Fornire email a società di recupero crediti

Buongiorno, avrei bisogno di sapere se fornire un indirizzo mail ad una società di recupero crediti per l’invio del numero di conto corrente su cui effettuare un versamento puo essere considerato come una “volontà di pagamento” da parte del debitore e può essere poi usata dall’eventuale società se il pagamento non avviene.

La mail viene considerata al pari del cartaceo come valore legale?

Grazie mille per l’eventuale risposta.

Ovviamente la mera indicazione di un indirizzo email non significa assolutamente nulla per nessuno, tantomeno per una società di recupero crediti.

La mail “semplice”, al pari del fax, ha validità in giudizio solo se entrambe le parti ne riconoscono rispettivamente l’invio e la ricezione.

Diverso è il caso per la posta elettronica certificata (PEC), che può avere la medesima validità della posta raccomandata.

14 Maggio 2011 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Recupero crediti e stalking » I suggerimenti dei legali
Anche le società di recupero crediti accusano le recente la crisi economica: le tasche dei cittadini, infatti, sono sempre più vuote, fatto che ha reso la riscossione molto complicata. Così, molto spesso, gli agenti recuperatori ricorrono a mezzi sempre meno ortodossi. Non si fanno scrupoli, ad alzare la voce, a minacciare l'intervento di esattori porta a porta o a preannunciare incombenti espropriazioni o pignoramenti immobiliari. Inoltre, quando lo stalking telefonico diventa più incalzante, la ricerca spasmodica del debitore avviene presso luoghi dove dovrebbe essere assolutamente rispettata la privacy, come il posto di lavoro o l'abitazione di congiunti. Per questo, per ...

Recupero crediti – non sono leciti comportamenti lesivi della dignità del debitore
Messaggi telefonici preregistrati che intimano a pagare, messaggi affissi sulla porta visibili a tutto il condominio. L'attività di recupero crediti ha assunto in Italia modalità più consone a scagnozzi e usurai che a società specializzate, operanti per conto di grandi aziende, finanziarie e/o fornitrici di servizi. Per porre freno a questo andazzo, l'Autorità per la tutela della privacy ha emanato un provvedimento a carattere generale che detta i principi a cui si devono attenere gli operatori del settore. L'intervento dell'Autorità per la tutela della privacy è giunto al termine di accertamenti avviati a seguito di numerose segnalazioni sull'uso illecito dei ...

Agenti di recupero crediti vs debitori » Abusi ed azioni illecite
Al giorno d'oggi, si sa, i comportamenti scorretti ed illegittimi delle società di recupero crediti sono all'ordine del giorno. Infatti, ci si può ritrovare a vivere un incubo: c'è chi viene tartassato da una sfilza di chiamate al proprio recapito telefonico, chi da una scarica di sms sul cellulare o da una sequela di lettere nella casella della posta, o addirittura tutte e tre queste azioni in contemporanea. Dalle telefonate agli orari più inopportuni con toni importuni e spesso maleducati, ai messaggi sul telefonino che promettono “a breve” la visita di un incaricato per riscuotere un credito, alle lettere scritte ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su fornire email a società di recupero crediti. Clicca qui.

Stai leggendo Fornire email a società di recupero crediti Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 14 Maggio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria contratti di prestito microcredito e usura e sovraindebitamento - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)