Fondo patrimoniale - Esclusa azione esecutiva sui beni conferiti per debiti riconducibili ad esigenze estranee ai bisogni della famiglia

L'articolo 170 del Codice civile prevede che l'esecuzione sui beni del fondo patrimoniale e sui frutti di essi non possa aver luogo per debiti che il creditore conosceva essere stati contratti per scopi estranei ai bisogni della famiglia.

Il Fondo patrimoniale è concepito dal legislatore come strumento per porre al riparo i beni familiari da determinate pretese creditorie. La norma non limita il divieto d'esecuzione ai soli crediti sorti successivamente alla costituzione del fondo, con la conseguenza che detto divieto estende la sua efficacia anche ai crediti sorti prima di tale data (Cass. 96/3251).

Tuttavia, per beneficiare dei vantaggi dell'istituto in un'eventuale sede esecutiva, anche per debiti sorti in epoca antecedente alla costituzione del fondo, è necessario poter dimostrare che al creditore era noto (implicitamente o perchè esplicitamente indicato nel contratto) che la fideiussione non poteva essere finalizzata a scopi riconducibili ai bisogni della famiglia.

7 novembre 2012 · Lilla De Angelis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca