Gratuito patrocinio » Il richiedente può essere ammesso al beneficio se la sua condizione economica è peggiorata dopo la dichiarazione dei redditi

Ammessa al patrocinio gratuito la parte la cui condizione economica è peggiorata dopo la dichiarazione dei redditi.

L'imputato può essere ammesso al patrocinio a spese dello Stato, anche se l'ultima dichiarazione dei redditi mostra un reddito superiore al tasso soglia, quando dimostra che dopo la presentazione della dichiarazione le sue condizioni economiche sono peggiorate.

Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 47343/14.

Da quanto si evince dalla suddetta pronuncia, può essere ammessa al gratuito patrocinio la parte che, pur dichiarando oltre la soglia prevista dalla legge, ha peggiorato la sua condizione economica nel breve periodo.

A parere degli Ermellini, infatti, né la legge né lo scopo da essa perseguito, autorizzano a ritenere esclusa la possibilità per il richiedente di dimostrare l'intervenuta variazione di reddito a suo sfavore, anche perché una diversa interpretazione inciderebbe negativamente sull'effettività della difesa del cittadino.

Ciò perché, d'altronde, la stessa regola vale al contrario: chi viene ammesso al gratuito patrocinio a spese dello stato ha l'obbligo di comunicare, durante il procedimento in Tribunale, le variazioni reddituali.

Al contrario, la mancata comunicazione dell'aumento del reddito può far decadere il beneficio del gratuito patrocinio.

Dunque, secondo quanto disposto dai Giudici Supremi, l'interpretazione della norma va applicata anche viceversa. Quando le variazioni di reddito sono peggiorative il contribuente va ammesso al beneficio.

Va detto che sia la pronuncia che le motivazioni appena esplicate sono di fondamentale importanza, in materia di gratuito patrocinio.

Allo stato attuale, causa la crisi economica, infatti, è sovente ritrovarsi, ad esempio a richiedere il beneficio quando si lavora, ed affrontare il procedimento, invece, senza un'occupazione.

Così, ben si possono verificare situazioni in cui, nonostante l'interessato presenti una dichiarazione dei redditi con importi che travalichino il limite massimo per godere del gratuito patrocinio, la sua situazione economica peggiori tutto ad un tratto nel breve periodo, all'interno quindi dello stesso periodo di imposta.

Ebbene, come chiarito, se il soggetto dovesse limitarsi a presentare l'ultima dichiarazione dei redditi verrebbe sicuramente escluso dal beneficio, perché nulla dice, a riguardo, la legge.

Proprio per questo, i Giudici del Palazzaccio, sono intervenuti per colmare la lacuna normativa e a stabilire che nulla vieta, in casi simili, di dimostrare la modifica delle condizioni reddituali intervenuta rispetto all'ultima dichiarazione dei redditi.

In conclusione, pertanto, è possibile dire qualora il contribuente rimanga rimasto, d'un tratto, senza risorse economiche per difendersi, anche se l'ultima dichiarazione era elevata, è giusto che l'avvocato glielo paghi lo Stato.

18 novembre 2014 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Gratuito patrocinio - ammissione e revoca nel caso di variazioni reddituali rispetto all'ultima dichiarazione fiscale
Come sappiamo, l'ammissione al gratuito patrocinio a spese dello Stato è condizionata dal possesso di specifici requisiti reddituali posseduti dal richiedente, in base all'ultima dichiarazione fiscale dallo stesso presentata. Ma, cosa accade se, dopo la presentazione della dichiarazione dei redditi, interviene una diminuzione del reddito una volta che il gratuito ...
Gratuito patrocinio – nell'istanza vanno specificati tutti i redditi
La richiesta di ammissione al patrocinio a spese dello Stato non può essere accettata se non indica specificamente anche le erogazioni familiari percepite. In tal senso si è espressa la Corte di cassazione in merito all'ammissibilità della richiesta di assistenza legale gratuita, in cui il richiedente indicava genericamente di ricevere ...
Coniugi separati in casa - per essere ammessi al gratuito patrocinio i redditi non vanno sommati
Come molti sanno, per essere ammessi al patrocinio a spese dello Stato è necessario che il richiedente sia titolare di un reddito annuo imponibile, risultante dall'ultima dichiarazione, non superiore a euro 11.369,24. Se l'interessato ad essere ammesso al gratuito patrocinio convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito ...
Il gratuito patrocinio (difendersi dai creditori a spese dello stato)
Se in ogni aula di tribunale è scritto la legge è uguale per tutti, davvero tutti riescono ad accedere alla giustizia? La nostra bella costituzione ha stabilito "Sono assicurati ai non abbienti, con appositi istituti, i mezzi per agire e difendersi davanti ad ogni giurisdizione", terzo comma articolo 24. Ma ...
Gratuito patrocinio - Nuove regole
Può essere ammesso al gratuito patrocinio chi è titolare di un reddito imponibile ai fini dell'imposta personale sul reddito, risultante dall'ultima dichiarazione, non superiore a euro 11.493,82. Se l'interessato convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su gratuito patrocinio » il richiedente può essere ammesso al beneficio se la sua condizione economica è peggiorata dopo la dichiarazione dei redditi. Clicca qui.

Stai leggendo Gratuito patrocinio » Il richiedente può essere ammesso al beneficio se la sua condizione economica è peggiorata dopo la dichiarazione dei redditi Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 18 novembre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria difendersi dai creditori con il gratuito patrocinio - assistenza legale Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca