Impiego di immigrati clandestini - I rischi penali per il datore di lavoro e la ulteriore sanzione amministrativa pari al costo di rimpatrio

Il datore di lavoro che occupa alle proprie dipendenze immigrati clandestini privi del permesso di soggiorno, ovvero il cui permesso sia scaduto e del quale non sia stato chiesto, nei termini di legge, il rinnovo, revocato o annullato, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa di 5 mila euro per ogni lavoratore impiegato.

Le pene sono aumentate da un terzo alla metà se gli immigrati clandestini occupati sono in numero superiore a tre; se gli immigrati clandestini occupati sono minori in età non lavorativa; se i gli immigrati clandestini occupati sono sottoposti alle altre condizioni lavorative di particolare sfruttamento.

Con la sentenza di condanna il giudice applica al datore di lavoro la sanzione amministrativa accessoria del pagamento del costo medio di rimpatrio del lavoratore straniero assunto illegalmente: Il costo medio del rimpatrio per ogni lavoratore immigrato clandestino assunto illegalmente,è fissato, per l'anno 2018 in euro 1398.

Si tratta, in particolare, delle sanzioni penali ed amministrative previste dal decreto legislativo 286/1998, agli articoli 12, 12 bis e 12 ter.

23 febbraio 2019 · Patrizio Oliva

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Argomenti correlati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su impiego di immigrati clandestini - i rischi penali per il datore di lavoro e la ulteriore sanzione amministrativa pari al costo di rimpatrio. Clicca qui.

Stai leggendo Impiego di immigrati clandestini - I rischi penali per il datore di lavoro e la ulteriore sanzione amministrativa pari al costo di rimpatrio Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 23 febbraio 2019 Ultima modifica effettuata il giorno 23 febbraio 2019 Classificato nella categoria immigrazione e integrazione ..

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca