I condoni generalizzati

Ho semplicemente scritto che sono allergico ai condoni non generalizzati.

Quello ad esempio mimetizzato dall’ambiguo termine di “scudo fiscale” riservato ad evasori, piduisti, imprenditori e latifondisti con conti off shore, mafiosi e camorristi ai quali è stato concesso di poter fruire liberamente del frutto delle evasioni fiscali, delle rapine, delle estorsioni e delle truffe perpetrate ai danni di cittadini (si veda Parmalat, Cirio, bond argentini ecc…) semplicemente corrispondendo allo stato un obolo del 5%.

Quello delle violazioni al s. concepito a macchia di leopardo, per cui il mini perdono dipende dal posto in cui è stata comminata la multa.

Ed infine quello che riguarda la mini sanatoria dei contributi INPS riservata agli imprenditori.

Presentando un’apposita domanda entro il 31 gennaio 2010, le imprese avranno la possibilità di regolarizzare i contributi e i premi non pagati che sono stati maturati entro il 31 ottobre 2009, pagando il dovuto entro il 28 febbraio 2010 e usufruendo di una riduzione del 40% sulle sanzioni civili.

Mentre il povero operatore di call center, a cui, per poter lavorare, viene imposto l’obbligo di aprire partita IVA per 150 euro lorde a settimana e che scopre dopo qualche anno che doveva iscriversi alla gestione separata (ovvero, pagare i contributi senza aver diritto alla pensione) dovrà corrispondere la sanzione civile annua per intero.

E cioè il tasso di interesse legale più il 5,5% di maggiorazione. Come dire, di quei 150 euro lordi a settimana, l’INPS gliene toglie 15 solo di sanzione.

Perchè l’imprenditore può pagare la sanzione scontata ed il lavoratore autonomo non ha diritto a sconti?

La discussione continua in questo forum.

Per porre una domanda accedi ai forum.

18 Settembre 2010 · Chiara Nicolai

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento pensione di vecchiaia per tasse non pagate
A fine luglio ho i requisiti per la domanda di pensione di vecchiaia (67 anni e 26 anni di contributi INPS). I contributi sono già maturati alla fine del 2012 con calcolo misto: dal 2014 ho aperto partita iva ma non ho più pagato i contributi INPS e nemmeno il fisco, pur facendo la dichiarazione redditi annuale sia del reddito sia dell'IVA, accumulando un debito di 20 mila euro circa. Da simulazione "la mia pensione", ho un risultato di 730 euro mensili. Alla luce di quanto sopra possono bloccarmi la domanda di pensione? E nel caso di accettazione di quanto ...

Fondo di previdenza casalinghe - Versando contributi per almeno cinque anni si può ottenere la pensione di vecchiaia?
Ho 55 anni e 23 anni di contributi versati sia come titolare di attività commerciale e sia da lavoratrice dipendente. Oggi sono venuta a sapere del fondo Inps casalinghe che consente di andare in pensione a 57 anni. Essendo attualmente disoccupata la mia domanda e la seguente: se iniziassi a versare da oggi, e per almeno 5 anni i contributi di 26 euro all inps più l'assicurazione di 13 euro annuali all INAIL, ciò mi darebbe diritto ad andare in pensione a 60 anni? ...

Confusione totale sulla definizione agevolata a saldo stralcio, sulla rottamazione ter e sullo stralcio dei debiti fino a mille euro
Ho diverse cartelle presso l'agenzia riscossione per debiti dal 2010 al 2017: si va da multe a bollo auto, ma anche a contributi INPS non versati durante il periodo d'autonomo. Ho visto che ci sono due rottamazioni. Ho fatto il prospetto tramite il sito ma non capisco se nel “ saldo e stralcio” ci finiscono per esempio i contributi INPS e non le multe, loro mi hanno messo nel prospetto della “ rottamazione “ anche i contributi Inps e cartelle sotto i mille euro che ho letto andrebbero in cancellazione automatica. Ora mi chiedevo come funziona? Dovrei chiedere due differenti ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su i condoni generalizzati. Clicca qui.

Stai leggendo I condoni generalizzati Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 18 Settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 12 Dicembre 2016 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)