I libretti di deposito a risparmio di nonni, bisnonni e trisavoli 

Nelle ultime ore – dopo la notizia diffusa dai mass media sul caso del libretto di risparmio del 1907 con deposito di cento lire, il cui ritrovamento ha portato a chiedere più di 500 mila euro alla Banca d’Italia – pare che si siano moltiplicati i ritrovamenti dei libretti di deposito a risparmio di nonni, bisnonni e trisavoli.

Cento lire del ‘40 valevano nel 2008 131.800 lire (+ o – 68 euro). Tenendo conto solo dell’inflazione. Andrebbero poi calcolati anche gli interessi legali, ma questa valutazione la lasciamo all’impiegato di banca.

In ogni caso trattandosi sicuramente di conti dormienti, andranno richiesti al Fondo Vittime dei Crack Finanziari dove sono transitati grazie all’ottimo Tommasino Padoa Schiappa (quello dei “bamboccioni” per intenderci – se questi sono stati i ministri espressi dalla sinistra, onestamente non possiamo lamentarci di Tremonti).

Non chiedete la procedura, perchè ancora ignota.

La discussione continua in questo forum.

18 Settembre 2010 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Argomenti correlati: 

Approfondimenti

Libretti di deposito o di risparmio - dopo un versamento controllare sempre l'avvenuta annotazione
Le annotazioni sul libretto di deposito o di risparmio, firmate dall'impiegato della banca, fanno piena prova nei rapporti fra la stessa e il depositario. Se manca un'annotazione ed il denaro è stato comunque versato "brevi manu" all'impiegato, si può superare questa presunzione con la dimostrazione che un'operazione di versamento di somme, ancorché non annotata, sia stata comunque eseguita. In tema di onere della prova, infatti, ai sensi di quanto disposto dal codice civile, è colui che afferma l'esistenza di un diritto a dover provare i fatti che ne costituiscono il fondamento. Così la Corte di cassazione nell'ordinanza numero 14888/14. ...

Vietati i libretti di risparmio al portatore
A far data dal 4 luglio 2017, con l'entrata in vigore del decreto legislativo 90/2017, è ammessa esclusivamente l'emissione di libretti di deposito, bancari o postali, nominativi ed è vietato il trasferimento di libretti di deposito bancari o postali al portatore. I libretti di deposito bancari o postali al portatore devono essere estinti entro il 31 dicembre 2018. Inoltre, l'apertura in qualunque forma di conti o libretti di risparmio in forma anonima o con intestazione fittizia viene vietata anche se avviene presso Istituti in stati esteri. ...

Vademecum ABI per contanti, assegni e libretti di risparmio - 10 consigli per evitare sanzioni
Le norme sull'uso di contanti, assegni, conti e libretti di risparmio o deposito, nate per contrastare il fenomeno del riciclaggio e il finanziamento del terrorismo, sono state recentemente aggiornate. Contanti È vietato il trasferimento tra privati di denaro contante e titoli al portatore di importo complessivamente pari o superiore a 3 mila euro se non ci si avvale di soggetti autorizzati (come le banche). Il divieto si applica anche ai trasferimenti frazionati (come più assegni al portatore, anche se ciascuno è di importo inferiore a mille euro). Assegni Gli assegni bancari, circolari o postali di importo pari o superiore a ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su i libretti di deposito a risparmio di nonni, bisnonni e trisavoli . Clicca qui.

Stai leggendo I libretti di deposito a risparmio di nonni, bisnonni e trisavoli  Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 18 Settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 12 Dicembre 2016 Classificato nella categoria contratti di prestito microcredito e usura e sovraindebitamento - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)