Il sistema prezzo valore - perchè conviene

Gli incentivi sono di due tipi: prima di tutto in Italia i valori catastali sono molto bassi, e vengono aggiornati di rado. In più, la finanziaria 2007 ha introdotto uno sconto del 30% sulla parcella del notaio, che viene calcolata come percentuale del prezzo di vendita. Oltre a questo, chi sceglie il prezzo valore, è sicuro di evitare accertamenti fiscali, perché sul valore catastale non si può mentire.

Tra i nuovi vincoli, però, c'è l'obbligo di indicare come viene pagato l'immobile: 12500 euro è il limite all'uso dei contanti, altrimenti scattano le norme antiriciclaggio.

Ma sono anche altre le novità per chi si rivolge al notaio, soprattutto per quanto riguarda i mutui, strumento indispensabile per comprare casa.

Dopo le liberalizzazioni del decreto Bersani, infatti, è stata abolita la penale da pagare per l'estinzione anticipata del mutuo. Sparite anche le gabelle che ostacolavano la portabilità del finanziamento, cioè la possibilità di richiedere un nuovo mutuo con nuove condizioni, ad un'altra banca senza dover procedere alla cancellazione dell'ipoteca.

Con il sistema prezzo valore scendono i ricavi per i notai e aumentano i vantaggi per i consumatori

Almeno in teoria ...

Per porre una domanda sul sistema prezzo valore, sul contratto di mutuo in generale, sulle tipologie di mutuo, sulle normative vigenti in tema di mutuo ipotecario, clicca qui.

21 agosto 2008 · Piero Ciottoli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca