Il creditore può chiedere l'escussione del debito al coobbligato

Per sapere se può succedere qualcosa alla casa bisognerebbe sapere se è stata acquistata prima o dopo il matrimonio, e qual è il regime patrimoniale adottato dai coniugi.

Per quanto riguarda suo padre, signora, purtroppo egli è un coobbligato. Il creditore potrebbe decidere da un momento all’altro di chiedere a lui il pagamento di quanto dovuto da suo marito.

Suo marito potrebbe beneficiare della sospensione del pagamento delle rate del mutuo ricorrendo all’accordo ABI Governo per la moratoria dei finanziamenti concessi a piccole e medie imprese (PMI). Deve pertanto chiedere informazioni alla banca che ha erogato il mutuo e presentare istanza facendo riferimento all’accordo ABI Governo per le PMI.

Grazie grazie a quell’accordo, se suo marito è in momentanea difficoltà a pagare le rate o ha già un ritardo nel pagamento, egli potrebbe sospendere per 12 mesi il pagamento della quota capitale delle rate di mutuo.

Ciò avviene senza costi aggiuntivi, alle stesse condizioni di tasso, senza richiesta di garanzie ulteriori e interessi di mora per il periodo di sospensione.

Il vantaggio è di avere un po’ di respiro nella propria attività imprenditoriale e poter affrontare con maggiore tranquillità i prossimi mesi.

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, accedi al forum.

18 Settembre 2010 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Mutuo cointestato separazione e accollo non liberatorio - il coniuge diventato debitore unico non può chiedere modifiche contrattuali
Il caso si riferisce ad una coppia di coniugi cointestatari di mutuo ipotecario laddove, nella sentenza di omologa della separazione consensuale si legge che ... resta a carico del marito l'onere relativo al pagamento della rata del mutuo. Il marito che, in forza dell'accordo di separazione, era divenuto "debitore unico" della banca erogatrice del mutuo, chiedeva la rinegoziazione di alcune condizioni contrattuali, in particolare il passaggio da un tasso fisso ad uno variabile. Si opponeva la moglie che continuava ad essere debitrice, non avendo la banca, peraltro, accettato l'accollo liberatorio. Secondo lei, il passaggio da tasso fisso a variabile avrebbe ...

chiedere una riduzione della rata è lecito - accoglierla è cortesia
Nella fase stragiudiziale finalizzata a concordare condizioni migliori nel piano di rimborso di un finanziamento, si può chiedere qualsiasi cosa. E questo, indipendentemente dal verificarsi di un sopravvenuto peggioramento delle condizioni economico-patrimoniali del debitore o dall'insorgere di una grave malattia. Solo per i contratti di mutuo ipotecario la legge,  accordi di categoria o misure unilaterali, regolano, a fronte del verificarsi di particolari condizioni,  la sospensione o la riduzione delle rate Per il resto, com'è noto, chiedere è lecito, rispondere o venire incontro alla richiesta, è cortesia. ...

Ipoteca su immobile sottoposto a sequestro - Il creditore non può chiedere la revoca del sequestro
Il terzo titolare di un diritto di credito assistito da garanzia reale non può essere pregiudicato dalla confisca penale eseguita su quei beni. Nessuna forma di confisca, infatti, può determinare l'estinzione dei diritti reali di garanzia costituiti sulla cosa, in puntuale sintonia col principio generale di giustizia distributiva per cui la misura sanzionatoria non può ritorcersi in ingiustificati sacrifici delle posizioni giuridiche soggettive di chi sia rimasto estraneo all'illecito. Tuttavia il creditore non può ottenere la revoca del sequestro per soddisfarsi sul bene. Egli deve attendere l'esito del processo penale e l'eventuale decisione definitiva sulla confisca perché solo in tale ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il creditore può chiedere l'escussione del debito al coobbligato. Clicca qui.

Stai leggendo Il creditore può chiedere l'escussione del debito al coobbligato Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 18 Settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria recupero crediti - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)