Cosa fare quando si riceve la comunicazione di invito alla verifica della compliance fiscale

Chi riceve la lettera dell'Agenzia deve attivarsi per evitare che le irregolarità riscontrate nella dichiarazione dei redditi diventino, successivamente, il motivo dell'emissione di un avviso di accertamento. La prima cosa da fare quando arriva la lettera è quella di verificare che i rilievi fatti dall'Agenzia siano corretti. Dopo questa verifica, il contribuente potrà fornire elementi utili a giustificare, in tutto o in parte, l'anomalia riscontrata ovvero presentare una dichiarazione integrativa nella quale indicare i redditi non dichiarati per correggere le irregolarità evidenziate nella comunicazione.

Qualora si abbia la necessità di richiedere ulteriori informazioni in merito al contenuto della comunicazione ricevuta è possibile rivolgersi a un Centro di Assistenza Multicanale (CAM) Sono disponibili i numeri 848.800.444, da telefono fisso (tariffa urbana a tempo), e 06.96668907, da cellulare (costo in base al piano tariffario applicato dal proprio gestore), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17. In entrambi i casi occorre selezionare l'opzione servizi con operatore > comunicazione accertamento

Ci si può anche rivolgere ad un ufficio territoriale della Direzione provinciale dell'Agenzia: i funzionari dell'Agenzia forniranno l'assistenza necessaria, spiegando ai contribuenti i motivi per i quali è stata inviata la comunicazione.

Infine, è possibile segnalare all'Agenzia delle Entrate, anche mediante un intermediario abilitato alla trasmissione telematica delle dichiarazioni, fatti, elementi e circostanze dalla stessa non conosciuti.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca