Ho letto che è possibile estinguere il mutuo con la banca senza pagare penali e fare cancellare l'ipoteca senza ricorrere al notaio

Ho letto che è possibile estinguere il mutuo con la banca senza pagare penali e fare cancellare l'ipoteca senza ricorrere al notaio. Siccome dovrei vendere il mio appartamento su cui è accesa una ipoteca a garanzia di un mutuo della banca per acquistarne un altro, devo estinguere il mutuo e fare cancellare l'ipoteca. La banca tuttavia mi ha detto che la nuova legge in materie di penali per l'estinzione del mutuo non si applica al mio contratto. E che dovrei pagare la penale prevista dal contratto di mutuo e le spese notarili per la cancellazione dell'ipoteca. Vorrei sapere se mi hanno detto le solite fesserie. Grazie.

Commento di P.Grimaldi | Martedì, 9 Settembre 2008

L'assenza della penale di estinzione dei mutui è vera soltanto per i mutui stipulati dal 2 Febbbraio 2007 in poi.

Per i mutui stipulati in precedenza, ABI e associazioni di consumatori avevano raggiunto un accordo che ti sintetizzo qui:

MUTUI A TASSO VARIABILE
*Prima del terzultimo anno la penale contrattuale è ridotta ad un limite massimo dello 0,50% (qualora però la penale contrattuale risultasse già uguale o inferiore allo 0,50%, si dovrebbe applicare una “clausola di salvaguardia che riduce la penale contrattuale di un ulteriore 0,20%)
*Durante il terzultimo anno la penale è ridotta al limite massimo dello 0,20% (ma se è già contrattualmente dello 0,20%, allora non si applica per la clausola di salvaguardia)
*Durante gli ultimi due anni di durata del contratto di mutuo, nessuna penale.

MUTUI A TASSO FISSO.
*Se stipulati prima del 31/12/2000, valgono le stesse riduzioni previste per i mutui a tasso vaiabile (spiegate più sopra).
*Se stipulati dopo tale data (quindi dal 1° gennaio 2001), le penali di estinzione sono così distribuite:
**Durante la prima metà del mutuo la penale di estinzione è ridotta a 1,90% (e anche qui c'è una clausola di salvaguardia: se la penale contrattuale è pari od inferiore ad 1,90% va scontato sul valore della penale contrattuale uno 0,25%)
**Dalla metà del rimborso al quartultimo anno la penale massima è dello 1,50% (o scontata dello 0,25% se già contrattualmente inferiore)
**Durante il terzultimo anno 0,20%
**Negli ultimi due anni, nessuna.

In caso di mutui a tasso misto (con una componente variabile ed una fissa), la componente variabile segue le indicazioni per il tasso variabile e la componente fissa segue le regole del tasso fisso, su quote di capitale proporzionali alla distribuzione dei due tassi.

Commento di PromotoreMutui | Giovedì, 18 Settembre 2008

18 settembre 2008 · Piero Ciottoli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mutuo a tasso variabile con tetto massimo (CAP)
Il mutuo a tasso variabile con tetto massimo è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso variabile con tetto massimo consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente definite nel contratto sottoscritto ...
Mutuo a tasso misto - vantaggi e svantaggi
Il mutuo a tasso misto è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso misto consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente definite nel contratto sottoscritto tra le parti. Il mutuo a ...
Mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile (affitto o soffietto) – aspetti positivi e negativi
Il mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente ...
Mutuo a tasso variabile
Il mutuo a tasso variabile è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso variabile consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente e definite nel contratto sottoscritto tra le parti. Il mutuo ...
Estinzione anticipata del mutuo
Estinzione anticipata del mutuo è la facoltà, attribuita al mutuatario, di restituire il mutuo anticipatamente come previsto dalla legge (articolo 38 e seguenti Decreto Legislativo numero 385/1993, articolo 40 Testo Unico Bancario) per i contratti di credito fondiario. Generalmente anche negli altri contratti è convenzionalmente prevista tale possibilità. Il mutuatario ...

Spunti di discussione dal forum

Penale per estinzione mutuo prima casa dopo accollo – Devo pagare?
Il 28 ottobre 2011 ho acquistato la mia casa accollandomi un mutuo dell'ex proprietario che lo aveva stipulato a sua volta il giorno 20 ottobre 2006 (entrambi con stessa banca). In data 10 aprile 2017 estinguevo il mutuo e la banca mi ha applicato una penale di estinzione di 800…
Rinegoziazione mutuo – Ho diritto alla documentazione inerente il nuovo contratto?
Circa tre anni fa, ho rinegoziato il mio mutuo a tasso fisso con la mia banca, non allungando la durata ma semplicemente abbassando il tasso. Il tasso iniziale di circa 5,30% il tasso in seguito alla rinegoziazione circa il 3,5%. A quanto pare da quello che riesco a capire contattando…
Piano di ammortamento mutuo a tasso variabile
Ho appena realizzato che il piano di ammortamento del mio mutuo a tasso variabile a 30 anni, segue il metodo tradizionale invece del metodo di ricalcolo della rata. Questo provoca un inesorabile aumento della rata, quando il tasso rimane stabile. Mi spiego meglio: ad ogni rata la quota capitale sale,…
Mutuo consolidamento
Ciao a tutti sono Massimo, 43 anni dipendente pubblico da 15 anni, sposato e con una figlia di 1 anno. Nel corso degli anni, per alterne vicende ho contratto tre prestiti (valore totale di estinzione a scadenza € 45.000. Ho uno stipendio mensile netto di € 1600 per 13 mensilità,…
Quanto costa il rinnovo di ipoteca su mutuo quinquennale?
Tra un mese mi scade l'ipoteca ventennale su un mutuo della durata di 25 anni stipulato in lire per l'importo di 100 Milioni per l'acquisto di una casa a Roma. Mi si chiede di rinnovare l'ipoteca per i 5 anni mancanti al termine del mutuo, a parte le spese Notarili…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ho letto che è possibile estinguere il mutuo con la banca senza pagare penali e fare cancellare l'ipoteca senza ricorrere al notaio. Clicca qui.

Stai leggendo Ho letto che è possibile estinguere il mutuo con la banca senza pagare penali e fare cancellare l'ipoteca senza ricorrere al notaio Autore Piero Ciottoli Articolo pubblicato il giorno 18 settembre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria mutui casa - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Domande?