IMU - Abitazione principale


Indice dei contenuti dell'articolo



L’abitazione principale consiste in una sola unità immobiliare iscritta o iscrivibile in catasto, nella quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.

IMU – Pertinenze dell’abitazione principale

Per pertinenze dell’abitazione principale si intendono esclusivamente quelle accatastate nelle categorie:

• C/2: magazzini e locali di deposito; cantine e soffitte se non unite all’unità immobiliare abitativa;
• C/6: stalle, scuderie, rimesse, autorimesse;
• C/7: tettoie.

Il contribuente può considerare come pertinenza dell’abitazione principale soltanto un’unità immobiliare per ciascuna categoria catastale, fino ad un massimo di tre pertinenze appartenenti ciascuna ad una categoria catastale diversa.

Se la soffitta e la cantina, entrambe classificabili in C/2, sono accatastate unitamente all’abitazione principale, il contribuente può usufruire delle agevolazioni per l’abitazione principale solo per un’altra pertinenza classificata in C/6 o C/7.

Aliquota per abitazione principale e relative pertinenze

• L’aliquota per l’abitazione principale e per le relative pertinenze è pari a 0,4%;
• I comuni possono aumentarla o diminuirla sino a 0,2 punti percentuali;
• Detta aliquota potrà, pertanto, oscillare da un minimo di 0,2% ad un massimo di 0,6%.

IMU – Estensione aliquota ridotta

Le aliquote per l’abitazione principale e per le relative pertinenze si applicano anche:

  1. alla casa coniugale assegnata all’ex coniuge;
  2. e, se il comune lo ha previsto nel proprio regolamento, all’abitazione non locata posseduta da:
    1. anziani o disabili che risiedono in istituti di ricovero o sanitario;
    2. cittadini italiani residenti all’estero.

19 Maggio 2012 · Giorgio Valli

Indice dei contenuti dell'articolo




Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su imu - abitazione principale. Clicca qui.

Stai leggendo IMU - Abitazione principale Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 19 Maggio 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 9 Febbraio 2019 Classificato nella categoria iuc tarsu tia imu tasi service tax e altri tributi locali Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • Anonimo 12 Dicembre 2019 at 13:25

    Salve
    Acquisto casa intestata direttamente a figli minori ad ottobre 2019:
    – attuale Residenza è in altro comune dove risulta prima casa
    – l’acquisto vale come seconda casa? L’IMU deve essere pagata? Come si calcola?
    Grazie in anticipo

    • Ornella De Bellis 12 Dicembre 2019 at 15:14

      I genitori esercenti la responsabilità genitoriale hanno in comune l’usufrutto dei beni del figlio minore, fino alla maggiore età: così dispone il primo comma dell’articolo 324 del codice civile. L’usufrutto legale dei genitori è un diritto reale di godimento che ha ad oggetto tutti i beni che fanno parte del patrimonio del minore.

      Pertanto al pagamento dell’IMU sono obbligati i genitori del minore, e l’immobile non può essere classificato, ai fini IMU, come abitazione principale.

      Per quanto riguarda le modalità di calcolo dell’Imposta Municipale Unica è possibile utilizzare questa risorsa WEB.