Ici ed eredi a cui va notificato il debito - indebitati.it

Chi deve pagare il debito?

Desidero sapere se la seguente procedura di notifica di arretrati ICI di una zia nubile deceduta è corretta:

Mi è stata recapitata una raccomandata, intestata alla sottoscritta in qualità di erede e al mio indirizzo fiscale, in cui mi si chiede di pagare l’intero importo ici e gli interessi maturati di due anni consecutivi, pare non corrisposti dal de cuis.

Poichè non avevo rapporti diretti con la persona defunta non ho la possibilità di dimostrare se il pagamento richiesto fosse stato saldato in passato.

Inoltre quando ho chiesto all’ufficio ICI se l’atto fosse stato notificato anche agli altri eredi dell’asse, mi hanno risposto che per la privacy non erano tenuti a rispondermi.

La domanda è quindi : è corretto che la notifica sia arrivata a me, a mio nome e al mio indirizzo e non ad altri dell’asse ereditario e che debba io pagare il debito?

Le sanzioni tributarie non si trasmettono agli eredi

Dal punto di vista civilistico, al fine del pagamento del debito, è previsto (articolo 754 del codice civile) che gli eredi sono tenuti al pagamento dei debiti e pesi ereditari del de cuius, personalmente, in proporzione alla loro quota ereditaria.

Sotto questo aspetto, privacy o non privacy, lei ha tutto il diritto di conoscere, con motivata istanza di accesso agli atti, se e a quali altri eredi sia stata notificata la pretesa. Anche perché, se l’importo indicato nella comunicazione riguarda l’intero debito ICI del de cuius, ciò lascerebbe presupporre che lei è l’unica erede.

Inoltre, non lei non è tenuta a corrispondere gli importi, anche pro quota, relativi ad eventuali sanzioni tributarie comminate (fino al momento dell’apertura della successione) al de cuius per omesso o insufficiente pagamento dell’ICI, in quanto esse non si trasmettono agli eredi, così come disposto dall’articolo 8 del Dlgs 472 del 1997.

17 Settembre 2012 · Rosaria Proietti

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Azione di riduzione per debiti del de cuius con Agenzia delle Entrate - Per quantificare il debito esattoriale basterà l'avviso di accertamento notificato impersonalmente e collettivamente agli eredi presso l'ultimo domicilio del de cuius
Mi hanno citato in giudizio per la lesione della quota di legittima, adducendo come debiti del de cuius una attestazione dell'agenzia delle entrate dove si attesta che il de cuius non aveva presentato la dichiarazione dei redditi. Finché non arriveranno le cartelle esattoriali definitive, quei debiti non si potranno includere nel calcolo dell'asse ereditario. Giusto? ...

Avviso di accertamento intestato a defunto » Nulla la notifica se avviene presso ultima residenza del de cuius ma non collettivamente a tutti gli eredi
E' nullo l'avviso d'accertamento non notificato collettivamente agli eredi presso l'ultima dimora del de cuius. L'atto tributario intestato al defunto non può essere direttamente notificato agli eredi che non hanno comunicato all'Agenzia delle Entrate le proprie generalità e il proprio domicilio fiscale. In difetto della comunicazione, l'avviso di accertamento e la cartella di pagamento devono essere notificati, a pena di nullità, agli eredi “collettivamente e impersonalmente” presso l'ultimo domicilio fiscale del defunto. Questo, in breve, l'orientamento espresso dalla CTR della Puglia, con sentenza 2100/22/14, la quale è stata chiamata ad esprimersi sulla corretta notifica degli atti agli eredi di un ...

Debito solidale e cartella esattoriale a eredi
Mio padre dovette affrontare una causa civile, assieme ad altri sui colleghi di lavoro e che si è conclusa in primo grado dopo la sua morte, con condanna di tutti i soggetti al pagamento di una somma, in modo solidale tra di loro. Noi eredi (madre e 3 figli) accettammo all'epoca l'eredità con beneficio di inventario. Ora siamo in appello, ma nel frattempo però l'Agenzia delle Entrate ci ha notificato una cartella esattoriale per la riscossione dell'imposta di registro, specificando che tale debito è da considerarsi in solido tra vari coobbligati (che sono i colleghi di mio padre e noi ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ici ed eredi a cui va notificato il debito - indebitati.it. Clicca qui.

Stai leggendo Ici ed eredi a cui va notificato il debito - indebitati.it Autore Rosaria Proietti Articolo pubblicato il giorno 17 Settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 18 Dicembre 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - eredità successione e donazioni - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)