Indice del post una guida di sopravvivenza per il debitore assediato

Una guida di sopravvivenza per debitori assediati da società di recupero crediti

Non vorrei essere frainteso, dando la sensazione di voler asserire che le società di recupero credito operino in contesti fuori legge. Ma, anche se può sembrare un paradosso, è assolutamente certo che una delle armi di difesa più efficaci nelle mani del debitore perseguitato  consiste proprio nella scrupolosa e attenta istanza di applicazione delle leggi vigenti. Questo perchè, di solito, non viene data, nelle operazioni di cessione dei crediti, la giusta importanza alle carte. Carte non classificate che, in scatoloni abbandonati e in archivi improvvisati, trovano la loro ingloriosa fine. Nella convinzione (sbagliata)  da parte di molte società di [ ... leggi tutto » ]

Le comunicazioni di trasferimento del credito

L'obbligo di informativa dell'avvenuto trasferimento del credito, per dare modo al debitore di comprendere a quale soggetto deve corrisponderlo, va assolto dalla società  cessionaria (quella che ha acquisito il credito) con riguardo ad ogni debitore, "alla prima occasione utile" che coincide con la prima comunicazione che la cessionaria - o chi agisce su suo mandato - invia al debitore. Spesso il credito viene ceduto più volte.  Nella filiera delle cessioni, tutte le comunicazioni devono essere state inviate al debitore con raccomandata AR.  Se ne manca solo una, il debitore non è in grado di ricostruire la catena e quindi [ ... leggi tutto » ]


Estratto conto cronologico

Parlando in termini strettamente giuridici gli interessi sono una particolare obbligazione accessoria di tipo pecuniario che si aggiunge ad una obbligazione detta invece principale. Quando una società o un istituto di credito erogano un finanziamento, la somma che deve essere restituita al termine del periodo concordato è l'obbligazione pecuniaria principale mentre le somme che contrattualmente devono essere corrisposte come ‘costo' del prestito effettuato, e cioè gli interessi, costituiscono l'obbligazione pecuniaria accessoria. Gli interessi si dividono essenzialmente nelle seguenti tipologie: Interessi Legali  -  il tasso di interesse legale è fissato dal legislatore, ovvero il Ministro del Tesoro, con decreto pubblicato [ ... leggi tutto » ]

Le comunicazioni di messa in mora del debitore

Nella filiera della cessione dei crediti le comunicazioni di messa in mora del debitore svolgono una duplice funzione: interruzione dei termini di prescrizione della esigibilità del credito; determinazione delle decorrenze da cui possono essere applicati gli interessi moratori. Per questo motivo, dovrebbe essere  chiaro come solo la presa visione della comunicazione di messa in mora effettuata da ciascuna  cessionaria (beninteso, con allegata ricevuta AR secondo quanto previsto dalla legge)  possa consentire una ricostruzione fedele e probante (congiuntamente all'estratto  conto cronologico) dell'esposizione debitoria (comprensiva di capitale ed interessi) la cui ricopertura si intima al debitore. Si comprende perfettamente come, in [ ... leggi tutto » ]

La documentazione  attestante la legittimità della richiesta e la corretta consistenza del credito vantato

E allora signori, per non finire come Pippo, quando una società di recupero crediti vi contatta per esigere il dovuto, rispondete immediatamente, con comunicazione scritta inviata tramite raccomandata AR, che sarà vostra cura provvedere all'estinzione del debito, appena la società in questione avrà provveduto a fornire al debitore: copia conforme delle lettere di cessione (tutte, dalla società A alla società Z) che consentano di ricondurre la titolarità del credito dal primo creditore  (l'unico che può essere riconosciuto dal debitore come legittimo) alla società cessionaria che lo rivendica; estratto conto cronologico che metta il debitore nella condizione di poter ricostruire [ ... leggi tutto » ]


La messa in mora del creditore

Anzi, anche se può sembrare (e sembrerà a molti) addirittura provocatorio, aggiungerei che il rifiuto a fornire al debitore la documentazione finalizzata all'accertamento del debito configura, per il creditore, una condotta che si sostanzia nel rifiuto a compiere gli atti (cosiddetti preparatori) necessari al ricevimento della prestazione dovuta dal debitore. Ci sono allora tutti i presupposti giuridici per mettere in mora il creditore. Effetti della costituzione in mora del creditore, saranno: il dovuto risarcimento dei danni patiti dal debitore; la cessazione degli interessi dovuti da quest’ultimo al creditore; il passaggio a carico del creditore del rischio dell'impossibilità della prestazione. [ ... leggi tutto » ]

7 settembre 2008 · Paolo Rastelli

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post una guida di sopravvivenza per il debitore assediato. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Una guida di sopravvivenza per il debitore assediato Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 7 settembre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 5 novembre 2016 Classificato nella categoria accordo transattivo a saldo stralcio Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca