme alle rispettive relate di notifica. Sono queste le conclusioni a cui è giunta la Commissione Tributaria Provinciale di Milano secondo la quale il concessionario, e l'ente impositore, per l'iscrizione di ...
Cartella esattoriale - avviso di iscrizione di ipoteca obbligatorio da entrata in vigore legge 2011/106
Afferma infatti la Commissione che il procedimento di iscrizione di ipoteca esattoriale produce indubbiamente un "provvedimento restrittivo della sfera giuridica dell'interessato, derivante da un credito di natura fiscale, ed è altrettanto evidente che tale attività non può non rientrare nell'ambito dell'applicazione delle norme in materia di procedimento amministrativo, recate dalla ...
Iscrizione di ipoteca esattoriale - Per la Cassazione si tratta solo di una misura cautelare e non di atto preordinato ad espropriazione
E' nell'esperienza quotidiana l'imbattersi in iscrizioni di ipoteca effettuate dall'Agente della Riscossione sugli immobili dei contribuenti. Non pare azzardato affermare che queste misure (la cui natura è da alcuni qualificata come meramente cautelare e da altri come strumentale all'espropriazione forzata) non di rado siano adottate in maniera illegittima. Se possono ...
Iscrizione di ipoteca esattoriale - guida e normativa
Se non c'è anche una cartella di pagamento (sostanzialmente riproduzione dettagliata del ruolo esattoriale, atto interno dell'agente i cui effetti sono assimilabili a quelli di un decreto ingiuntivo) non può esserci ipoteca esattoriale. Stesso principio vale per tutti quei casi in cui la cartella sia affetta da vizi relativi, ad ...
Iscrizione ipotecaria esattoriale - non c'è obbligo intimazione di pagamento
Decorso un anno dalla notifica della cartella, l'Agente della riscossione deve inviare un avviso di intimazione, anche al fine di iscrivere validamente ipoteca sugli immobili. Secondo la Commissione tributaria provinciale di Brindisi l'iscrizione di ipoteca prevista dall'articolo 77 del DPR numero 602/1973 può essere effettuata soltanto in presenza dei presupposti ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su iscrizione di ipoteca - è illegittima se il credito è prescritto. Clicca qui.

Stai leggendo Iscrizione di ipoteca - è illegittima se il credito è prescritto Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 11 aprile 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 27 settembre 2017 Classificato nella categoria iscrizione di ipoteca .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca