IMU - Detrazione abitazione principale e relative pertinenze

Per l'abitazione principale e per le relative pertinenze è riconosciuta, oltre all'aliquota ridotta, anche una detrazione pari a € 200 per il periodo durante il quale si protrae la destinazione.

Se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi in egual misura e proporzionalmente al periodo per il quale la destinazione stessa si verifica.

Ad esempio, se l'abitazione è posseduta da due coniugi che vi risiedono e dimorano per l'intero anno, a ciascuno di essi spetta la detrazione di € 100 (€ 200/2). Se, invece, l'abitazione è posseduta da 4 soggetti passivi che vi risiedono e dimorano per l'intero anno, a ciascuno di essi spetta la detrazione di € 50 (€ 200/4).

IMU - Altri casi di detrazione

La sola detrazione prevista per l'abitazione principale e per le relative pertinenze si applica altresì a:

  1. le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari;
  2. gli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o altrimenti denominati.
Imu - Maggiorazione della detrazione

La detrazione di € 200 è maggiorata di € 50 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, a condizione che lo stesso dimori abitualmente e risieda anagraficamente nell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale.

La maggiorazione non può superare € 400 e, pertanto, l'importo complessivo della detrazione (€ 200) e della maggiorazione non può risultare superiore a € 600.

IMU - Calcolo della maggiorazione

Il diritto alla maggiorazione spetta:
• fino al compimento del 26° anno di età, per cui si decade dal beneficio dal giorno successivo a quello in cui si è verificato l'evento.
• per potere computare l'intero mese nel calcolo della maggiorazione, occorre che:

  1. il compimento del 26° anno di età si verifichi dal 15° giorno del mese in poi;
  2. la nascita si sia verificata da almeno 15 giorni.
IMU - Unicità della detrazione per nucleo familiare

Se i componenti del nucleo familiare stabiliscono la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, l'aliquota e la detrazione per l'abitazione principale e per le relative pertinenze devono essere uniche per nucleo familiare indipendentemente dalla dimora abituale e dalla residenza anagrafica dei rispettivi componenti.

IMU - Esempio di calcolo per abitazione principale

L'esempio si riferisce ad un proprietario unico con due figli entrambi di età inferiore ai 26 anni.

  1. Rendita catastale dell'abitazione = € 750Base imponibile » Rendita catastale x 168 = € 126.000 [Per semplicità di calcolo la rendita catastale si moltiplica per 168 (1,05 x 160) che comprende la rivalutazione della rendita del 5%]
    Aliquota di base relativa all'abitazione principale e alle sue pertinenze = 0,4 %

    IMU annua lorda per abitazione » € 126.000 x 0,4 % = € 504
  2. Rendita catastale della pertinenza (C/2 oppure C/6 oppure C/7) = € 60Base imponibile » Rendita catastale x 168= € 10.080 [Per semplicità di calcolo la rendita catastale si moltiplica per 168 (1,05 x 160) che comprende la rivalutazione della rendita del 5%]
    IMU annua lorda per pertinenza » € 10.080 x 0,4% = € 40,32
  3. Detrazione per abitazione principale = € 200
    Maggiorazione per figli = € 50 x 2 (figli) = € 100

    IMU annua » € 504 + € 40,32 - € 200 - € 100 = € 244,32
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca