Indice del post guida alla cambiale

La cambiale è un titolo di credito all'ordine che attribuisce al legittimo possessore il diritto incondizionato a farsi pagare una somma determinata ad una scadenza indicata. Puo' essere emessa sottoforma di cambiale tratta o cambiale propria (il paghero' o vaglia cambiario). La cambiale tratta contiene un ordine di pagamento che il firmatario/emittente (il traente) dà ad un soggetto debitore (trattario) a beneficio proprio o di un terzo (creditore/beneficiario). Il trattario può accettare o meno. Nel primo caso egli diventa il debitore principale sia nei riguardi di chi dovra' essere pagato sia verso chi ricevera' il documento dal primo creditore [ ... leggi tutto » ]

Nella cambiale deve esserci: la denominazione di cambiale (o vaglia o paghero' cambiario) inserita nel contesto del titolo ed espressa nella lingua in cui esso e' redatto; l’ordine incondizionato di pagare una determinata somma (per la tratta) o l'incondizionata promessa di pagare (per il vaglia cambiario); il nome, il luogo e la data di nascita -oppure il codice fiscale- di chi è designato a pagare (soggetto detto "trattario" per le tratte ed "emittente" per i paghero'); l’indicazione della scadenza e del luogo di pagamento (inteso come il Comune); il nome di colui al quale o all'ordine del quale deve [ ... leggi tutto » ]

La cambiale puo’ essere emessa a vista, a certo tempo vista, a certo tempo data e a giorno fisso. Ma esaminiamo, nel dettaglio, le varie possibilità. a vista: è pagabile alla presentazione (che deve avvenire entro un anno dalla data di emissione). Il traente può abbreviare o allungare questo termine, i giranti possono solo abbreviarlo; a certo tempo vista (il termine indicato parte dalla data dell'accettazione o, in mancanza, da quella del protesto); a certo tempo data (in tempo indicato decorre dalla data di emissione, es. paghero' tra 60 giorni); a giorno fisso. altre scadenze sono nulle. In mancanza [ ... leggi tutto » ]

La cambiale, in quanto titolo di credito all'ordine, può essere ceduta dal beneficiario in pagamento di un proprio debito. Tale trasferimento si attua mediante la girata, fatta sul retro del documento o su un foglio detto "allungamento", ad esso attaccato. La girata dev'essere fatta per l'importo totale della cambiale (non può essere parziale) e deve essere incondizionata (qualsiasi condizione si dà come inesistente). Puo' essere "in bianco", ovvero fatta tramite semplice firma del beneficiario/girante (in tal caso il nuovo beneficiario e' il portatore), oppure "in pieno", con indicazione precisa del nuovo beneficiario. Se la girata è in bianco il [ ... leggi tutto » ]

Il pagamento di una cambiale puo’ essere garantito con avallo per tutta o parte della somma. La garanzia puo’ essere prestata da un terzo o anche da un firmatario della cambiale. L’avallo è apposto sulla cambiale o sull’allungamento, e' espresso con le parole "per avallo" -o forma equivalente- ed è sottoscritto dall'avallante. Si considera dato anche con la semplice firma dell'avallante sul fronte della cambiale, purche' esso non coincida con il trattario o il traente. Deve essere indicato per chi è dato l’avallo: in mancanza di indicazione si intende dato per il traente. L’avallante è obbligato in solido con [ ... leggi tutto » ]

La firma di accettazione su una cambiale tratta (posta ovviamente dal trattario) e' indispensabile perché l'obbligazione a pagare risulti assunta. L'accettazione, tra l'altro, rende valida la cambiale indipendentemente dalla validita' dei contratti o accordi che l'hanno originata. Essa viene data scrivendo sulla cambiale "accettato" o "visto" o parole equivalenti con sottoscrizione del trattario. Egli deve anche indicare il proprio codice fiscale oppure luogo e data di nascita. Anche la semplice sottoscrizione del trattario sulla faccia anteriore della cambiale vale come accettazione (anche per le cambiali a certo tempo vista). Il traente, come ogni girante, può prescrivere che la cambiale [ ... leggi tutto » ]

Il detentore della cambiale (il beneficiario originale o l'ultimo a cui e' stata girata) può: aspettare la scadenza per riscuoterla; trasferirne ad altri la proprietà mediante girata; cedere la cambiale ad una banca prima della scadenza (mediante girata "all'incasso") chiedendo l'anticipazione del pagamento tramite il cosiddetto "sconto bancario". Questa operazione e' un contratto bancario possibile nel caso in cui il beneficiario possieda un conto corrente e abbia ottenuto dalla banca un fido utilizzabile allo scopo. Di norma l'anticipazione non può essere chiesta al debitore, ma -come gia' detto- solo ad una banca. Il debitore che paga in anticipo lo [ ... leggi tutto » ]

Le azioni fattibili in caso di mancato pagamento sono l'esecuzione forzata sul patrimonio del debitore, il procedimento ingiuntivo e l'ordinario giudizio di cognizione. Esecuzione forzata sul patrimonio del debitore Servendosi della cambiale come titolo esecutivo (purche' sia in regola con i bolli). Cio' iniziando con un atto di precetto, magari con l'aiuto di un legale, e proseguendo con l'eventuale pignoramento e vendita coatta dei beni del debitore. Il procedimento ingiuntivo Cio' in particolare nel caso in cui non si possa far valere la cambiale come titolo esecutivo. Ci si dovra' rivolgere al giudice per l'emanazione di un decreto ingiuntivo [ ... leggi tutto » ]

Le azioni cambiarie dirette si prescrivono in tre anni a decorrere dalla data della scadenza della cambiale. Quelle di regresso si prescrivono invece in un anno dalla data di protesto o da quella della scadenza del titolo se vi e' la clausola "senza spese". Le azioni dei giranti gli uni contro gli altri e quelle contro il traente, invece, si prescrivono in sei mesi a decorrere dal giorno in cui il girante ha pagato la cambiale o dal giorno in cui l'azione di regresso e' stata promossa contro di lui. Per completare l'informazione generale trattiamo brevemente dell'azione di arricchimento, [ ... leggi tutto » ]

In caso di alterazione del testo della cambiale, chi ha firmato dopo l'alterazione risponde nei termini del testo alterato, mentre chi ha firmato prima risponde nei termini del testo originario. Qualora non sia desumibile ne' dimostrabile il momento della firma, si presume che essa sia stata [ ... leggi tutto » ]

In questi casi il portatore può fare denuncia al trattario e chiedere l'ammortamento del titolo con ricorso al presidente del Tribunale del luogo in cui la cambiale e' pagabile, o al giudice di pace del luogo in cui egli ha domicilio. Il giudice, fatte le dovute verifiche, emettera' un decreto con il quale pronuncia l'ammortamento della cambiale e ne autorizza il pagamento dopo 30 giorni dalla data di pubblicazione del decreto stesso sulla GU nel caso di cambiali a vista, oppure alla data della scadenza se questa e' successiva alla pubblicazione. Il decreto dev'essere notificato al trattario. Se tale [ ... leggi tutto » ]

31 luglio 2013 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cambiale - tratta, vaglia cambiario o pagherò
I titoli di credito sono documenti in base ai quali un soggetto è tenuto ad effettuare una prestazione tipicamente, versare denaro) a chi li presenta, essendone legittimamente in possesso. Il diritto del possessore ad ottenere la prestazione prescinde dalla dimostrazione delle ragioni che hanno generato il diritto stesso: è sufficiente ...
Assegno - scoperto, protesto, postdatato
Un assegno bancario è un titolo di credito contenente l'ordine incondizionato che il traente (cioè, colui che ha un conto corrente presso una Banca) rivolge al trattario (cioè, alla Banca) perché paghi ad un terzo (o se stesso). Essendo un mezzo di pagamento, l'assegno non può mai avere una scadenza ...
Cambiale in scadenza - luogo di pagamento avviso e protesto
Di norma, il debitore emette una cambiale indicando contestualmente, come domiciliataria, una specifica filiale di una banca che indicheremo con D (luogo di pagamento). Questo vuol dire che, alla scadenza, la cambiale dovrà essere presentata per il pagamento esclusivamente a quella filiale D. Supponiamo che il portatore legittimato all'incasso (beneficiario ...
Assegno - obbligo della clausola non trasferibile per assegni di importo pari o superiore a 1.000 euro
Per assegni bancari, postali e circolari di importo pari o superiore a 1.000 euro è obbligatoria la clausola di "non trasferibilità". E' possibile richiedere per iscritto il rilascio di moduli di assegni utilizzabili senza clausola “non trasferibile” esclusivamente per importi inferiori a 1.000 euro, ma bisogna corrispondere - a titolo ...
Assegno bancario – girate e protesto
Se l'assegno bancario contiene delle girate, significa che ognuno dei giranti garantisce l'importo scritto sull'assegno, e potrà, dunque, essere chiamato a rifonderlo nel caso di mancato pagamento da parte della Banca. Il mancato pagamento dell'assegno all'atto di presentazione per l'incasso deve risultare dal protesto, ovvero da un atto pubblico (redatto ...

Spunti di discussione dal forum

Cambiale ricevuta dopo la scadenza
Ho firmato una cambiale pagherò con scadenza al 31 dicembre 2014: il creditore l'ha presentata presso la sua banca i primi giorni di dicembre ma la pratica è stata avviata dalla banca a inizio gennaio (dopo la scadenza). La cambiale è pervenuta alla mia banca in data odierna. Come devo…
Come cancellare protesto cambiale con quietanza creditore ma in assenza di titolo originale?
Volevo chiedere come faccio a cancellare un protesto di una cambiale non avendo ancora in mano l'originale della cambiale visto che la camera di commercio per poterlo fare chiede l'originale. Ho comunque una quietanza di pagamento del creditore.
Regolarità Cambiale
Vorrei sapere se una cambiale con marca da bollo al posto di marca con la dicitura Marca cambiale è protestabile.
Cambiale in scadenza che non potrò onorare – Posso chiedere alla banca di posporre il pagamento?
Ho una cambiale in scadenza di 200 euro il prossimo 2 luglio: purtroppo credo che non potrò onorare l'impegno. Ho pensato di chiedere alla Banca ove sono cliente di posporre il pagamento al mese successivo (ovvero pagherei due cambiali insieme). Considerato che il pagamento della cambiale lo effettuo a mano…
Cambiale ipotecaria di secondo grado
Ho un mutuo in essere sulla prima casa che sto pagando regolarmente da 5 anni. A causa di un debito ho fatto una cambiale ipotecaria di secondo grado sull'immobile. Il mutuo iniziale era di euro 190 mila mentre la cambiale con scadenza 28 febbraio 2015 era di 52 mila euro.…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post guida alla cambiale. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Guida alla cambiale Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 31 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria cambiali » cambiale tratta - vaglia cambiario - pagherò Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Vuoi fare una domanda?