Il saldo a stralcio è un accordo transattivo fra debitore e creditore

Si tratta praticamente di un accordo fra debitore e creditore.

Supponiamo che il creditore avanzi, fra capitale iniziale ed interessi di mora, una somma di 6000 euro.

Supponiamo anche che il debitore sia un nullatenente e non possegga quindi beni (case di proprietà, stipendio) aggredibili in via giudiziale.

I due, creditore e debitore, si mettono d'accordo. Il debitore paga 2000 euro ed i debitore rinuncia al residuo capitale ed agli interessi.

Si dice allora che è stato trovato un accordo di saldo a stralcio. A saldo di tutto quanto possa vantare in futuro il creditore e a stralcio della esposizione debitoria pregressa del debitore.

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

19 settembre 2010 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il saldo a stralcio è un accordo transattivo fra debitore e creditore. Clicca qui.

Stai leggendo Il saldo a stralcio è un accordo transattivo fra debitore e creditore Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 19 settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca