In questi giorni ho ricevuto una cartella esattoriale di 14.000 euro, per un errore che feci all’atto di acquisto della casa

In questi giorni ho ricevuto una cartella esattoriale di 14.000 euro, per un errore che feci all’atto di acquisto della casa nel 2006; infatti dichiarai che era la prima casa di abitazione, ma in realtà ne avevo un’altra che vendetti un mese e mezzo più tardi. Lo Stato mi sta chiedendo la differenza dell’iva, in quanto appunto non era la mia prima casa. Ora mi trovo in gravi difficoltà economiche e non posso pagare quanto richiesto dall’Agenzia delle Entrate. Ho già una cessione sullo stipendio, la casa in questione è quasi venduta. La mia domanda è come posso far capire che non ho i soldi per pagare?e cosa possono fare per costringermi a pagare? Grazie da una donna disperata

Purtroppo la cartella va pagata. Se non potrà farlo rischia dal fermo amministrativo dell’auto, al pignoramento dello stipendio, e anche (ma con minore probabilità) il pignoramento dei mobili di casa. Si ricordi comunque che le cartelle esattoriali possono essere rateizzate.

12 Marzo 2010 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Atto di pignoramento della mia casa per un debito non pagato - Cosa posso fare?
Possiedo una casa di valore più o meno 100 mila euro, su cui grava un mutuo residuo non ancora finito di pagare di 20 mila euro, con rate regolari e tutte pagate fino ad ora. Il problema è con un finanziamento che presi con la banca di credito cooperativa di 9800 euro nel 2010 che purtroppo per problemi economici non ho potuto pagare ed ora con spese annesse è arrivato a 16 mila euro con atto di pignoramento della casa. Cosa possono fare questi signori? portarmi via casa per un debito di 16 mila euro? Cosa posso fare io? ...

Legittima la notifica della cartella esattoriale ad erede se atto richiama iscrizione a ruolo a carico del de cuius
In tema di accertamento la circostanza che la cartella di pagamento sia stata notificata all'erede dell'originario contribuente, non ne fa venir meno la legittimità, quando emessa in conformità dell'articolo 25 d.p. r. numero 602 del 1913, come sostituito dall'articolo 11 d. lgs . numero 46 del 1999, poiché, secondo costante orientamento di questa Corte, a soddisfare la garanzia difensiva, è sufficiente che l'atto richiami l'iscrizione a ruolo, permettendo, cosi, di identificare l'accertamento divenuto definitivo da cui trae la riscossione (Cass. sez. Trib. numero 21140 del 2011; Cass o sez . Trib . numero 11466 del 20111). Lo ha chiarito la ...

Tari mai pagata da 12 anni - Ho sempre rifiutato la consegna della cartella esattoriale dichiarando che il destinatario dell'atto era assente
Non ho capito la prescrizione: io non ho mai pagato la tari ed abito in una casa intestata a me da 12 anni. Ora che ho la possibilità vorrei mettermi a posto. ma ho paura che mi chiedano tutti gli arretrati di questi anni. Lo possono fare? Non so se al comune in questi anni hanno affisso qualcosa dato che io non mai accettato di firmare la cartella, dicendo che il proprietario non c'era. ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su in questi giorni ho ricevuto una cartella esattoriale di 14.000 euro, per un errore che feci all’atto di acquisto della casa. Clicca qui.

Stai leggendo In questi giorni ho ricevuto una cartella esattoriale di 14.000 euro, per un errore che feci all’atto di acquisto della casa Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 12 Marzo 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria cartelle esattoriali - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)