Regola numero 2 » Chiarire la situazione finanziaria (libro contabile)

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

La gestione delle spese domestiche permette di controllare l‘andamento dei pagamenti, fornisce informazioni sulla provenienza e l'utilizzazione del reddito familiare, permette il calcolo del denaro utilizzabile al mese, aiuta nell'adeguare le spese alle entrate, contribuisce all‘osservanza dei propri obiettivi mensili e aiuta ad evitare che il conto vada in scoperto. Tenere un libro contabile è il presupposto essenziale per ottenere una programmazione efficace a medio e lungo termine delle proprie finanze e patrimonio. In caso di controversia il libro delle spese può fungere anche da base oggettiva ai fini della discussione circa la quantificazione e la destinazione del denaro per le spese della gestione domestica.

Come si realizza un programma per l'economia domestica?

Si devono annotare regolarmente tutte le entrate e le spese. È necessario informarsi circa la possibilità di usufruire di prestazioni economiche supplettive (ad es. sussidi per la famiglia, contributi per l‘affitto, assistenza sociale finanziaria, ecc.); in caso positivo va proposta immediatamente la relativa richiesta.

Inoltre va suddiviso il denaro per le spese di gestione domestica, in modo da calcolare su base mensile anche i pagamenti da effettuare a trimestre o semestre.

.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca