Elementi da tenere presente in una Fideiussione

Ecco quali sono gli elementi da tenere presente in una fideiussione.

Gli elementi da tenere presente in una fideiussione sono:

  1. La Durata. E' il periodo durante il quale la fidejussione ha la sua validità ed ha i suoi effetti di copertura. Decaduta tale scadenza la fidejussione non è più valida e non si rinnova automaticamente, a meno che tale clausola non sia specificata nelle Condizioni contrattuali della Fidejussione.
  2. L'importo della Garanzia. E' l'importo garantito dalla fidejussione, incassabile dal Beneficiario in caso di mancata conclusione del contratto originario. L'Importo garantito non include eventuali interessi futuri a meno che non sia specificato nel contratto oggetto della Fideiussione, in alcuni casi ad esempio per le rateizzazioni a favore dell'Agenzia delle Entrate l'importo viene stabilito conteggiando la quota di interessi fin da subito.
  3. L'Oggetto della Garanzia. E' la causa principale per il quale è stata richiesta/erogata la fidejussione. L'oggetto garantito dalla fidejussione deve essere enunciato in un contratto sottoscritto da le parti in cui il beneficiario del contendere richiede espressamente una garanzia a sostegno delle obbligazioni prese. La fidejussione essendo un contratto accessorio ad un obbligazione principale è valida solo se il contratto originario del contendere rimane in piedi ed è in corso di validità, fatta eccezione per le fideiussioni omnibus.
  4. Eventuali collaterali/equità: sono delle garanzie ulteriori, come depositi in contanti o titoli, che possono essere richiesti dall'Ente Erogante a titolo di cauzione, in aggiunta al premio, per l'emissione della fidejussione. Un caso tipico di collaterale è il deposito richiesto dagli Istituti di Credito, solitamente le banche, a fronte dell'emissione di una fidejussione.
  5. Le condizioni contrattuali della fideiussione: Le condizioni contrattuali delle fidejussioni devono essere sempre contenute nel documento principale del contratto di fidejussione. Non esiste un contratto tipo delle fideiussioni infatti si consiglia sempre di far controllare da un legale o un esperto in materia le condizioni contrattuali prima di sottoscrivere la fideiussione. Di solito le fidejussioni possono differenziarsi in base alle modalità di escussione:
    • A perdita definitiva: prevede che l'escussione della fidejussione sia anticipata da un procedimento di recupero nei confronti del debitore principale, in cui venga verificata l'effettiva non ottemperanza da parte del contraente delle obbligazioni sottoscritte. Nel caso in cui i procedimenti legali attuati per il recupero non vadano a buon fine si può chiedere l'attivazione/escussione della Fideiussione.
    • A prima richiesta: si prevede, che l'Istituto erogante debba pagare immediatamente quanto richiesto dal beneficiario con la semplice comunicazione di escussione, senza che il beneficiario compia alcuna azione nei confronti del debitore .

Le fidejussioni a prima richiesta devono prevedere, la clausola ai sensi dell'Art.1944 c.c., " la Società non godrà del beneficio della preventiva escussione del Contraente".

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca