Il comunicato della giunta regionale lombarda sul bonus famiglia di 1500 euro – chi può richiederlo, modalità di erogazione, tempi e modi di presentazione delle domande

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

La Giunta regionale lombarda  ha deciso, su proposta dell’assessore alla Famiglia e Solidarietà Sociale, Giulio Boscagli, un primo stanziamento di 20 milioni di euro destinati al “Buono Famiglia” per l’anno 2009. Si tratta di un contributo di 1.500 euro (pari a 125 al mese), che verrà corrisposto in tre tranche quadrimestrali di 500 euro. Ne beneficeranno le famiglie a basso reddito che hanno almeno tre figli minorenni. Le domande potranno essere effettuate a partire dal 15 febbraio.

“Si tratta di una straordinaria misura – ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, illustrando il provvedimento – a favore delle famiglie per aiutarle ad affrontare una situazione economica che si prospetta più difficile di quella degli anni passati. Questo provvedimento si affianca agli altri adottati in questo periodo dalla Giunta regionale con la stessa finalità: sostegno alle piccole e medie imprese, garanzie date ai crediti che queste stesse imprese hanno verso il sistema bancario, rifinanziamento del sostegno agli affitti, ecc”.

CHI PUO’ RICHIEDERLO

Possono richiedere il “Buono” le famiglie con almeno 3 figli (compresi quelli in affido) minorenni, uno dei quali deve avere meno di 6 anni. “Abbiamo fatto questa scelta – ha poi spiegato l’assessore Boscagli – perché sono proprio le famiglie numerose quelle che, come indicano tutti gli organismi internazionali, rischiano maggiormente, nei periodi di crisi, di trovarsi in povertà. Per lo stesso motivo abbiamo voluto includere la fascia di età 0 – 6 anni perché è quella nella quale l’onere della cura è più elevato e per la quale invece non sono previsti altri sostegni”.

Le famiglie che vogliono ottenere il “Buono” devono avere un ISR (Indicatore della Situazione Reddituale), riferito ai redditi percepiti da tutti i componenti della famiglia nel 2007, non superiore a 10.000 euro. Il calcolo dell’ISR è fatto tenendo conto di più elementi: il numero dei componenti della famiglia; il reddito complessivo, eventualmente ridotto del canone annuale di locazione dell’abitazione di residenza, e altre caratteristiche (la presenza di persone con handicap o invalidità, famiglie con un solo genitore o con entrambi genitori che lavorano).

In base a questi parametri 10.000 euro ISR corrispondono, per esempio, a un reddito annuale di 28.500 euro per una genitore solo con tre figli o per una coppia, sempre con tre figli, ma nella quale solo uno dei genitori lavora; oppure ai 37.500 euro di una famiglia con 4 figli nella quale entrambi i genitori lavorano, e così via.

MODALITA’ DI EROGAZIONE

L’importo complessivo di 1.500 euro sarà accreditato sul conto corrente bancario o postale della famiglia beneficiaria in tre rate di euro 500, con cadenza quadrimestrale; ovvero potrà essere inviato con vaglia postale a coloro che non sono titolari di conto corrente. La prima tranche sarà corrisposta a fine aprile; le altre a fine agosto e dicembre.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

“Il genitore che richiede il ‘Buono’ – ha spiegato ancora Boscagli – deve presentare la domanda agli sportelli appositamente predisposti presso i distretti delle ASL dal 15 febbraio al 13 marzo 2009. Dalla settimana prossima le ASL saranno in grado di dare tutte le informazioni necessarie a compilare la richiesta.” Spetta dunque alle ASL la raccolta delle domande, la verifica della loro ammissibilità, la predisposizione delle graduatorie degli aventi diritto in base al reddito, l’erogazione dei contributi e la verifica della veridicità dei dati che i richiedenti hanno fornito. A partire dal 16 marzo l’ASL comunicherà alle famiglie l’assegnazione del contributo e disporrà per il bonifico o per l’invio del vaglia postale.

20 Gennaio 2009 · Antonio Scognamiglio

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Indennità 600 euro Covid-19 » Da oggi primo aprile la presentazione delle domande
L'INPS comunica che da oggi 1 aprile 2020 è possibile presentare la domanda per fruire del contributo di 600 euro: questo l'indirizzo utile per presentare la domanda. L'accesso è consentito ai soli soggetti in possesso di un PIN rilasciato dall'Istituto, di una identità SPID, almeno di livello 2, di una Carta di identità elettronica 3.0 (CIE) o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Le credenziali di accesso sono strettamente personali e il loro utilizzo non è delegabile. Tutte le operazioni effettuate sono soggette a tracciatura ed imputate al titolare dell'utenza, con le relative responsabilità civili e penali. L'eventuale stampa, ...

Bonus 600 euro per autonomi causa Coronavirus - Posso richiederlo anche se ho debiti con l'INPS
Sono un lavoratore autonomo in situazione debitoria con INPS posso comunque richiedere bonus 600 euro del decreto Cura Italia? ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il comunicato della giunta regionale lombarda sul bonus famiglia di 1500 euro – chi può richiederlo, modalità di erogazione, tempi e modi di presentazione delle domande. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • paola 18 Ottobre 2009 at 18:29

    ma quando arrivano i soldi delreddito minimo garantito

    • Anonimo 21 Ottobre 2009 at 09:41

      hanno detto ce arrivano per la fine di ottobre!!!!

    • enza 21 Ottobre 2009 at 09:42

      hanno detto che la seconda tranche arriverà a fine ottobre!!!

    • enza 12 Novembre 2009 at 09:59

      i soldi sono stati spediti da venerdi 6 novembre,quindi dovrebbero arrivare ciao!!

  • nunzia 24 Agosto 2009 at 02:00

    per caso mi sa dire se e in arrivo la seconda tranche del bonus regione?grazie

    • c0cc0bill 24 Agosto 2009 at 07:08

      No, mi spiace.

  • anonimo 29 Giugno 2009 at 15:17

    siamo al 29 giugno e non e arrivato niente

    • enza 10 Luglio 2009 at 11:46

      OGGI MI è ARRIVATA LA TANTO ATTESA LETTERA,E’ STATA ACCETTATA LA MIA DOMANDA MA QUANDO ARRIVERANNO I SOLDI?TELEFONANDO ALLA REGIONE MI HANNO DETTO CHE CI VORRANNO 30-40 GIORNI E’ POSSIBILE?

  • giuseppe 29 Giugno 2009 at 15:09

    siamo al 29 giugno e non e arrivato niente non sara mica morto il postino o scappato all’estero con i bonus

  • 74ele74 23 Giugno 2009 at 14:14

    E 23 GIUGNO NON HO AVUTO NESSUNA RISPOSTA PER QUANTO RIGUARDA IL BONUS FAMIGLIA E UNA VERGOGNA

  • giorgio stanca 21 Maggio 2009 at 11:35

    Il piano anti-crisi della regione Lombardia prevede un bonus per famiglie con non meno di tre figli, uno dei quali deve essere al di sotto dei 6 anni. Per ottenere il bonus è necessario rivolgersi alla propria ASL di competenza e compilare una serie di moduli. Sono state selezionate circa 15.400 famiglie in tutta la Lombardia. Il presidente Roberto Formigoni, in una breve cerimonia simbolica, a palazzo Pirelli, ha consegnato a una ventina di famiglie il primo assegno. Il bonus prevede tre rate quadrimestrali di 500 euro l’una.

    • fillis 26 Maggio 2009 at 16:46

      come posso sapere se reintro nella lista delle famiglie che hanno diritto al bonus?
      Grazie Cordiali Saluti

    • weblog admin 26 Maggio 2009 at 17:09
  • weblog admin 20 Maggio 2009 at 20:31

    LOMBARDIA/BONUS FAMIGLIA: AL VIA EROGAZIONE 15 MILA ASSEGNI

    Famiglie italiane e straniere che hanno da tre a otto figli, alcuni piccoli, altri piccolissimi, altri, due per la precisione, che devono ancora nascere. Sono i 20 rappresentanti delle 15.333 famiglie, circa meta’ italiane e meta’ straniere, (7.739 italiane, 7.594 straniere) beneficiarie del ”Buono famiglia”, erogato a partire da oggi ai nuclei a basso reddito con almeno tre figli residenti in Lombardia. In realta’ tutto era pronto un mese fa, ma i ricorsi pendenti al Tar hanno provocato un mese circa di ritardo. Al grattacielo Pirelli il presidente di Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e l’assessore alla Famiglia e Solidarieta’ sociale, Giulio Boscagli, oggi hanno infatti consegnato la prima tranche di 500 euro dei 1.500 euro annui.

    ”Abbiamo voluto portare i bambini e le loro famiglie in questo luogo di lavoro – ha detto Formigoni – per ringraziare direttamente le famiglie di avere messo al mondo questi figli. La nascita di un figlio e’ un gesto di grande responsabilita’ e apre una nuova speranza per tutti”. Per il governatore lombardo, ”si tratta di una misura straordinaria per aiutare i nuclei famigliari che vivono in Lombardia ad affrontare una situazione economica che si prospetta piu’ difficile di quella degli anni passati, un momento nel quale si sta diffondendo sempre di piu’ una situazione di impoverimento generale”. Le domande per il ”Buono Famiglia” sono state presentate presso le Asl a partire dal 16 febbraio fino al 15 marzo. Ora e’ stato completato l’esame delle richieste: per soddisfarle tutte la Regione ha integrato lo stanziamento iniziale di 20 milioni con ulteriori 3 milioni. Le famiglie aventi diritto hanno un Indicatore della Situazione Reddituale, riferito ai redditi percepiti da tutti i componenti della famiglia nel 2007 (dichiarazione 2008), non superiore a 10 mila euro. Il calcolo dell’Isr e’ fatto tenendo conto di piu’ elementi: il numero dei componenti della famiglia; il reddito complessivo, eventualmente ridotto del canone annuale di locazione dell’abitazione di residenza, e altre caratteristiche (la presenza di persone con handicap o invalidita’, famiglie con un solo genitore o con entrambi genitori che lavorano). In base a questi parametri 10.000 euro ISR corrispondono, per esempio, a un reddito annuale di 28.500 euro per una genitore solo con tre figli o per una coppia, sempre con tre figli, ma nella quale solo uno dei genitori lavora; oppure ai 37.500 euro di una famiglia con 4 figli nella quale entrambi i genitori lavorano, e cosi’ via.

  • nunzia 11 Maggio 2009 at 18:44

    per favore per caso sa dirmi se sono in arrivo i soldi in tre tranche del totale di 1500.00euro da parte dell’asl ?grazie cordiali saluti

    • laura 13 Maggio 2009 at 14:48

      Purtroppo non si sa quando arriveranno i soldi per le famiglie lombarde in quanto la CGIL ha bloccato tutto presentando un ricorso in cui sostiene che il bonus vada allargato anche agli extracomunitari ( e già che ci siamo anche ai clandestini….): Questo è di grave nocumento per tutte le famiglie italiane con tre figli di cui uno minore di sei anni che avrebbero tanto bisogno. Io ho tre figli di cui una bambina di meno di due anni, un reddito disagiato eppure non riesco a trovare un posto al nido perché tutti gli stranieri ( e anche i clandestini) mi passano avanti in graduatoria: Di fronte ai miei reclami mi è stato risposto che questi entrano per altre vie (beati loro!).

  • lidia 8 Maggio 2009 at 10:59

    una domanda che cosa e il bonus straordinario?e volevo chiedere anche se si puo chiedere il bonus del latte artificiale sempre se esiste!mi potete rispondere grazie…

    • weblog admin 8 Maggio 2009 at 13:02

      Rispondo alla prima domanda: deve innanzitutto indicare a quale bonus si riferisce. A quello statale o al bonus (per ora sospeso) deliberato dalla giunta regionale lombarda? Per chiarirsi le idee dia uno sgurado a questa sezione.

      Per quel che riguarda il bonus latte artificiale onestamente non so cosa dirle.

  • anonimo 8 Maggio 2009 at 10:03

    secondo voi e giusto che quando si tratta di darci un aiuto economico ci sono sempre dei problemi ? l italia e una vergogna il governo e formato da una massa di stronzi tanto che problemi anno loro, i disgraziati siamo noi.. e poi dicono anche di procheare ma andate a fare in……….

    • weblog admin 8 Maggio 2009 at 10:44

      Hai pienamente ragione. Ma la CGIL ha sempre agito così … tutti uguali, ma nel peggio!

  • lorella 8 Maggio 2009 at 09:44

    tanta fretta per far domanda e poi la prendi sempre in quel posto! non e giusto che per colpa di questi stranieri ci dobbiamo rimettere sempre noi…. comq speriamo bene…

    • weblog admin 8 Maggio 2009 at 10:48

      Non sono stato mai razzista … ma adesso davvero non se ne può più con questo buonismo e questa tolleranza ipocrita …

  • lolla 6 Maggio 2009 at 17:00

    una domanda,ma ci sarà questo bonus o con la questione del ricorso al tar c’è la possibilità che lo annullano del tutto ? o e un semplice ritardo ma poi arriveranno?perfavore rispondetemi!!!

    • weblog admin 6 Maggio 2009 at 18:44

      Lolla, non ho elementi per rispondere seriamente. Direi solo una sciocchezza!

  • lilli 5 Maggio 2009 at 11:39

    ma come mai non arriva ancora il bonus ma e tutta una presa in giro almeno dateci una risposta

    • weblog admin 5 Maggio 2009 at 12:39

      C’è stato un ricorso al TAR promosso dalla CGIL per estendere il beneficio agli extracomunitari con residenza in regione Lombardia anche di breve periodo.

      L’udienza si terrà il 9 giugno p.v.

      In attesa del pronunciamento del TAR, che in teoria potrebbe anche sospendere la delibera regionale, si è creata una situazione di stallo che spiega i ritardi lamentati dai cittadini.

  • anonimo 4 Maggio 2009 at 16:29

    ma scusate il bonus poi alla fine la ricevuto qualcuno? che presa im giro…..

  • paola 20 Aprile 2009 at 15:29

    ci sono novità per il pagamento del bonus famiglia da parte della regione Lombardia? Il ricorso al Tar da parte dei sindicati comprometterà la sua erogazione?

  • antonio 14 Aprile 2009 at 17:45

    ho fatto domanda per il bonuis messo a disposizione della regione , siamo una famiglia composta di 6 componenti con un figlio di età inferiore a 6anni , con una moglie che lavora saltuariamente , con un mutuo in corso, ho superato, sapete di quanto? 10018€.
    E me l’anno rifiutato.
    NON HO PAROLE

  • rosario 10 Aprile 2009 at 10:53

    volevo sapere se qualcuno a ricevuto una risposta dal asl o dalla regione per il bonus

    • Anonimo 27 Aprile 2009 at 17:46

      oggi 27 aprile nessuna comunicazione ancora, e come reddito ci stavo dentro, richiesto normalmente ma nessuna lettera da parte dell-asl o regione lombardia…

      voi novita

    • Anonimo 11 Maggio 2009 at 18:00

      oggi 11 maggio nessuna risposta dall usl per quanto riguarda il bonus straordinario e neppure dalla regione

  • Anonimo 9 Aprile 2009 at 15:32

    oggi e 9 aprile ma ancora nn ricevo nessuna lettera a casa x il bonus famiglia….come mai?

  • monia 5 Marzo 2009 at 20:47

    ciao a tt e buona fortuna
    voglio sapere se posso richiedere il bonus solo con la ricevuta postale della richiesta della carta di soggiorno o ome funziona io vivo in italia dal 1991 per ciò nn vedo il perche nn si da alla persona in posseso solo de pds normale grazie

    • c0cc0bill 6 Marzo 2009 at 04:32

      No, non puoi richiedere il bonus della regione Lombardia, che è riservato ai cittadini italiani.

    • un amico di Monia 7 Marzo 2009 at 08:40

      Monia, se in possesso dei requisiti, pur non essendo cittadina italiana, può richiedere il bonus erogato dalla Regione Lombardia.

      Di seguito un comunicato che sancisce la sussistenza di questo diritto.

      ”Tutto regolare, non c’e’ nessun problema. Solo accuse campate per aria e strumentali di due sigle (Asgi e Anp) che non sanno piu’ su che vetro arrampicarsi”. E’ la secca replica di Regione Lombardia all’annuncio della diffida per il provvedimento regionale che, stanziando 20 milioni, destina un buono di 1500 euro alle famiglie numerose e con basso reddito residenti in Lombardia.

      L’ accusa mossa dalla Associazione studi giuridici sull’immigrazione e dagli Avvocati per niente onlus, riguarda una presunta ”illegittima esclusione di stranieri”. Accusa totalmente respinta dal Pirellone.

    • c0cc0bill 7 Marzo 2009 at 08:42

      Grazie, prendo atto della precisazione e la confermo attraverso la pubblicazione di questo articolo.

  • mimo 27 Febbraio 2009 at 21:01

    impossibile che l’ ISR di uno chi ha un redito di 28000 sia meno di 10000.

    per me parlano del’ISEE

  • Attilio 23 Febbraio 2009 at 14:53

    se i genitori convivono, ma non sono sposati come si calcola il reddito familiare?
    grazie

    • c0cc0bill 23 Febbraio 2009 at 16:13

      Il reddito familiare è quello del genitore che ha fiscalmente a carico il/i figli. Il nucleo familiare ai fini del bonus non icomprende l’altro genitore.

    • Attilio 2 Marzo 2009 at 14:50

      la ringrazio per l’informazione, comunque prima all’Asl non sapevano cosa dirmi e oggi invece dopo varie consultazioni telefoniche tra colleghi mi dicono che devo comunicare obbligatoriamente i redditi di entrambi i genitori anche se non sposati.

  • alex 14 Febbraio 2009 at 21:19

    io ho due bambini ma uno con handicap posso fare la domanda?

  • LEVENDI 13 Febbraio 2009 at 13:25

    POSSO FARE

  • paola 2 Febbraio 2009 at 14:16

    E’possibile richiedere il bonus famiglia alla regione lombardia in contemporanea alla richiesta bonus straordinario da richiedere alla Agenzia delle Entrate?

    • c0cc0bill 2 Febbraio 2009 at 19:13

      Certamente … questa è la fortuna di essere lombardi!!!!

  • levendi 22 Gennaio 2009 at 18:47

    e quelo che fa l’artigiano ne po ozufruire di questo bonus famiglia