Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza per gli aventi diritto – Quanto mi spetta » Importi del reddito di cittadinanza caricati sulla carta ad Integrazione dei redditi percepiti dal nucleo familiare

Per qualsiasi nucleo familiare (in cui esiste anche un solo elemento con età inferiore a 67 anni), il reddito di cittadinanza integra la somma complessiva dei redditi mensili dei componenti il nucleo familiare alla soglia base di 500 euro mensili, incrementata per ciascun minorenne presente nel nucleo familiare di 200 euro mensili. Fino ad un massimo complessivo di 1.050 euro/mese (1.100 euro/mese se qualora nel nucleo familiare sono presenti componenti in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza).

Ad esempio, ipotizziamo un nucleo familiare formato da soli adulti e un bambino con un reddito annuo lordo (somma dei redditi lordi annui di ciascun componente il nucleo) pari a 7.920 euro e abitante in una casa concessa in comodato. Il reddito mensile percepito dal nucleo familiare è di 660 euro mese. Il reddito di cittadinanza deve integrare la somma complessiva dei redditi mensili dei componenti il nucleo familiare alla soglia base di 700 euro mensili (500 euro/mese di base più 200 euro/mese, incremento per la presenza di un minore). Dunque, sulla carta verranno caricati 40 euro/mese.

Se il nucleo familiare è composto esclusivamente da soggetti di età uguale o superiore a 67 anni, la pensione di cittadinanza integra la somma complessiva dei redditi mensili dei componenti il nucleo familiare alla soglia base di 630 euro (senza alcun incremento).

Se il nucleo familiare abita in locazione, avrà diritto a al rimborso mensile del canone di locazione fino ad un massimo di 280 euro.

Se il nucleo familiare abita in casa di proprietà e paga il mutuo par l’acquisto della casa, avrà diritto a al rimborso della rata mensile di mutuo fino ad un massimo di 150 euro/mese.

20 Aprile 2019 · Ludmilla Karadzic

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni da blog e forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza per gli aventi diritto – quanto mi spetta » importi del reddito di cittadinanza caricati sulla carta ad integrazione dei redditi percepiti dal nucleo familiare. Clicca qui.

Stai leggendo Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza per gli aventi diritto – Quanto mi spetta » Importi del reddito di cittadinanza caricati sulla carta ad Integrazione dei redditi percepiti dal nucleo familiare Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 20 Aprile 2019 Ultima modifica effettuata il giorno 20 Aprile 2019 Classificato nella categoria famiglia separazione divorzio lavoro pensioni isee sostegno al reddito » mini guide Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • Anonimo 7 Luglio 2020 at 17:49

    Buonasera percepisco il reddito di cittadinanza da circa 4 mesi i primi 2 mesi 96 euro poi facendo inserire corrente adesso 600 adesso c’è un problema mia figlia e andata a convivere con il ragazzo a Torino e dv hanno preso abitazione non possono fare residenza xchevil contratto e x 6 mesi quindi ciò significa che lei con il suo lavoro mi farà reddito pur non ricevendo nessun aiuto da parte sua come posso fare x risolvere il domicilio della ragazza non basta x far vedere che lei non è più con me o devo farla togliere dalla situazione di famiglia?

    • Simone di Saintjust 7 Luglio 2020 at 17:54

      Anche se esclude sua figlia dallo stato di famiglia, ella farà parte sempre del nucleo familiare del genitore fino all’età di 26 anni se non produce reddito adeguato. Il problema del reddito, tuttavia si porrà solo con l’ISEE 2022, quando saranno presi a riferimento i redditi prodotti nel 2020 dai componenti il nucleo familiare percettore di reddito di cittadinanza.

  • Anonimo 23 Aprile 2019 at 18:04

    Ho fatto domanda reddito cittadinanza mi e stato accolta ho anche la card siccome che l,affitto lo tiene intestato mia moglie il pigione lo posso pagare tramite bonifico oppure no.

    • Ornella De Bellis 23 Aprile 2019 at 19:40

      Con la Carta Rdc è possibile effettuare anche un bonifico mensile per il pagamento dell’affitto, nell’ipotesi in cui l’importo del beneficio economico sia comprensivo della componente ad integrazione del reddito dei nuclei familiari residenti in abitazioni in locazione, purchè il contratto di locazione sia stato intestato ad uno dei componenti il nucleo familiare (Circolare INPS 43/2019).

      Nella causale specificare numero di registrazione del contratto e riferimento temporale del canone (esempio canone locazione 4/2019 contratto registrato il …. numero xxxxxx).