Le clausole vessatorie nel contratto di fideiussione

Si tratta di norme di cui si è discusso a lungo, in particolare, sulla loro natura cogente o meno e sulla natura vessatoria o meno delle eventuali clausole contrattuali in materia. Se, ad esempio, è pacifico che l'articolo 1956 del codice civile sia una norma cogente sottratta all'autonomia contrattuale e che, comunque, non può autorizzare a sottrarsi agli obblighi generali di correttezza e buona fede (Cass. 19.6.1997 numero 5481), è ampiamente ammessa la deroga convenzionale all'articolo 1957 del codice civile (Cass.22.6.1993, 9.12.1997 numero 12456); nulla toglie che, in tal caso, siffatta deroga possa venir classificata come vessatoria ex articolo 1341 del codice civile. Al contrario, l'applicabilità delle norme ex articolo 1469 bis e seguenti del codice civile al contratto di fideiussione non risulta così scontata.

In particolare, sorge il problema di individuare quale soggetto debba rivestire la qualità di consumatore richiesta dalla normativa, cioè se tale qualità debba essere rivestita dal debitore principale, dal fideiussore o da entrambi.

Prima della L.526/1999, che ha riformulato l'articolo 1469 bis del codice civile, non era certamente possibile inquadrare la fideiussione tra i contratti che hanno “per oggetto la cessione di beni e la prestazione di servizi”.

La Corte di Cassazione, nella sentenza numero 314 del 11 gennaio 2001, risolve entrambi i problemi ricercando i presupposti oggettivi e soggettivi, richiesti dall'articolo 1469 bis del codice civile, facendo esclusivo riferimento all'obbligazione principale garantita, a cui la fideiussione è legata da un vincolo di accessorietà e collegamento.

La problematicità della natura vessatoria della clausola in deroga alla disciplina codicistica della fideiussione si pone in particolare nel caso in cui il creditore sia un istituto di credito.

Dalla prassi bancaria, è nata la figura parzialmente atipica della fideiussione omnibus, prestata di solito a favore di un istituto di credito per tutte le obbligazioni del garantito, che poteva essere contratta senza limiti di importo garantito. In tale ipotesi, il fideiussore può assumere veramente la posizione del contraente debole, che, di fronte alla uniforme modulistica ABI, non è sufficientemente tutelato dal meccanismo della specifica sottoscrizione. Nella prassi purtroppo rimangono limitati i casi in cui sono applicabili gli articoli 1469 bis e seguentidel codice civile; difficilmente il fideiussore è una “persona fisica che agisce per scopi estranei alla attività imprenditoriale”.

Nonostante la legge 154/1992, sulla trasparenza bancaria, abbia introdotto alcune importanti norme di carattere imperativo, quale la necessità ex articolo 1938 del codice civile di indicare un importo massimo garantito in una fideiussione per obbligazione futura e il secondo comma dell'articolo 1956 del codice civile, molte sono ancora le posizioni di vantaggio dell'Istituto di Credito. Ricordiamo, tra gli altri, la trasmissibilità agli eredi dell'obbligazione fideiussoria, la dispensa per la banca di agire ex articolo 1957 del codice civile, la clausola di pagamento a prima richiesta, la deroga alla responsabilità sussidiaria dei beni personali dei coniugi.

fonte dott.ssa Irene Benfenati

Per fare una domanda sui presupposti giuridici della garanzia nel recupero crediti, sulle tecniche di phone collection, sulle procedure giudiziali ed extragiudiziali di recupero crediti, sul recupero crediti in generale e su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

1 luglio 2013 · Paolo Rastelli

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su le clausole vessatorie nel contratto di fideiussione. Clicca qui.

Stai leggendo Le clausole vessatorie nel contratto di fideiussione Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 1 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 5 novembre 2016 Classificato nella categoria garanzie e fideiussioni .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca