Fino a 70 euro in più nella prossima bolletta della luce - Chi pagherà

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

1. Canone RAI in bolletta elettrica - criteri di addebito
2. Canone RAI in bolletta elettrica - Individuazione delle utenze residenziali
3. Canone RAI in bolletta elettrica - Casi particolari per il primo anno di addebito

Canone RAI in bolletta elettrica - criteri di addebito

Nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la propria residenza anagrafica si presume la detenzione di un apparecchio televisivo, che costituisce presupposto dell’obbligo di pagamento del canone.

Per i titolari di utenza di fornitura di energia elettrica nel luogo in cui il soggetto ha la propria residenza anagrafica, il pagamento del canone avviene in dieci rate mensili, addebitate sulle fatture emesse dall'impresa elettrica aventi scadenza del pagamento successiva alla scadenza delle rate; le rate, ai fini dell’inserimento in fattura, s'intendono scadute il primo giorno di ciascuno dei mesi da gennaio ad ottobre.

In sede di prima applicazione è previsto che nella prima fattura successiva al 1° luglio 2016 sono cumulativamente addebitate tutte le rate scadute. Per la prima applicazione del nuovo sistema di riscossione costituiscono utenze addebitabili solo quelle che risultino residenziali e attive in data 1° luglio 2016.

I soggetti che attivano una nuova utenza per la fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale, che non siano gia' titolari di altra utenza residenziale nell'anno di attivazione, potranno presentare la dichiarazione sostitutiva di esenzione entro la fine del primo mese successivo a quello di attivazione della fornitura di energia elettrica, con effetto a decorrere dalla data di attivazione della fornitura stessa.

Di seguito il modello della dichiarazione.

Modello esenzione canone Rai

Canone RAI in bolletta elettrica - Individuazione delle utenze residenziali

L’individuazione delle utenze di fornitura di energia elettrica addebitabili avviene tenendo conto della coincidenza del luogo di fornitura dell’energia rispetto alla residenza, come desumibile direttamente dai contratti della tipologia clienti residenti per i contratti conclusi dal 2016, per cui l'utente ha dichiarato all'impresa elettrica la propria residenza nel luogo di fornitura.

Per i contratti della tipologia altri clienti domestici, conclusi fino al 2015, per cui la coincidenza del luogo di fornitura dell’energia rispetto alla residenza è individuata in base alle informazioni disponibili nel sistema informativo dell’Anagrafe tributaria.

Nell'ipotesi in cui per un medesimo codice fiscale la coincidenza del luogo di fornitura dell’energia rispetto alla residenza risulti contemporaneamente verificata per più forniture, il canone di abbonamento è addebitato su una sola fornitura. Ciò in applicazione del principio per cui il canone di abbonamento è, in ogni caso, dovuto una sola volta in relazione agli apparecchi televisivi detenuti, nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora, dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica.

A tale proposito va ricordato che il pagamento del canone di abbonamento alla televisione consente la detenzione di uno o più apparecchi televisivi ad uso privato da parte dello stesso soggetto nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora: per medesimo soggetto s'intende tanto il titolare dell'abbonamento quanto uno dei componenti della famiglia anagrafica del titolare dell'abbonamento, e per residenza o dimora una qualsiasi abitazione tanto del titolare dell'abbonamento quanto di uno dei componenti della famiglia anagrafica del titolare dell'abbonamento.



Canone RAI in bolletta elettrica - Casi particolari per il primo anno di addebito

Contribuente con una fornitura residente attiva dal 1/1/2016 e ancora attiva il 1/07/2016

Nella prima fattura successiva al primo del mese di luglio si applica il canone dalla rata di gennaio alla rata di luglio (7 rate per complessivi 70 euro) e poi si prosegue con 3 ratei mensili di euro 10/mese da agosto ad ottobre da versare con le bollette emesse successivamente al mese di luglio. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 100 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata a gennaio 2016

Nella prima fattura successiva al primo del mese di luglio si applica il canone dalla rata di gennaio alla rata di luglio (7 rate per complessivi 70 euro) e poi si prosegue con 3 ratei mensili di euro 10/mese da agosto ad ottobre da versare con le bollette emesse successivamente al mese di luglio. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 100 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata a febbraio 2016

Nella prima fattura successiva al primo del mese di luglio si applica il canone dalla rata di febbraio alla rata di luglio (6 rate per complessivi 62,52 euro) e poi si prosegue con 3 ratei mensili di euro 10,42/mese da agosto ad ottobre da versare con le bollette emesse successivamente al mese di luglio. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 93,8 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata a marzo 2016

Nel mese di luglio si applica il canone dalla rata di marzo alla rata di luglio (5 rate per complessivi 53,55 euro) e poi si prosegue con 3 ratei mensili di euro 10,71/mese da agosto ad ottobre da versare con le bollette emesse successivamente al mese di luglio. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 85,65 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata ad aprile 2016

Nella prima fattura successiva al primo del mese di luglio si applica il canone dalla rata di aprile alla rata di luglio (4 rate per complessivi 44,28 euro) e poi si prosegue con 3 ratei mensili di euro 11,07/mese da agosto ad ottobre da versare con le bollette emesse successivamente al mese di luglio. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 75,5 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata a maggio 2016

Nella prima fattura successiva al primo del mese di luglio si applica il canone dalla rata di maggio alla rata di luglio (3 rate per complessivi 34,68 euro) e poi si prosegue con 3 ratei mensili di euro 11,56/mese da agosto ad ottobre da versare con le bollette emesse successivamente al mese di luglio. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 69,65 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata a giugno 2016

Nella prima fattura successiva al primo del mese di luglio si applica il canone dalla rata di giugno alla rata di luglio (2 rate per complessivi 24,48 euro) e poi si prosegue con 3 ratei mensili di euro 12,24/mese da agosto ad ottobre da versare con le bollette emesse successivamente al mese di luglio. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 61,19 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata a luglio 2016

Si paga con 4 ratei mensili di euro 13,26/mese da luglio ad ottobre da versare con le bollette emesse successivamente al primo del mese di agosto. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 53,04 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata ad agosto 2016

Si paga con 3 ratei mensili di euro 14,96/mese da agosto ad ottobre da versare con le bollette emesse successivamente al primo del mese di settembre. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 44,89 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata a settembre 2016

Si paga con 2 ratei mensili di euro 18,37/mese da settembre ad ottobre da versare con le bollette emesse successivamente al primo del mese di ottobre. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 36,73 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata ad ottobre 2016

Si paga con 1 rateo mensile di euro 28,59 da versare con la prima bolletta emessa nel 2017. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 28,59 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata a novembre 2016

Si paga con 1 rateo mensile di euro 20,44 da versare con la prima bolletta emessa nel 2017. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 20,44 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attivata a dicembre 2016

Si paga con 1 rateo mensile di euro 12,28 da versare con la prima bolletta emessa nel 2017. In tutto il canone RAI in bolletta elettrica verrà a costare 12,28 euro per il 2016.

Contribuente con una fornitura residente attiva dal 1/1/2016, disattivata prima del 1/07/2016 e senza nessuna altra fornitura residente riattivata nell'anno

Non si addebita il canone. Le rate mancanti sono segnalate all’Agenzia delle entrate per la riscossione coattiva del Canone RAI (a meno che non sia stata presentata la dichiarazione sostitutiva di esenzione).

Contribuente con una fornitura residente attiva dal 1/1/2016, disattivata prima del 1/07/2016, e con una nuova fornitura residente attivata successivamente al 1/07/2016 ed entro il 30/09/2016

Si applica l’intero canone del 2016 (100 euro) sulla nuova fornitura residente nelle bollette emesse entro il 30/10/2016.

Contribuente con una fornitura residente attiva dal 1/1/2016, disattivata prima del 1/07/2016, e con una nuova fornitura residente attivata successivamente al 30/09/2016

Si applica il canone dal rateo del mese di attivazione, nella prima bolletta del 2017, se per il Contribuente c’è una fornitura attiva. Le rate mancanti sono segnalate all'Agenzia delle entrate per la riscossione coattiva del Canone RAI (a meno che non sia stata presentata la dichiarazione sostitutiva di esenzione).

Contribuente con una fornitura residente attiva dal 1/1/2016, disattivata dopo l’1/07/2016 e con una nuova fornitura residente attivata entro il 30/09/2016

Si applica il canone per l’intero anno 2016 - sulla fornitura attiva il 01/07/2016 si applicano le rate di canone maturate dal mese di attivazione e poi le rate successive fino al mese di disattivazione; sulla nuova fornitura si applicano le rate mancanti nel primo mese disponibile, poi si prosegue con le normali rate.

Contribuente con una fornitura residente attiva dal 1/1/2016, disattivata dopo l’1/07/2016 e con una nuova fornitura residente attivata successivamente al 30/09/2016

Si applica il canone per l’intero anno 2016 - sulla fornitura attiva il 01/07/2016 si applicano le rate di canone maturate dal mese di attivazione e poi le rate successive fino al mese di disattivazione: sulla nuova fornitura, se ancora attiva a gennaio 2017, si applicano i ratei mancanti; se a gennaio 2017 non c’è nessuna fornitura residente attiva, le rate mancanti sono segnalate all'Agenzia delle entrate per la riscossione coattiva del Canone RAI (a meno che non sia stata presentata la dichiarazione sostitutiva di esenzione).

Contribuente con una fornitura residente attiva al 1/1/2016, il 15/6/2016 cambia da residente a non residente

Il canone non è addebitato in quanto al 1/7/2016 la fornitura non è residente. La posizione è segnalata all'Agenzia delle entrate.

I contenuti di questo articolo sono stati sintetizzati dalla circolare 29/E dell'Agenzia delle entrate, resa nota il 21 giugno 2016

23 giugno 2016 · Giovanni Napoletano

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare qui. Per accedere con credenziali Facebook puoi cliccare qui.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca