Il conducente è considerato in stato di ebbrezza se viene accertato un tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l

I tempi si fanno sempre più duri per chi viene pizzicato alla guida in stato di ebbrezza.

Il reato di guida in stato di ebbrezza da alcool, è regolato dall'articolo 186 del Codice della strada, che al comma 1, recita: É vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell'uso di bevande alcoliche.

Si è considerati in stato di ebbrezza quando viene accertato un valore del tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l.

Per l'accertamento dello stato di ebbrezza le Forze dell'Ordine si servono del cosiddetto etilometro elettronico: uno strumento di misurazione che determina la quantità di alcool contenuta nel sangue indicata in g/l (grammi su litro).

Per i conducenti coinvolti in incidenti stradali e sottoposti alle cure mediche è possibile controllare il tasso alcolemico in ospedale con un prelievo ematico anche senza il consenso del conducente stesso.

A seconda del tasso alcolemico rilevato, le pene e le sanzioni sono differenti.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca