Le nuove categorie catastali


Indice dei contenuti dell'articolo


A partire da oggi, 9 novembre 2015, le visure delle unità urbane a destinazione ordinaria, iscritte in catasto e corredate di planimetria, contengono anche la superficie dell’immobile, calcolata sulla base di quanto stabilito dal Dpr 138/1998: Regolamento per la revisione delle zone censuarie e delle tariffe d’estimo.

Le visure si arricchiscono di un’altra informazione importante per i cittadini: la superficie ai fini Tari, che, per le sole destinazioni abitative, non tiene conto di balconi, terrazzi e altre aree scoperte di pertinenza e accessorie. Ciascun proprietario otterrà con la visura catastale i dati per poter verificare la base imponibile utilizzata per il calcolo del tributo sui rifiuti.

In caso di incoerenza tra la planimetria e la superficie calcolata, i contribuenti potranno inviare le proprie osservazioni, attraverso il sito dell’Agenzia, e contribuire quindi a migliorare la qualità delle banche dati condivise tra Fisco ed enti locali.

Andiamo adesso a verificare le nuove categorie catastali.

  • Gruppo R (Unita’ immobiliari a destinazione abitativa di tipo privato e locali destinati a funzioni complementari)
    • R/1 – Abitazioni in fabbricati residenziali e promiscui.
    • R/2 – Abitazioni in villino e in villa.
    • R/3 – Abitazioni tipiche dei luoghi.
    • R/4 – Posti auto coperti, posti auto scoperti su aree private, locali per rimesse di veicoli.
  • Gruppo P (Unita’ immobiliari a destinazione pubblica o di interesse collettivo)
    • P/1 – Unita’ immobiliari per residenze collettive e simili.
    • P/2 – Unita’ immobiliari per funzioni sanitarie.
    • P/3 – Unita’ immobiliari per funzioni rieducative.
    • P/4 – Unita’ immobiliari per funzioni amministrative, scolastiche e simili.
    • P/5 – Unita’ immobiliari per funzioni culturali e simili.
  • Gruppo T (Unita’ immobiliari a destinazione terziaria)
    • T/1 – Negozi e locali assimilabili.
    • T/2 – Magazzini, locali da deposito e laboratori artigianali.
    • T/3 – Fabbricati e locali per esercizi sportivi.
    • T/4 – Pensioni.
    • T/5 – Autosilos, autorimesse e parcheggi a raso di tipo pubblico.
    • T/6 – Stalle, scuderie e simili.
    • T/7 – Uffici, studi e laboratori professionali.

  • Gruppo V (Unita’ immobiliari speciali per funzioni pubbliche o di interesse collettivo)
    • V/1 – Stazioni per servizi di trasporto terrestri, marittimi, aerei ed impianti di risalita.
    • V/2 – Stabilimenti balneari e di acque curative. V/3 – Fiere permanenti, recinti chiusi per mercati, posteggio bestiame e simili.
    • V/4 – Fabbricati destinati all’esercizio pubblico dei culti, cappelle ed oratori.
    • V/5 – Ospedali.
    • V/6 – Fabbricati, locali, aree attrezzate per esercizi sportivi e per divertimento, arene e parchi zoo.
    • V/7 – Unita’ immobiliari a destinazione pubblica o di interesse collettivo, con censibili nelle categorie di gruppo P, per la presenza di caratteristiche non ordinarie ovvero non riconducibili, per destinazione, alle altre categorie del gruppo V.
  • Gruppo Z (Unita’ immobiliari a destinazione terziaria produttiva e diversa)
    • Z/1 – Unita’ immobiliari per funzioni produttive.
    • Z/2 – Unita’ immobiliari per funzioni produttive connesse all’agricoltura.
    • Z/3 – Unita’ immobiliari per funzioni terziariocommerciali.
    • Z/4 – Unita’ immobiliari per funzioni terziariodirezionali.
    • Z/5 – Unita’ immobiliari per funzioni ricettive.
    • Z/6 – Unita’ immobiliari per funzioni culturali e per lo spettacolo.
    • Z/7 – Stazioni di servizio e per la distribuzione dei carburanti agli autoveicoli.
    • Z/8 – Posti barca compresi in porti turistici.
    • Z/9 – Edifici galleggianti o sospesi assicurati a punti fissi del suolo.
    • Z/10 – Unita’ immobiliari a destinazione residenziale o terziaria, non censibili nelle categorie dei gruppi R e T, per la presenza di caratteristiche non ordinarie, ovvero unita’ immobiliari non riconducibili, per destinazione, alle altre categorie del gruppo Z.

9 Novembre 2015 · Giorgio Valli

Indice dei contenuti dell'articolo




Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su le nuove categorie catastali. Clicca qui.

Stai leggendo Le nuove categorie catastali Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 9 Novembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 2 Agosto 2017 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)