Ho un debito aperto con Equitalia per cartelle Inps

Salve ho scoperto per puro caso il sito, chissà forse risolvo finalmente un quesito che mi angustia da parecchio tempo.

Ho un debito aperto con Equitalia per cartelle Inps relative ad anni che vanno indicativamente dal 95 al 2005 tra capitale dovuto e mora (7000euro) sono arrivata intorno ai 20.000

Nell'arco di questo decennio e fino al 2006 ho avuto gravi problemi finaziari (attività cessata) e di salute.
Sono andata all'Inps i quali mi hanno detto che avrei dovuto chiudere prima…bravi loro a parole, ma se lavori come agente e anche non ti pagano…e quando è davvero poco l'inps te la ritrovi come un ricco imprenditore e dei miei problemi di salute (cure per tumore) non ne hanno voluto sapere nulla non sono medici e poi con la privacy per carità…ci mancherebbe solo che portassi delle cartelle mediche all'Inps.

In questi ho sempre cercato di lavorare onestamente la p.iva con ritenuta d'acconto…ma nonostante tripli salti mortali quella “malefica” Torta continua a lievitare.

Sono andata a Equitalia per avere l'estratto completo del dovuto e chiesto come pagare a rate….. compatibile con quanto ora incasso xkè di lucrosi guadagni proprio non se ne vede.

Risposta quale Rate? non siamo mica una finanziaria?? lei ha garanzie solide !!! no nessuna proprieta..solo tanto impegno per essere onesta come ho fatto con banche e finanziarie  diverse…

Ultima risposta dei signori di Equitalia: venga qui con i contanti…(media ore di attesa dalle 3 alle 4 ogni volta) e 40km da casa a loro,e paghi quello che crede. In sostanza: se non paga il debito lievita.. se pago poco lievita lo stesso e la mora sale comunque…

Veramente ho pensato anche ad una cosa: fondare un nuovo partito Debitori d'Italia : quota iscrizione 1euroo per tessera soci..e poi magari una bella convenzione con una banca etica…se davvero sono etiche forse…cosi risolvo il mio problema.

Scusate la lunga tiritera…ormai non ci perdo più il sonno,…però fin ad oggi non trovato alcuna risposta.

Grazie per qualsiasi indicazione utile possa arrivarmi.

Ciao Elena, ad oggi l'articolo 19 del dpr 602/73 recita :”l'uffcio,su richiesta del contribuente, può concedere, nelle ipotesi di temporanea situazione di obiettiva difficoltà dello stesso,la ripartizione delle somme iscritte a ruolo fino ad un massimo di 72 rate (dal 1 marzo 2008)”.

Non si sa ancora bene come verrà trattato il pregresso ma, quello che + interessa al di là del numero delle rate è che, innanzitutto,stando a quello che mi dici,te le devono concedere (altro che finanziaria!!!) e poi, si può pagare anche alla posta mediante i cd.  f35  (moduli rossi simili ai c/c).

Commento di consulente fiscale | Venerdì, 10 Ottobre 2008

8 ottobre 2008 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Avviso di addebito con valore di titolo esecutivo - il nuovo sistema di riscossione INPS
A decorrere dal 1 gennaio 2011, l'INPS ha  introdotto un nuovo sistema di riscossione con la finalità di indirizzare l'attività dell'Istituto verso una più efficace azione di contrasto dell'omissione contributiva. Da tale data, infatti, l'istituto provvede al recupero dei crediti contributivi di propria competenza attraverso la notifica al contribuente di un ...
Equitalia e dilazione delle cartelle » Il nuovo regime di 120 rate
L'entrata in vigore della legge di conversione del decreto Fare (decreto legge 21 giugno 2013, numero 69 convertito, con modifiche, in legge 9 agosto 2013, numero 98) rende operative nuove norme per la semplificazione in materia fiscale. Tra le novità più importanti vi è la possibilità di ottenere una estensione ...
Equitalia » Come ottenere l'annullamento del debito e il rimborso
Qualora il debitore contribuente non ritenesse dovuta la richiesta contenuta nella cartella esattoriale o nell'avviso, non deve rivolgersi a Equitalia, ma chiedere l'annullamento, o sgravio, del debito direttamente all'ente creditore indicato sullo stesso documento, presentando domanda di autotutela. Con la domanda di autotutela il cittadino chiede all'ente creditore di correggere ...
Contratti di locazione » Immobile in condizioni pietose? Locatore deve risarcire il conduttore se ha riscontrato problemi di salute
Contratti di locazione: anche se le anomalie dell'immobile in affitto erano note al conduttore, in caso di problemi alla salute di quest'ultimo, deve esserci il risarcimento danni da parte del locatore. Il locatore è tenuto a risarcire il danno alla salute subito dal conduttore in conseguenza delle condizioni abitative dell'immobile ...
Equitalia e le 120 rate » Piccolo prontuario per il debitore
Equitalia e la nuova rateazione: i requisiti e le somme. Ecco tutto ciò che c'è da sapere se si vuole dilazionare in 10 anni la cartella esattoriale e fare pace con l'agente della riscossione. Il prontuario. Sono svariate migliaia i cittadini e le imprese che hanno atteso che diventasse operativa ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ho un debito aperto con equitalia per cartelle inps. Clicca qui.

Stai leggendo Ho un debito aperto con Equitalia per cartelle Inps Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 8 ottobre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 21 settembre 2017 Classificato nella categoria cartelle esattoriali - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • Max 30 maggio 2011 at 00:09

    Ciao Elena. A mio Padre è successa una cosa analoga…circa 20.000 euro di cartelle per presunti debiti con l’Inps…ma a noi non risulta niente…notifiche mai avvenute…almeno non secondo legge..Fai attenzione! Controlla che le notifiche siano avvenute nei tempi e che vi sia una FIRMA REALE VERA DELL’INTERESSATO O DI UN FAMILIARE…non è la prima volta che estranei, postini, ecc. firmino al posto di altri in modo assolutamente illegale! Li poi si procede con querela per falso..ma diventa tutto lungo e macchinoso.
    Senti ma e Tu non hai proprietà e NON paghi…che posso farTi?
    Mi fai sapere per favore come è andata a finire?
    Ah, tieni conto che molte volte si tratta anche di c.d. “cartelle pazze”…totalmente illeggittime…Tu hai controllato?
    Io spero che Equitalia la facciano chiudere o che fallisca…
    Saluti.
    Max – Napoli

    • cocco bill 30 maggio 2011 at 07:36

      Ciao Max, per raccogliere testimonianze e tentare di contrastare Equitalia, vieni a trovarci nel forum. Spero di rileggerti.

  • ne 16 maggio 2011 at 08:00

    “non siamo mica una finanziaria?” la finanziaria sei tu e noi che diamo i soldi a fondo perduto perchè loro sono messi peggio di noi!

  • judith 17 febbraio 2010 at 21:57

    ho un debito con ecquitalia che ammonta a circa 1milione e 40 mila euro…danni fatti a mio nome da parte del mio ax marito,lui è latitante, nessuno sa dove si trovi, io sono perseguitata da quest incubo,io non so neanche come sono fatti tutti questi soldi. vivo del mio stipendio mese x mese e a fatica arrivo a fine mese , ho una bambina di 13 anni e faccio l operaio metalmeccanico,pago affitto e tutto il resto! ora mi è arrivato il fermo amministrativo dell auto, mezzo indispensabile x me , lavoro a 20 km da casa, e vivo in un posto un po sperduto, e oltre tutto devo finire di pagare l auto x ancora 5 anni!poi cosa faranno toccheranno anche il mio stipendio e io mi ritrovero pian piano in una situazione di degrado ! non so piu cosa fare, non mi è rimasto piu nulla neanche la mia dignita di madre e di essere umano….non ho via d uscita! ho calcolato che se mi toccano un quinto dello stipendio x saldare il mio debito mi ci vogliono 380 anni circa ,rateizzare in 72 rate vuol dire oltre 16.000 euro al mese !la mia paura piu grande che tutto cio possa ricadere sulle spalle di mia figlia un giorno che io moriro,è vero sono ancora giovane ne ho 40 ,ma questo problema mi sta portando via anche la salute …ho le mani legate

    • maz 26 giugno 2010 at 04:59

      ciao judith

      se fossi al posto tuo prenderei realmente in considerazione la possibilità di intestare tutto ad una società offshore e nel momento opportuno renderei titolare anche tua figlia (cerca su internet, ci sono diversi professionisti che possono consigliarti, senza chiederti cifre alte)… per quanto riguarda il quinto dello stipendio, finchè lavori come dipendente con busta paga non puoi farci nulla.

      Cara judith, dalla tue parole: “x saldare il mio debito” pare che subconsciamente tu ti senta la reale debitrice. Ti consiglio di non farti rovinare la salute da questa diffusa dottrina del debito e se sei in buona fede, non devi mai dimenticare che il denaro o i beni che ti pignoreranno in realtà te li staranno rubando.

  • antonella 28 dicembre 2009 at 22:42

    salve,ho lavorato per 10 anni come dipendente ed altri 10 come autonoma (commerciante).
    Come commerciante sono riuscita a versare solo i primi quattro anni di contribuzione inps,quindi oggi ho un debito relativo agli altri sei anni in cui ho omesso i versamenti contributivi.Non riuscirei a versarli neanche rateizzati,in quanto non ho più potuto cercarmi un lavopro per badare a mia madre affetta da demenza senile.
    Equitalia ha smesso anche di mandarmi cartelle visto la mia situazione di disoccupata e nullatenente.Ora la mia domanda è: quei 14 anni di contributi regolarmente pagati,andranno persi?Avrò all’età di 65 anni l’assegno sociale (che poi non è molto meno di una pensione da commerciante) e non potrò usufruire assolutamente dei contributi di 14 anni di lavoro?
    grazie

    • cocco bill 29 dicembre 2009 at 06:58

      Gentile Antonella, non mi intendo assolutamente di questioni contributive.

      Credo tuttavia che i 14 anni di contributi versati in qualche modo influiranno sull’entità della pensione e non siano stati del tutto persi.

  • katia 17 dicembre 2009 at 11:43

    ciao a tutti. io ho lo stesso problema di voi tutti, mi sto informando per la rateizzazione, ma quello che mi preme di sapere, è : come mai mi sono arrivate cartelle da pagare vecchissime, (di cui non posso più sapere se effettivamente sono state pagate o meno), addiritura degli anni 80. Ma non cadono in prescrizione? Gli utenti dovrebbero conservare le ricevute a vita?
    grazie

    • c0cc0bill 17 dicembre 2009 at 13:38

      Come mai sono arrivate cartelle prescritte? Semplice: lo Stato prova a raschiare il fondo del barile.

      Comunque la prima cosa da fare è recarsi presso gli enti impositori (INPS, Agenzia delle Entrate, Comune ecc… – a seconda della natura dell’importo iscritto a ruolo) ed accedere agli atti, facendosi consegnare copia di tutte le relate di notifica.

      Solo così sarà possibile sapere se le cartelle esattoriali sono nulle perchè prescritte le richieste di pagamento del debito da cui hanno avuto origine.ggiori informazioni consulti gli articoli contenuti in questa sezione, e legga gli altri commenti sullo stesso argomento raccolti qui.

  • monica 1 dicembre 2008 at 11:20

    Scusate se posso essere ripetitiva.
    Buongiorno, sono molto preoccupata perchè ho ricevuto una cartella dall’Equitalia relativa a mancato pagamento inps ove ho chiesto la dilazione, con ulteriore racc. all’inps e all’equoitalia.Ho ricevuto risposta alla mia racc. solo dall’inps, ove mi consiglia di dilazionare tutto con l’equoitalia perchè loro mi possono dilazionare solo la parte amministrativa. Mi stanno facendo telefonare dall’inps, all’equitalia di Pinerolo la quale mi dice che devo contattare Torino, ove non risponde mai nessuno, e che la mia richiesta di dilazione rate non ha nessun valore perchè dovevo stampare il modulo da internet per rispondere ed eventualmente avere la possibilità di dilazionere.
    Il mio grosso problema è questo: mi sono trasferita dal Piemonte in Campagna per problemi di salute di uno dei miei figli, ho messo in liquidazione la mia attività rimettendoci un mucchio di soldi, SONO DISOCCUPATA, vorrei
    pagare con grandi sacrifici piccole somme e non so come devo fare. Ma non è possibile rinunciare a questi contributi pagando eventualmente solo gli interessi dovuti?
    Vi ringrzio anticipatamente , Monica.
    p.s. poi mi vengono a stanziare un bonus per le famiglie povere, ma come mai la mia famiglia non rientra mai ….eppure sia io che mio marito siamo disoccupati?

  • Sonia 21 novembre 2008 at 13:06

    salve,
    due giorni fa equitalia ha minacchiato mio padre di fermo amministrativo su una macchina,a causa di importi IRPEF non pagati dal ’95 al 2005. Premetto che mio padre è stato dipendente statale fino al 94, anno in cui è andato in pensione…ma l’irpef non la detraggono loro direttamente?
    Scusate forse per la domanda stupida, ma qualcuno sa dirmi qualcosa in merito? grazie

  • Alessandro 15 novembre 2008 at 22:44

    ho un debito con la banca che non riesco a pagare perche chiedono il rientro immediato ma c’è la possibilità di una prescrizione ? saluti e grazie

  • c0cc0bill 31 ottobre 2008 at 17:53

    Ciao a tutti,
    io ho lo stesso problema ,l’importo e’ di 22.000 Euro circa e mi hanno detto che possono finanziarmi solo il capitale cioe’ 13.000 Euro.
    Gli altri 9.000 pero’DI INTERESSI gli vogliono in contanti ed io non gli ho ,come posso fare?
    Grazie in anticipo per chi sa qualcosa

    Commento di massimo | Venerdì, 31 Ottobre 2008

    Chiedi meglio.

    Anche i 9000 euro puoi dilazionarli. Solo che la domanda di rateazione devi farla all’ente impositore (INPS, Erario ecc…) cioè all’ente il cui debito ha originato la cartella.

  • massimo 31 ottobre 2008 at 17:41

    Ciao a tutti,
    io ho lo stesso problema ,l’importo e’ di 22.000 Euro circa e mi hanno detto che possono finanziarmi solo il capitale cioe’ 13.000 Euro.
    Gli altri 9.000 pero’DI INTERESSI gli vogliono in contanti ed io non gli ho ,come posso fare?
    Grazie in anticipo per chi sa qualcosa

    • giuseppe giannotta 17 marzo 2010 at 17:32

      secondo me qesto è vero strozzinaggio nn bisogna pagare un bel niente a questa gente possono fare tutti i fermi che vogliono alla fine più aumenterà il debito è più ci sarà sicurezza di intascare un fico secco più aumenteranno i debitori è più ci sarà forza ………….sicuramente questi signori tutti stanno rischiando molto alla fine ragazzi nn ci si porta nulla dietro …….. facciamo una assocazione ok………

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca