Controllare online la propria posizione nei confronti del Fisco tramite l'estratto conto di Equitalia

Indice dei contenuti dell'articolo

Controllare online la propria posizione nei confronti del Fisco, ovvero lo stato dei pagamenti, è possibile visualizzando l’estratto conto Equitalia.

Dal sito web di Equitalia è possibile verificare lo stato dei propri debiti e, tramite il servizio di estratto conto, il corretto recepimento di provvedimenti: conclusione delle procedure di sgravio di cartelle esattoriali, iter di annullamento multe o di tributi da pagare e così via.

Si tratta di uno strumento con il quale Equitalia cerca di offrire ai contribuenti massima trasparenza e semplificazione nelle modalità di controllo della propria posizione fiscale.

Un servizio in più rispetto a quelli informativi, con cui Equitalia spiega come affrontare la gestione di un debito o iscrizione a ruolo, con tutte le spiegazioni su ripartizione interessi e altre spese.

Visualizzare l’estratto conto Equitalia è semplice: basta collegarsi al sito di Equitalia e selezionare tra i Servizi Online disponibili in homepage la voce Verifica la tua situazione – Estratto Conto.

La posizione debitoria è visualizzabile a partire dall’anno 2000, previo accesso tramite credenziali (nome utente e password) fornite dall’Agenzia delle Entrate e/o dall’INPS.

Per ottenere le credenziali dall’Agenzia delle Entrate le persone fisiche e giuridiche devono collegarsi al sito e quindi dalla Home Page cliccare su Servizi online. Una volta compilato l’apposito modulo, verranno fornite le credenziali.

E’ possibile, inoltre, incaricare un professionista di fiducia a richiedere informazioni o effettuare operazioni al proprio posto conferendogli una specifica delega.

Infatti, se si vuole abilitare un intermediario fiscale (es. commercialista) alla consultazione della posizione debitoria della propria impresa/ditta individuale attraverso il servizio di Equitalia Estratto conto bisogna prima conferirgli un’apposita delega online.

Per conferire una delega, il delegante e il delegato devono essere in possesso delle credenziali (nome utente e password) fornite dall’Agenzia delle entrate per poter entrare nel servizio Estratto conto.

Il professionista/intermediario fiscale deve accedere al servizio, nella sezione Deleghe, e accettare il regolamento. In questo modo è abilitato a ricevere la delega dai propri clienti.

Il delegante deve entrare nell’Estratto conto, andare alla voce Deleghe, inserire il codice fiscale dell’intermediario di fiducia che vuole delegare.

Con questi semplici passaggi si dà all’intermediario fiscale la facoltà di verificare per tuo conto le informazioni della posizione debitoria che riguardano la tua attività.

5 Gennaio 2015 · Andrea Ricciardi

Indice dei contenuti dell'articolo




Condividi il post e dona


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su controllare online la propria posizione nei confronti del fisco tramite l'estratto conto di equitalia. Clicca qui.

Stai leggendo Controllare online la propria posizione nei confronti del Fisco tramite l'estratto conto di Equitalia Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 5 Gennaio 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 27 Settembre 2017 Classificato nella categoria autotutela sgravio rimborso sospensione rottamazione sanatoria condono della cartella esattoriale

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • rahaeel 5 Gennaio 2015 at 19:46

    Buongiorno. Ho 27 anni. Vivo da solo da due anni e sono disoccupato da 4 mesi. Come tutti ho delle spese, affitto , bollette assicurazione auto, ecc ed avendo dei finanziamenti che pagavo sono rimasto in arretrato. Ho ricevuto a dicembre la disoccupazione che avrei usato per fare la spesa pagare l’affitto per evitare lo sfratto e fare il pieno all auto per cercare lavoro. La corrente mi è già stata staccata. L’avviso di accettazione della disoccupazione mi è arrivato in gennaio e dal 20 dicembre i soldi erano sul conto a mia insaputa. Quando mi recai in posta per ritirare i soldi mi accorgo che la posta ha prelevato i soldi della disoccupazione per coprire gli arretrati lasciandomi senza i soldi per i quali lavoro da 10 anni e che lo stato mi ha concesso per aiutarmi in questo momento di crisi per sopravvivere. Devo suicidarmi, minacciare qualcuno o c’è un modo per avere il sussidio che mi spetta? Grazie anticipatamente.

    • Ludmilla Karadzic 6 Gennaio 2015 at 05:58

      Lei deve revocare i RID (Rapporti Interbancari Diretti) relativi ai finanziamenti in corso. Il RID, infatti, è un ordine di pagamento impartito dal correntista all’intermediario (la banca o Poste Italiane) per coprire le richieste periodiche di prelievo effettuate, direttamente sul circuito interbancario, dai soggetti terzi autorizzati dal correntista stesso. In mancanza di esplicite disposizioni di revoca dei RID, la banca, o Poste Italiane, deve obbligatoriamente procedere ad eseguire gli addebiti pervenuti, altrimenti il correntista potrebbe chiedere ed ottenere il risarcimento degli eventuali danni conseguenti al loro mancato pagamento.