Indice del post l'indennità di accompagnamento per invalidi civili totali

La Pensione invalidità civile INPS è un assegno mensile che spetta ai cittadini affetti da patologie congenite o acquisite, tali da non consentire l’attività lavorativa e quindi il proprio sostentamento. L’assegno di invalidità civile INPS, pertanto, viene erogato in presenza di determinati requisiti e previa domanda, qualora i cittadini a causa di specifiche malattia non siano in grado di lavorare e quindi sostenersi, indipendentemente dal versamento dei contributi. Alla pensione di invalidità civile, viene riconosciuta spesso anche l'indennità di accompagnamento, che individua le categorie di invalidi che hanno diritto alla prestazione. Tale indennità di accompagno, viene erogata sempre dall'INPS [ ... leggi tutto » ]

Si considerano mutilati e invalidi civili i cittadini affetti da minorazioni congenite o acquisite, anche a carattere progressivo (compresi gli irregolari psichici per oligofrenie di carattere organico o dismetabolico o per insufficienze mentali derivanti da difetti sensoriali e funzionali), che abbiano subito una riduzione permanente della capacità lavorativa non inferiore ad un terzo o, se minori di anni 18, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età. Il grado minimo per la qualifica di invalido civile è di un terzo (33%) di riduzione permanente della capacità lavorativa. Il grado d’invalidità è determinato [ ... leggi tutto » ]

L’Inps (Istituto nazionale della previdenza sociale) ha indicato, con una circolare emessa lo scorso 9 gennaio 2015, gli importi delle mensilità spettanti per il 2015 agli invalidi civili. Lo stesso testo contiene anche i limiti di reddito personale da non superare per mantenere il diritto acquisito. Le informazioni sono state diffuse per mezzo della circolare numero 1 dell’8 gennaio 2015. Tutti gli importi, rispetto allo scorso anno, sono stati leggermente rivisti verso l’alto. Questo vale sia per l’ammontare degli assegni che dei tetti reddituali. Questi devono essere calcolati utilizzando solo le somme relative al reddito della persona che, quindi, [ ... leggi tutto » ]

L’indennità di accompagnamento è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei soggetti mutilati o invalidi totali per i quali è stata accertata l’impossibilità di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore oppure [ ... leggi tutto » ]

L’indennità di accompagnamento spetta al solo titolo della minorazione, cioè è indipendente dall'età e dalle condizioni reddituali. Per ottenere l’indennità di accompagnamento sono necessari i seguenti requisiti: riconoscimento di totale inabilità (100%) per affezioni fisiche o psichiche; impossibilità di deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore, ovvero impossibilità di compiere gli atti quotidiani della vita e la conseguente necessità di un'assistenza continua; cittadinanza italiana; per i cittadini stranieri comunitari: iscrizione all'anagrafe del Comune di residenza; per i cittadini stranieri extracomunitari: permesso di soggiorno di almeno un anno di cui all'art. 41 TU immigrazione; residenza stabile ed abituale sul territorio [ ... leggi tutto » ]

Il cittadino a partire dal 2010 deve presentare obbligatoriamente all'INPS la domanda pensione invalidità civile online, a tal fine, può rivolgersi a Caf e Patronati, Associazioni di categoria oppure se dispone di PIN dispositivo INPS direttamente sul sito ufficiale dell’istituto. Prima di inviare la domanda di pensione, assegno e indennità invalidità civile, il cittadino deve rivolgersi ad un medico certificatore presente nell'elenco INPS medici certificatori invalidità civile, che ha il compito di inviare all'INPS per via telematica la richiesta del riconoscimento di invalidità civile da parte del cittadino e al contempo rilascia al richiedente la ricevuta di trasmissione. Con [ ... leggi tutto » ]

Come detto, l‘indennità di accompagnamento è una prestazione concessa, indipendentemente dal reddito, al fine di garantire il raggiungimento di una situazione di indipendenza fisica al beneficiario. L’indennità è incompatibile con: analoghe indennità elargite per causa di guerra(si pensi alla “indennità di assistenza e di accompagnamento”, che spetta solo ai titolari di pensione di guerra di I categoria). E’ comunque data la facoltà di optare per il trattamento economico più favorevole (art. 1, Legge 508/1988) analoghe indennità concesse per causa di lavoro o di servizio. E’ data anche in tal caso la facoltà di optare per il trattamento economico più [ ... leggi tutto » ]

4 marzo 2015 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Indennità di accompagnamento agli stranieri anche senza carta di soggiorno
L'indennità di accompagnamento spetta agli stranieri regolarmente presenti in Italia, anche se non hanno il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno). L'articolo 80, comma 19, della Legge del 23 dicembre 2000, numero 388 escludeva l'indennità di accompagnamento e la pensione di inabilità per ...
L'indennità di accompagnamento corrisposta agli invalidi non può rientrare nel calcolo del reddito ai fini ISEE
Com'è noto, il DPCM 159/13 ha rivisto le modalità per la determinazione ed i campi d'applicazione dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE). In particolare, le nuove misure hanno incluso, nella definizione di reddito disponibile pure l'indennità di accompagnamento e i trattamenti risarcitori percepiti dai disabili a causa della loro accertata ...
Pensione di inabilità e indennità di accompagnamento - Agli eredi vanno corrisposti gli importi liquidati dopo la morte dell'avente diritto
Gli eredi dell'invalido hanno diritto alle quote della pensione d'inabilità e dell'indennità di accompagnamento maturate dalla domanda amministrativa alla morte dell'invalido avvenuta in epoca anteriore all'accertamento dell'inabilità da parte della competente commissione provinciale. Inoltre, il credito inerente a prestazioni assistenziali dovute agli invalidi civili è produttivo di interessi legali e ...
Indennità di accompagnamento e patente di guida speciale - Non incompatibili a priori
Non sussiste incompatibilità assoluta tra indennità di accompagnamento e titolarità di una patente di guida speciale: essere beneficiari dell'indennità di accompagnamento non é a priori incompatibile con il conseguimento o il rinnovo di una patente speciale. Il discrimine é la guida in condizioni di sicurezza per sé e per gli ...
Indennità, contributi pensionistici ed altre prestazioni economiche a favore di invalidi e disabili civili » Il riepilogo
Ogni anno vengono ridefiniti, collegandoli agli indicatori dell'inflazione e del costo della vita, gli importi delle pensioni, assegni e indennità che vengono erogati agli invalidi civili, ai ciechi civili e ai sordi e i relativi limiti reddituali previsti per alcune provvidenze economiche. Obiettivo dell'articolo, dunque, è informare il lettore su ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post l'indennità di accompagnamento per invalidi civili totali. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post L'indennità di accompagnamento per invalidi civili totali Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 4 marzo 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 4 agosto 2017 Classificato nella categoria sostegno al reddito - contributi incentivi pensione di inabilità e assegno di invalidità - assegno familiare e per il nucleo familiare - indennità di disoccupazione Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti