Avviso di accertamento, avviso di addebito, cartella esattoriale e ingiunzione fiscale - differenze

Indice dei contenuti dell'articolo



L’avviso di accertamento immediatamente esecutivo, l’avviso di addebito, la cartella esattoriale e l’ingiunzione fiscale sono gli strumenti definiti nel tempo dal legislatore per la riscossione coattiva di crediti erariali e contributivi, tributi locali e sanzioni amministrative.

Passeremo in rassegna questi atti esecutivi, tristemente famosi al cittadino, cercando di coglierne differenze e finalità e comprenderne le ragioni della loro introduzione.

4 Dicembre 2011 · Rosaria Proietti

Indice dei contenuti dell'articolo


Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su avviso di accertamento, avviso di addebito, cartella esattoriale e ingiunzione fiscale - differenze. Clicca qui.

Stai leggendo Avviso di accertamento, avviso di addebito, cartella esattoriale e ingiunzione fiscale - differenze Autore Rosaria Proietti Articolo pubblicato il giorno 4 Dicembre 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 3 Aprile 2018 Classificato nella categoria atti impoesattivi - avviso di accertamento immediatamente esecutivo e ingiunzione fiscale Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • Anonimo 22 Gennaio 2021 at 00:20

    Vorrei sapere se dopo aver ricevuto un Avviso di accertamento esecutivo (Tari), arriverà poi la cartella esattoriale di iscrizione a ruolo. Cioè, la comunicazione di iscrizione a ruolo (cartella) è sempre successiva e finale rispetto a qualsiasi altro atto di notifica?

    • Simone di Saintjust 22 Gennaio 2021 at 01:55

      In caso di omesso adempimento rispetto all’avviso di accertamento, tutto dipende dal sistema di esazione coattiva scelto dal Comune su cui è ubicato l’immobile soggetto a TARI: il debitore inadempiente potrebbe ricevere una cartella esattoriale affidata ad Agenzia delle Entrate Riscossione o una ingiunzione fiscale gestita da una concessionaria comunale locale.