Divisione ereditaria quando i beni immobili sono più di uno

Questa regola, però, viene applicata esclusivamente nell'ipotesi in cui vi sia un solo immobile nell'eredità da dividere.

Al contrario, ovvero quando l'immobile è più di uno, si deve valutare l'ipotesi dell'assegnazione in natura di una porzione degli immobili ad ogni coerede in modo da vedere soddisfatto il loro diritto ereditario e al contempo non compromettere la funzionalità degli immobili stessi.

Ed è proprio per porre rimedio a questa ultima ipotesi che si sono pronunciati i Giudici del Palazzaccio.

I supremi giudici hanno, infatti, stabilito che l'erede che, in quanto comproprietario dell'immobile, avrebbe diritto ad una quota maggiore su di esso, non ha diritto all'assegnazione dell'immobile intero se quest’ultimo, considerato insieme agli altri immobili presenti nell'eredità, può essere diviso in altre porzioni in natura tra i coeredi.

29 ottobre 2014 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca