Debiti per contributi pensionistici INPS non versati


Indice dei contenuti dell'articolo



Il mese scorso, al telefono, mi chiama una dipendente Unicredit chiedendomi se fossi al corrente che mio padre, deceduto nel 2005, avesse dei presunti debiti per contributi pensionistici con l’INPS, come coltivatore diretto, e/o per contributi operai, come datore di lavoro, per il periodo all’incirca dal 1996 al 2002/2004. E’ stata molto pacata e gentile e mi ha chiesto di verificare la situazione contributiva presso l’INPS di competenza, ma non ne ho avuto il tempo.

Il 06 marzo mi ha richiamato nuovamente.

Premesso che io non sono a conoscenza di tali presunti debiti e che negli scorsi anni non è arrivata nessuna comunicazione in merito, posso ritenere prescritti tali debiti? E come posso fare per evitare di ricevere tali telefonate?

25 Ottobre 2012 · Stefano Iambrenghi

Indice dei contenuti dell'articolo




Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su debiti per contributi pensionistici inps non versati. Clicca qui.

Stai leggendo Debiti per contributi pensionistici INPS non versati Autore Stefano Iambrenghi Articolo pubblicato il giorno 25 Ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 17 Dicembre 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)