Tipologie dei tassi di interesse - Interessi legali, interessi convenzionali e interessi di mora

Gli interessi su prestiti e mutui costituiscono un'ulteriore obbligazione che integra quella che viene definita principale: per fare un esempio abbastanza comune, quando una società o un istituto di credito erogano un finanziamento, la somma che deve essere restituita al termine del periodo concordato è l'obbligazione pecuniaria principale mentre le somme che contrattualmente devono essere corrisposte come ‘costò del prestito effettuato, e cioè gli interessi, costituiscono l'obbligazione pecuniaria accessoria.

Gli interessi si dividono essenzialmente in tre tipologie: Interessi legali, interessi convenzionali e interessi di mora o moratori.

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su tipologie dei tassi di interesse - interessi legali, interessi convenzionali e interessi di mora. Clicca qui.

Stai leggendo Tipologie dei tassi di interesse - Interessi legali, interessi convenzionali e interessi di mora Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 30 giugno 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 4 novembre 2017 Classificato nella categoria prestiti e tassi di interesse Inserito nella sezione contratti di prestito - microcredito usura e sovraindebitamento.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • alessandro_8 21 novembre 2018 at 12:02

    Qual’è il tasso di interesse che grava sulle ipoteche gidiziali (iscritte su un immobile a seguito di decreto ingiuntivo).

    • Simone di Saintjust 21 novembre 2018 at 13:09

      Nella fattispecie l’ipoteca giudiziale sull’immobile del debitore è un vincolo di garanzia a favore del creditore che consente il pagamento dell’importo azionato con decreto ingiuntivo, in caso di alienazione del bene. Sull’importo azionato dal decreto ingiuntivo e non corrisposte al creditore dopo la notifica del precetto, gravano le spese di iscrizione ipotecaria sostenute dal creditore nonché un tasso di interesse legale che, da gennaio 2018, si aggira intorno allo zero punto 3 per cento.

  • alessandro 5 novembre 2008 at 18:40

    ottima definizione, cercavo giusto la differenza fra interessi legali e moratori per capire quali applicare alla somma che una società assicurativa mi vuole liquidare con diversi mesi di ritardo!!!
    grazie!!

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca