Volevo sapere se i 150 giorni per notificare la multa partono dal giorno in cui viene commesso l’illecito, o da quando i vigili lo accertano

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Salve,
volevo sapere se i 150 giorni per notificare la multa partono dal giorno in cui viene commesso l’illecito, o da quando i vigili lo accertano?
Mi spiego meglio: attraversamento ztl non consentito il 26/04/2008, i vigili lo accertanto il 19/05/2008. In quale data si devono calcolare i 150 giorni?

Grazie Mirko

Bella domanda MIRKO!

Come regola generale, il verbale dev’essere notificato all’effettivo trasgressore -se conosciuto- oppure ad uno dei soggetti solidalmente obbligati (il proprietario del veicolo, in genere) che risultino registrati al PRA alla data dell’accertamento.

Tale notifica (ovvero, l’invio del verbale) dev’essere fatta entro 150 giorni dall’identificazione di tali soggetti, ovvero -citando l’articolo 201 comma 1- da quando l’amministrazione è “posta in grado di provvedere alla loro identificazione” considerando cio’ che risulta al PRA o all’archivio nazionale dei veicoli.

E’ quindi chiaro che il giorno da cui partire col conteggio dei 150 giorni non è facile da stabilire perche’ puo’ variare da caso a caso, e non è pertanto possibile standardizzare ne’ le regole ne’ i possibili ricorsi riguardanti questo delicato punto.

L’unica cosa certa sono i 150 giorni dalla data dell’infrazione, quando la violazione viene contestata immediatamante.

Ecco un’altra delle ragioni per cui spesso si dice che la contestazione differita della violazione comprime i diritti di difesa del trasgressore.

Per non sbagliare (ma è come dire rinuncia al ricorso) calcola i 150 giorni dal 19 maggio . E non mi dire che sono dentro i 150 giorni partendo dal 19 maggio mentre sono fuori calcolando i 150 giorni dal 26 aprile. Lo so già.

Del resto come fare a vincere quando ad uno dei due giocatori è consentito di barare e di giocare con carte truccate e all’altro no?

26 Ottobre 2008 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Multa da autovelox e fallaci indicazioni nel modello - Il termine dei 90 giorni per la notifica del verbale decorre dal momento in cui viene scattata la fotografia e non da quando l'agente della polizia municipale ne prende visione
Alcuni comuni, nei modelli di verbale di multa per violazione dei limiti di velocità rilevata da dispositivi elettronici autovelox hanno adottato la cattiva (oltre che illegittima) prassi di indicare che il termine dei 90 giorni per la notifica del verbale di infrazione decorre dalla lettura della foto da parte dell'agente accertatore. In particolare, nel modello di verbale di multa in uso presso il Comune di Milano si legge il verbalizzante ... in servizio presso l'Ufficio Varchi della Polizia locale di Milano in data ..., data dalla quale decorrono i termini di notifica del presente verbale, ha accertato che il conducente ...

Cartella Equitalia - Scaduti i primi 60 giorni, da oggi partono i secondi 120 giorni
Vorrei sapere se avendo un debito iscritto a ruolo con Equitalia, di circa 420 euro e ricevendo lettera dei 120 giorni oggi stesso. Vorrei sapere se: I signori esattori possono pignorarmi il c/c, premettendo chiaramente che: Sono sposato in SEPARAZIONE di beni. Non sono dipendente nè pensionato, nè ho titoli in banca; Non ho nulla intestato (solo una auto del valore di manco 4000 euro); Non ho beni immobili di alcun tipo, nè io ne tanto meno mia moglie; Ho un c/c contenente la somma richiesta, ma appunto volevo sapere se spostando suddetta somma su c/c intestato a mia moglie ...

La banca è responsabile dell'illecito commesso dal proprio dipendente
La banca è responsabile per la condotta disdicevole del suo impiegato e deve effettuare il risarcimento del danno al risparmiatore/consumatore. Si sa, i rapporti tra risparmiatori e Banche diventano ogni giorno più difficili, vuoi perché queste ultime non erogano più credito vuoi anche perché, in momenti di crisi come questi, c'è poco da versare in Banca. In ogni caso, le vicende che negli ultimi anni hanno caratterizzato i rapporti banca-cliente hanno originato nell'intero sistema bancario un senso di incertezza generale che spaventa i risparmiatori che, come 50 anni fa, sono tornati a mettere i propri soldini sotto il materasso. Comunque, ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su volevo sapere se i 150 giorni per notificare la multa partono dal giorno in cui viene commesso l’illecito, o da quando i vigili lo accertano. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)