Indice del post il vademecum sulla polizza rc auto per il consumatore

Tutto ciò che il consumatore deve conoscere sul contratto assicurativo rc auto. Cosa è bene sapere prima di sottoscrivere un contratto rc auto? Come scegliere la copertura migliore per le proprie esigenze? Che cosa è il bonus-malus? Cosa sono le clausole di franchigia, esclusione e rivalsa? Ci sono altre coperture [ ... leggi tutto » ]

L'abbreviazione rc auto indica la Responsabilità Civile Autoveicoli e corrisponde al contratto assicurativo che viene associato a ogni veicolo immatricolato circolante su strada. In Italia, per poter circolare con un veicolo a motore, l’assicurazione è obbligatoria per Legge. Attraverso la sottoscrizione di questo contratto l’assicurato si tutela economicamente, da possibili rischi che si possono verificare mentre si è alla guida, quindi riconducibili alla propria responsabilità, e che arrecano danni materiali e/o lesioni a terzi. Le compagnie assicurative dietro il pagamento del premio da parte dell’assicurato si impegnano a risarcire i danni arrecati a terzi dalla circolazione del veicolo. Il [ ... leggi tutto » ]

I contratti rc auto sono regolati sia dal codice civile, che ne detta le regole generali, che dalla legge. Come accennato, sussiste l'obbligo di assicurare i veicoli a motore per la responsabilità civile verso terzi, conformemente a quanto previsto dal codice civile. Il nuovo codice estende l'obbligo di copertura riguardo ai danni alla persona causati ai soggetti trasportati i quali hanno diritto ad essere rimborsati dalla compagnia che assicura il veicolo ove viaggiavano al momento del sinistro, a prescindere dall'accertamento della responsabilità dei conducenti. La copertura vale anche per i danni causati all'estero (all'interno della comunita' europea), a patto [ ... leggi tutto » ]

Cosa deve conoscere il consumatore prima di apporre la firma su un contratto rc auto Le compagnie assicurative, innanzitutto, devono mettere a disposizione del pubblico, presso ogni punto vendita e nei loro siti Internet, le note informative e le condizioni contrattuali praticate. La pubblicita' dei premi e' effettuata tramite preventivi personalizzati rilasciati nei punti vendita o mediante i siti Internet. I preventivi e le offerte devono essere trasparenti e fornire determinate informazioni. Le principali riguardano le caratteristiche generali del prodotto offerto, che essere quello più adatto alle esigenze del contraente, il prezzo comprensivo delle imposte, nonchè, quando il contatto [ ... leggi tutto » ]

La normativa vigente regola disposizioni generali valide per tutti i contratti di assicurazione, ma è bene sapere che per tutti i punti in cui la legge non si esprime le compagnie assicurative godono di una certa libertà decisionale. Comunque, per chiarire bene i diritti del consumatore nel contratto rc auto, è bene distinguere quali diritti derivano da precise disposizioni di legge o dell'IVASS e quali, invece, devono essere esplicitamente previsti dai contratti. Gli obblighi normativi sul contratto rc auto Le imprese di assicurazione devono accettare le richieste di copertura assicurativa obbligatoria, fatte ovviamente nel rispetto delle condizioni di polizza [ ... leggi tutto » ]

Le regole che le compagnie assicurative devono rispettare in materia di rinnovo della polizza rc auto ed attestato di rischio. In questo senso, per la compagnia assicurativa è obbligatorio inviare all'assicurato, per iscritto ed almeno trenta giorni prima della scadenza annuale, una comunicazione contenente la data di scadenza del contratto, eventuali modalità di esercizio della disdetta contrattuale da parte del contraente, indicazioni in merito al premio di rinnovo, fornite direttamente o per tramite di intermediari (compresi i call center). La comunicazione dev'essere inviata anche se il contratto non prevede il rinnovo tacito. Inoltre, la compagnia assicurativa deve inviare, unitamente [ ... leggi tutto » ]

Cosa succede quando la polizza rc auto scade: norme, diritti e sanzioni. La compagnia di assicurazione con cui si è stipulata l'rc auto è obbligata ad avvisare il contraente della scadenza del contratto con preavviso di almeno 30 giorni. Nell'immediato della scadenza, inoltre, è tenuta a mantenere comunque operante la garanzia prestata con il precedente contratto assicurativo fino all'effetto della nuova polizza, oppure fino al quindicesimo giorno successivo alla scadenza del contratto stesso. Ciò è stato chiarito dalla Circolare del 14 febbraio 2013 del Ministero dell'Interno, con cui sono stati diffusi alcuni importanti chiarimenti in merito al tacito rinnovo [ ... leggi tutto » ]

Come ampiamente chiarito, munirsi di assicurazione rc auto è indispensabile per tutelare se stessi e gli altri e, anche se è previsto il cosiddetto Fondo di Garanzia Vittime della Strada (FGVS) a difesa di chi subisce il danno, non è comunque giustificabile tale mancanza. Ma vi è mai capitato di trovare sul parabrezza della propria auto una multa per mancata esposizione del contrassegno assicurativo, anche se regolarmente assicurati? Infatti, nonostante il pagamento alla compagnia sia stato effettuato e nonostante sia stato rilasciato il contrassegno, può capitare di dimenticarsi di esporlo sul parabrezza dell'auto. Ma cosa succede se, appunto, ci [ ... leggi tutto » ]

Come accennato nei paragrafi precedenti, grazie alla legge Bersani, decreto Legge 7/2007, il quale ha integrato l’articolo 134 del codice delle assicurazioni, è possibile usufruire della migliore classe di merito di un qualsiasi convivente del nucleo familiare per assicurare un altro veicolo della stessa tipologia. Per intenderci: auto-auto, moto-moto. La condizione fondamentale per accedere a questo beneficio è che il parente di cui si vuole sfruttare la classe di merito sia del proprio nucleo familiare. Per fare ciò, bisogna farsi redigere uno stato di famiglia o, se consentito dalla compagnia di assicurazioni, un'autocertificazione. Se entrambi i genitori sono presenti [ ... leggi tutto » ]

Come sospendere la polizza rc auto per inutilizzo del mezzo Spesso capita di non dover usare il proprio mezzo di trasporto per parecchio tempo. Come fare allora, a sospendere la polizza evitando di pagare per un autovettura ferma? Per fare ciò, bisogna, prima di tutto, verificare se il contratto, nelle condizioni generali e speciali di polizza, prevede la possibilità di sospendere e a quali condizioni, con o senza oneri aggiuntivi. Quindi ancora prima di scegliere una Compagnia assicurativa e stipulare il contratto, potrebbe esser un elemento di scelta confrontare le diverse offerte della polizza auto, optando, almeno per quella [ ... leggi tutto » ]

A seguito di un sinistro stradale, a volte, il consumatore sceglie di non riparare nemmeno la propria autovettura, perché inutilizzabile, decidendo così di rottamarla. Ma se è già stata pagata la rata dell'rc auto all'assicurazione, è possibile ottenere il rimborso del premio assicurativo? Forse non tutti lo sanno, ma in caso di alienazione veicolo, rottamazione e vendita si può ottenere il rimborso del premio rc auto non goduto, restituendo però il certificato e contrassegno all'assicuratore. Il rimborso verrà calcolato sul rateo non goduto al netto delle tasse. Qualora, invece, si fosse ancora indecisi sul fatto sia il caso rottamare [ ... leggi tutto » ]

Quando la compagnia assicurativa applica il diritto di rivalsa nella polizza rc auto. Come noto, in caso di sinistro stradale, l'assicurazione può rivalersi contro l'assicurato in caso di gravi violazioni, il cosiddetto diritto di rivalsa. La rivalsa è un diritto delle compagnie di assicurazione che, dopo aver pagato il risarcimento danni alle terze persone coinvolte in un incidente, possono chiedere al proprio assicurato, un rimborso qualora sussistono le gravi violazioni del Codice della Strada. Ad esempio, giustificano la rivalsa le seguenti circostanze: la guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti (o di psicofarmaci); la violazione [ ... leggi tutto » ]

Come noto, la stipula del contratto di assicurazione avviene per la durata di un anno (dal 1° gennaio 2013 senza tacito rinnovo). Il pagamento del premio, invece, può essere concordato in unica soluzione o essere corrisposto a rate. Le norme in materia di omesso pagamento delle rate del premio sono regolate dal primo e secondo comma dell'articolo 1901 del codice civile se il contraente non paga il premio o la prima rata di premio stabilita dal contratto, l’assicurazione resta sospesa fino alle ore ventiquattro del giorno in cui il contraente paga quanto da lui dovuto. Se alle scadenze convenute [ ... leggi tutto » ]

Per quanto riguarda l'assicurazione rc auto per danni da circolazione di veicoli, il terzo danneggiato non è tenuto ad effettuare accertamenti se sia stato pagato il premio assicurativo o rilasciati solo il certificato ed il contrassegno. Ciò, potendo fare ragionevole affidamento sull'apparenza della situazione, giacché quello che rileva per esercitare l'azione diretta nei confronti dell'assicuratore è l'autenticità del contrassegno e non la validità del rapporto assicurativo. Il contrassegno ed il certificato di assicurazione, infatti, operano nell'interesse ed a tutela del danneggiato in quanto assolvono alla funzione di comunicare ai terzi (segnatamente i terzi danneggiati e gli organi accertatori del [ ... leggi tutto » ]

Nella fattispecie di contratti rc auto con la clausola Bonus/Malus, qualora nel corso dell'annualità in scadenza ci si fosse resi responsabili di sinistri rientranti nell'ambito della procedura del risarcimento diretto, si ha facoltà di riscattare, tramite Consap, tali sinistri al fine di evitare l'aumento del premio conseguente all'attribuzione di una classe di merito superiore. Sono riscattabili: Sinistri accaduti a partire dal 1° febbraio 2007 (data di avvio del risarcimento diretto); Sinistri liquidati e contabilizzati totalmente per i quali non risultino pendenti altre partire di danno. Non sono riscattabili: Sinistri con collisione tra più di due veicoli; Sinistri con solo [ ... leggi tutto » ]

Va detto, innanzitutto, che dal 1° gennaio 2013, non occorre più presentare disdetta all'impresa assicurativa. In precedenza la disdetta andava fatta 15 giorni prima della scadenza. Al contrario se la compagnia assicurativa ha inviato disdetta al cliente e questo desidera rinnovare con la stessa impresa, quest’ultima ha l’obbligo di rinnovare il contratto, soprattutto non considerando il cliente come nuovo dal punto di vista tariffario. Per poter stipulare un contratto RC Auto occorrono principalmente due documenti: Carta di circolazione del veicolo (il libretto) L’attestazione dello stato di rischio (l'attestato di rischio) La carta di circolazione è in nostro possesso se [ ... leggi tutto » ]

19 gennaio 2015 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Polizza rc auto intestata a persona diversa dal proprietario del veicolo: è possibile? » Tutti i chiarimenti del caso
E' possibile intestare la polizza rc auto a una persona diversa dal proprietario del veicolo? Ciò può portare benefici, in termini economici, sul pagamento del premio assicurativo? Facciamo luce sulla questione con questo intervento. Una delle domande più frequenti quando si parla di polizza rc auto è quella che riguarda [ ... leggi tutto » ]
Polizza rc auto per un veicolo quando vige la comunione legale dei beni » Le informazioni per il consumatore
Nella fattispecie di un matrimonio in comunione dei beni, è'possibile stipulare un contratto di assicurazione a proprio nome anche se il veicolo è di proprietà del coniuge. E' possibile stipulare un contratto di assicurazione per la responsabilità civile (rc auto) a proprio nome anche se il veicolo è intestato [ ... leggi tutto » ]
Rc auto: classe di merito resta la stessa? » Compagnia assicuratrice non può aumentare il premio
Polizza rc auto scaduta: la compagnia assicuratrice aumenta il premio anche se la classe di merito è rimasta la medesima dell'anno precedente? L'automobilista ha diritto al risarcimento dei danni. Alla scadenza annuale del contratto assicurativo, la compagnia non può aumentare senza motivo e spropositatamente il premio della polizza rc auto [ ... leggi tutto » ]
Rc auto ed assicurazione furto incendio » Chiarimenti
In questo articolo parliamo della polizza assicurativa cosiddetta furto e incendio: vediamo in quali casi è collegata con l'rc auto. Al contrario di quella per la responsabilità civile (rc auto), la polizza per il furto e l'incendio non è obbligatoria per legge. Chi stipula questo tipo di polizza è tutelato [ ... leggi tutto » ]
Rc auto » Come ottenere il rimborso per un periodo non goduto
Può capitare, a seguito di un sinistro stradale, di scegliere di non riparare nemmeno la propria autovettura, perché inutilizzabile, decidendo così di rottamarla. Ma se è già stata pagata la rata dell'rc auto all'assicurazione, è possibile ottenere il rimborso del premio assicurativo? Forse non tutti lo sanno, ma in caso [ ... leggi tutto » ]

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post il vademecum sulla polizza rc auto per il consumatore. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Il vademecum sulla polizza rc auto per il consumatore Autore Tullio Solinas Articolo pubblicato il giorno 19 gennaio 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 30 ottobre 2017 Classificato nella categoria tutela consumatori - polizze assicurative RC auto, vita, infortuni e danni Inserito nella sezione tutela consumatori del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca