Fondo garanzia - Per accedere al beneficio il danneggiato deve tentare di identificare il veicolo antagonista

Riguardo alla richiesta di risarcimento al fondo garanzia vittime della strada, bisogna sapere che, il danneggiato, deve almeno tentare di identificare il veicolo antagonista.

Lo ha deciso la Corte di Cassazione, che con la pronuncia 8196/2013, ha stabilito che: Il danneggiato, il quale promuova una richiesta di risarcimento nei confronti del FGVS, deve provare non solo che il sinistro si sia verificato per condotta colposa o dolosa del veicolo o natante non identificato, ma anche che questo sia rimasto sconosciuto, non essendo certo a tal fine addebitabile al danneggiato stesso l'onere di indagini articolate e complesse ma occorrendo, comunque, che egli abbia tenuto una condotta diligente al riguardo.

La vicenda porta all'attenzione della Corte di Cassazione il tema della legittimazione passiva dell'Impresa assicuratrice designata dal Fondo Garanzia per le Vittime della Strada.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca