Se i dati anagrafici riportati sul modulo di rimborso IRPEF non coincidono con quelli del titolare del rimborso

Se nel modulo di rimborso da riscuotere presso gli uffici postali sono indicati dati anagrafici errati, tali da non permettere la riscossione del credito, per poter ottenere il pagamento il contribuente dovrà recarsi presso il competente ufficio dell'Agenzia delle Entrate.

Il funzionario dell'ufficio, previa identificazione e controllo del codice fiscale del contribuente e della spettanza del rimborso, rilascerà un modello di rettifica del modulo con i dati anagrafici corretti e con il quale il contribuente potrà procedere alla riscossione presso gli uffici postali.

Qualora, invece, il contribuente intestatario del mandato di riscossione si renda conto di non essere titolare del rimborso potrà recarsi presso gli uffici dell'Agenzia, facendo presente la mera coincidenza di nome e cognome (omonimia) e la mancata corrispondenza tra intestatario ed effettiva spettanza del rimborso.

Può accadere che l'addetto dell'ufficio postale rilevi inesattezze che non riguardano i dati anagrafici ma altri elementi del  modulo di riscossione (ad esempio, l'ammontare degli interessi, il numero che identifica il modulo, eccetera).

In questi casi, l'inesattezza potrebbe essere imputabile a momentanei disguidi di carattere informatico. Generalmente, è sufficiente rivolgersi a un altro ufficio postale o tornare allo stesso ufficio, ma qualche giorno dopo, seppur entro il termine  indicato.

Per fare una domanda su detrazioni, deduzioni ed agevolazioni fiscali; termini di prescrizione degli accertamenti; notifica, pagamento e dilazione della cartella esattoriale; pignoramento esattoriale, fermo amministrativo ed iscrizione ipotecaria; ravvedimento operoso, autotutela, adesione e ricorso tributario; sui rimborsi fiscali e su tutti gli argomenti correlati a questo articolo, clicca qui.

20 giugno 2010 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Rimborsi fiscali oltre i 4 mila euro - chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate
la Legge di Stabilità 2014 ha disposto che, al fine di contrastare l'erogazione di indebiti rimborsi dell'imposta sul reddito delle persone fisiche da parte dei sostituti d'imposta, l'Agenzia delle entrate, entro sei mesi dalla scadenza dei termini previsti per la trasmissione della dichiarazione (ovvero dalla data della trasmissione, ove questa ...
Rimborsi fiscali » Come fare per ottenerli? Istruzioni per l'uso
Il contribuente che ha versato le imposte in misura maggiore a quanto dovuto ha diritto a essere rimborsato. Nel seguente articolo, parleremo, appunto, dei rimborsi fiscali. A seconda dei casi, i rimborsi possono essere richiesti con: la dichiarazione dei redditi; specifica istanza. ...
Prescrizione e decadenza dei rimborsi fiscali
Il contribuente che ha versato imposte in misura maggiore a quelle effettivamente dovute ha diritto ad essere rimborsato. A seconda dei casi, i rimborsi possono essere richiesti: con la dichiarazione dei redditi; con apposita istanza dal contribuente. Insieme alla somma da rimborsare l'ufficio calcola anche gli interessi nella misura fissata ...
Rigetto tacito di rimborso e riconoscimento della sua legittimità precedente all'istanza
Il ricorso avverso il diniego di rimborso, seppur ammissibile ai sensi dell'articolo 19, lettera g), decreto legislativo 546/1992, è da respingersi se proposto contro il rigetto tacito dell'istanza successivo al riconoscimento da parte dell'organo competente circa la spettanza del rimborso medesimo. Infatti, “Nell'ipotesi in cui […] l'ente impositore abbia riconosciuto ...
Il rimborso al contribuente del credito indicato nella dichiarazione dei redditi deve essere disposto automaticamente dall'Amministrazione
L'esposizione di un credito d'imposta nella denuncia dei red­diti fa sì che non occorra, da parte dei contribuente, al fine di ottenerne il rimborso, alcun altro adempimento, dovendo solo attendere che l'Amministrazione finanziaria eserciti, sui dati esposti in dichiara­zione, il potere-dovere di controllo secondo la procedura di liquida­zione delle imposte, ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su se i dati anagrafici riportati sul modulo di rimborso irpef non coincidono con quelli del titolare del rimborso. Clicca qui.

Stai leggendo Se i dati anagrafici riportati sul modulo di rimborso IRPEF non coincidono con quelli del titolare del rimborso Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 20 giugno 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca