Interessi moratori per mancato pagamento rate finanziamento

Finanziamento e interessi di mora che il creditore esige

Ho un problema con un finanziamento per un furgone kangoo acquistato tramite finanziamento. Ho finito di pagare nel 2011 con le ultime 3 rate pagate il 28 luglio. Quindi le rate di maggio e giugno le ho pagate in ritardo.

Oggi 28-06-2012 mi arriva una lettera non raccomandata del finanziamento che esigono gli interessi di quelle 2 rate e la cessione di questo diciamo credito a terze persone (CSS SPA).

Ora premetto che ho tutte le ricevute e diciamo che per legge non possono pretendere interessi sugli interessi secondo voi come mi devo comportare? Dato che ne ho le tasche piene della CONSEL SPA prima di mettermi a litigare per telefono vorrei un vostro consiglio.

Interessi moratori - Sono dovuti dal debitore in ritardo nel pagamento del rimborso

Gli interessi moratori, di solito fissati contrattualmente, sono dovuti dal debitore in ritardo nel pagamento del proprio debito (debitore in mora).

Essi costituiscono una sorta di risarcimento per il danno causato dal ritardo nel pagamento e pertanto devono essere corrisposti anche se non previsti contrattualmente, tra l'altro senza l'onere per il creditore di provare il danno subito. Gli interessi moratori decorrono, automaticamente, dal giorno successivo alla scadenza del termine per il pagamento fino al momento in cui l'obbligazione è stata completamente soddisfatta.

Possiamo essere d'accordo nel ritenere sicuramente esoso il tasso di interesse che le hanno applicato per un ritardo di pochi giorni. Ma, tant'è, non è condivisibile la sua sicurezza quando afferma che per legge non possono pretendere interessi sugli interessi.

Piuttosto mi preoccuperei di controllare che il creditore, dopo la regolarizzazione dei pagamenti (cosa che avviene solo dopo aver corrisposto gli interessi di mora) si preoccupi di segnalare l'evento alla Centrale Rischi a cui ha effettuato, eventualmente, la segnalazione.

E' opportuno ricordare, infatti, che qualora si sia pagato in ritardo due o più ratei mensili di un finanziamento, si resta iscritti nelle centrali rischi dei cattivi pagatori (CRIF, CTC, Experian) per dodici mesi dalla data di regolarizzazione.

Infine, un consiglio per il presente ed il futuro. Quando si vuole instaurare, a torto o ragione, un contenzioso con il creditore, non gli si parla al telefono ma gli si invia una raccomandata AR, possibilmente "in piego" e non in busta chiusa.

25 ottobre 2012 · Ornella De Bellis


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cattivi pagatori e rate pagate in ritardo
Il Decreto Sviluppo convertito in legge il 12 luglio 2011, nell'articolo 8-bis riguardante la cancellazione di segnalazioni dei ritardi di pagamento, fissava il termine di 5 giorni lavorativi per oscurare le informazioni relative a ritardi di pagamento di rate mensili o semestrali. Al momento della regolarizzazione dei pagamenti, le segnalazioni ...
Rate del mutuo e di un prestito pagate in ritardo – obbligo di aggiornamento dei dati relativi ai cattivi pagatori
In tema di ritardato pagamento delle rate del mutuo o di un prestito, la legge 106/2011 (approvata il 7 luglio) – è intervenuta, con l'articolo 8 bis, sulle modalità di aggiornamento nelle banche dati dei cattivi pagatori, qualora il ritardo si riferisca ad un numero di rate mensili inferiore a ...
Ritardo nel rimborso delle rate di un prestito - Il creditore non ha diritto ad un ulteriore risarcimento se è stata convenuta la misura degli interessi moratori
Secondo quanto disposto dall'articolo 1224 del Codice civile, al creditore che dimostra di aver subito un danno per l'inadempimento del debitore, conseguente al ritardato rimborso rateale del prestito concesso, spetta un risarcimento che, tuttavia, non è dovuto se è stata convenuta contrattualmente la misura degli interessi moratori. Dunque, gli interessi ...
Interessi legali e interessi di mora
Gli interessi su prestiti e mutui costituiscono un'ulteriore obbligazione che integra quella che viene definita principale: per fare un esempio abbastanza comune, quando una società o un istituto di credito erogano un finanziamento, la somma che deve essere restituita al termine del periodo concordato è l'obbligazione pecuniaria principale mentre le ...
Usura » interessi moratori interessi corrispettivi e tasso soglia
Ai fini della verifica del superamento della soglia di usura gli interessi di mora vanno sommati a quelli corrispettivi? Facciamo chiarezza con questo piccolo ed utile vademecum. Sulla famosa sentenza della Corte di Cassazione numero 350/2013, inerente al tema dell'usura e degli interessi di mora ci sono state numerose interpretazioni. ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su interessi moratori per mancato pagamento rate finanziamento. Clicca qui.

Stai leggendo Interessi moratori per mancato pagamento rate finanziamento Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 25 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca

Forum

Domande